Cerca per genere
Attori/registi più presenti

PARLAMI DI TE

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/2/19 DAL BENEMERITO DIGITAL

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Davvero notevole! a detta di:
    Digital
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Daniela
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Galbo, Kinodrop


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 22/7/19 20:09 - 11140 commenti

Freddo e distaccati manager viene colpito da ictus, con grave compromissione della facoltà di parola. Tra i più grandi attori contemporanei, fine cesellatore verbale Fabrice Luchini affronta paradossalmente un personaggio afasico, con risultati brillanti. Peccato che il film non sia all'altezza del personaggio principale e scelga una strada scontata, con personaggi poco caratterizzati e una invadente retorica dei sentimenti. Merita la visione per la performance dell'attore ma nel complesso delude.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Daniela 5/7/19 23:04 - 8710 commenti

A seguito di un itcus, un manager arrogante ed egocentrico deve ricorrere ad una logopedista per tornare ad esprimersi correttamente... Come accadeva ad Harrison Ford, un handicap costringe Luchini a venire a patti con gli altri, guadagnando in umanità quel che ha perso in efficienza, anche se qui la menomazione è meno grave,in quanto non si tratta di perdita di memoria ma di problemi di linguaggio. Luchini è un grande attore e regge interamente sulle proprie spalle il peso di un film dignitoso ma poco significativo, prevedibile e viziato da grosse incongruenze.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: In negativo: si perde appena mette il naso fuori dalla porta di casa ma, poche sequenze dopo, intraprende un lungo viaggio da solo .
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Kinodrop 13/6/19 21:06 - 1297 commenti

L'amministratore delegato di una grande casa automobilistica, stressato ed egocentrico, viene colpito da ictus e il suo linguaggio si scompaginerà come le tessere di un puzzle. C'era materia per qualcosa di impegnato, ma il regista vira subito verso la "comicità" del linguaggio surreale dovuto al trauma, per poi perdersi in un groviglio di facili sentimentalismi e lacune familiari da riempire (specie nella parte finale). Si guarda volentieri solo per la personalità di Luchini, la traduzione linguistica e il doppiaggio di Mete; poco spazio per la Bekhti.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le curiose sfasature sillabiche, ma con un loro senso; Alain si perde nel suo quartiere, ma si avventura da solo verso Compostela.
I gusti di Kinodrop (Commedia - Drammatico - Thriller)

Digital 23/2/19 10:20 - 1087 commenti

Quando Alain, un borioso amministratore delegato di un importante azienda, sarà vittima di un ictus, il suo modo di vivere cambierà radicalmente; per riprendersi verrà aiutato da una giovane logopedista (una bella Bekhti). Ottima commedia francese ove a prevalere è un fantastico Luchini (doppiato mirabilmente da Marco Mete) capace di far sorridere grazie ai giochi di parola derivanti dalla malattia. Un film che scorre piacevolmente e diverte senza tuttavia rinunciare a momenti più malinconici. L'unico "difetto" è un finale a cui sembra mancare qualcosa.
I gusti di Digital (Fantascienza - Horror - Thriller)