Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• IL FIUME DEL TERRORE

All'interno del forum, per questo film:
• Il fiume del terrore
Titolo originale:12 Days of Terror
Dati:Anno: 2004Genere: animali assassini (colore)
Regia:Jack Sholder
Cast:Colin Egglesfield, Mark Dexter, Jenna Harrison, John Rhys-Davies, Jamie Bartlett, Adrian Galley, Colin Stinton, Roger Dwyer, Patrick Lyster
Note:Tratto da una storia vera (aka "Twelve days of terror") accaduta nel 1916, quando un gruppo di squali attaccò il Jersey Shore.
Visite:2191
Filmati:
Approfondimenti:1) TUTTI GLI SQUALI AL CINEMA E IN TV
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 1
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/8/06 DAL DAVINOTTI
Finalmente uno shark-movie diverso dal solito. Benché di produzione televisiva (è patrocinato da Discovery Channel) come la maggior parte dei film sul tema che escono a vagonate da un po' di tempo, ha il pregio di raccontare una vicenda realmente accaduta sulle coste del New Jersey nel 1916 (mentre in Europa eravamo in piena Prima Guerra Mondiale, quindi). Avvalendosi di un'accurata ricostruzione storica, di una buona fotografia dalla predominante ocra e da un cast di giovani meno sciamannato del consueto, il film dimostra in più occasioni di non voler seguire per forza le regole e gli stereotipi del filone. Merito probabilmente di due vecchie volpi dell'horror come lo sceneggiatore Tommy Lee Wallace e il regista Jack Sholder, che si sanno arrangiare anche senza troppi mezzi a disposizione e sanno sfruttare i punti di forza della vicenda. Il clima di panico generale che si diffonde presto quando lo squalo, dopo aver mietuto le prime vittime in mare, decide di risalire il fiume, è reso bene e mostrando di saper mobilitare i personaggi giusti. Certo, il clima televisivo a volte si sente (accentuato dalle frequenti dissolvenza a nero predisposte per gli eventuali stacchi pubblicitari), ma gli attacchi sono realistici ed efficaci, condotti con montaggio sapiente e sufficientemente sanguinosi. L'ambientazione insolita (un'epoca del tutto inedita, per uno shark movie), il mix di spiagge e rive fluviali, trasformano un discreto film-tv con qualche pausa evitabile in un quasi-must per gli amanti del filone. Il finale non è fedele ai fatti.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

Herrkinski 4/10/10 2:01 - 4489 commenti

Sceneggiatore e regista hanno fatto buone cose nella loro carriera; di certo non si può dire che questo TV-movie sia tra quelle. A parte l'impianto televisivo, estremamente evidente, il film è penalizzato da una totale assenza di spettacolarità; se da una parte si cerca di mantenere il tutto su toni più realistici del consueto, dall'altra il lato entertainment viene a mancare, anche a causa della pressochè totale assenza di scene cruente. Qualche assurdità e un protagonista che sembra la brutta copia di Tom Cruise non aiutano. Pessimo.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)