Cerca per genere
Attori/registi più presenti

THE BLOODY BROOD

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 1
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 26/1/19 DAL BENEMERITO RUFUS68

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Rufus68


Rufus68 26/1/19 12:06 - 2376 commenti

Un gruppo di beatnik uccide per gioco un ragazzo: il fratello reclamerà vendetta. Interessante reperto. Se la rappresentazione del mondo beat-bohémien (sorta di esistenzialisti criminali) può sembrare parodica, il film è, invece, intriso di un cinismo inconsueto per il cinema del periodo. Un Peter Falk psicopatico e bravissimo filosofeggia sull'omicidio quale "atto gratuito" al pari di un eroe di André Gide contagiando di un'aria disturbante l'intera pellicola. A tratti ingenuo, ma la caratterizzazione della dissoluta cerchia si fa ricordare.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)