Cerca per genere
Attori/registi più presenti

MORTO TRA UNA SETTIMANA... O TI RIDIAMO I SOLDI

All'interno del forum, per questo film:
Morto tra una settimana... O ti ridiamo i soldi
Titolo originale:Dead in a Week: Or Your Money Back
Dati:Anno: 2018Genere: commedia (colore)
Regia:Tom Edmunds
Cast:Aneurin Barnard, Tom Wilkinson, Freya Mavor, Gethin Anthony, Christopher Eccleston, Nigel Lindsay, Marion Bailey, Emma Campbell-Jones, Velibor Topic, Carol MacReady, Marcia Warren, Nathalie Buscombe, Harry Collett, Orion Lee, Eileen Nicholas
Visite:249
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/11/18 DAL DAVINOTTI
C'è sempre il rischio di sopravvalutarli, film così. Perché le invenzioni non mancano, perché Tom Wilkinson è assolutamente esilarante in un ruolo che sembra tagliato su misura per lui, perché c'è il garbo del miglior umorismo british, perché c'è il gusto di saper andare talvolta controcorrente senza necessariamente esagerare. La chiave scelta è il grottesco, con un killer professionista (Wilkinson) che si avvicina a un giovane aspirante suicida (Barnard), sul punto di gettarsi da un ponte, per lasciargli il proprio biglietto da visita: sotto al nome solo una parola, "assassino". Naturale che William, schiantatosi frattanto su una chiatta di passaggio, sulle prime non ci pensi, ma dopo l'ennesimo tentativo fallito di togliersi la vita decide di provare e ingaggia Leslie per farsi uccidere firmando con lui un regolare contratto (in quella che è forse la scena più spassosa). Peccato che pochi giorni dopo, quando un editore lo chiama per pubblicare il suo romanzo, William inevitabilmente ci ripensi. Ma come far desistere ora Leslie dal compiere il suo "regolare" lavoro? Sarebbe oltretutto l'omicidio necessario a fargli chiudere bene il mese; non ci si può sottrarre agli obblighi contrattuali così... "Che c'entra? Non sarà mica un contratto legale, no?" chiede a William la ragazza (Mavor) che lo dovrebbe aiutare nella stesura definitiva del romanzo dopo aver sentito della cosa. Una frase che spiazza, dal momento che siamo chiaramente in ambito surreale e che non è certo solo quella la follia che il film si concede con l'unico scopo di animare una paradossale black comedy. E infatti recedere non si può, visto che è anche sui ripetuti agguati di Leslie a William che il film fonda la sua storia. Non solo su quello però: la sceneggiatura (di Tom Edmunds come la regia) sa ad esempio essere simpatica nel disegnare con dolcezza e ironia la figura della moglie di Leslie, o acuta quando con estrema sagacia descrive la ferocia del suo principale (Eccleston). Gi elementi sembrano insomma disposti al meglio, ma allora perché si avvertono troppe pause, perché non si riesce a perdonare l'ennesima rilettura fantozziana dei mille tentativi falliti di suicidio (il gas staccato quando si mette la testa nel forno, il soffitto che cede quando ci si prova a impiccare, l'auto che si blocca quando dovrebbe affumicare...)? Probabilmente perché quando Wilkinson non è in scena la coppia di giovani non si dimostra mai vagamente alla sua altezza (anche per la povertà dei personaggi), perché la regia è debole e si perde in leziosità inutili e perché in definitiva le gag azzeccate (destinate a restare più dei difetti nella memoria di chi guarda) sono rade se confrontate ai raccordi che rallentano costantemente il ritmo. E se da una parte l'originalità di certe trovate colpisce (così come l'attacco politicamente scorretto al povero Michael J. Fox), dall'altra si ha l'impressione di assistere alla solita commedia inglese zoppicante, che si compiace di certi splendidi scorci paesaggistici puntando su alcune invenzioni fulminanti (la brochure che illustra i diversi metodi di suicidio proposti) accostandole però ad altre decisamente stantie e a una narrazione compassata qua e là ravvivata da ottimi spunti.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Markus 26/11/18 9:56 - 2657 commenti

Inghilterra. Una strana agenzia "suicida" su commissione facendo scegliere al cliente diverse metodologie... di morte! Per chi sa apprezzare il macabro umorismo inglese questo film ha alla base un'idea funzionale, con racconti che in parte generano dilettevoli equivoci e situazioni evidentemente paradossali. Terminato l'effetto stupore il regista devia la commedia in una malcelata melassa sentimentale che gli sfugge di mano, strappando il ghigno un po' beffardo in un tedio non di poco conto. Seconda parte che ha il sapore dell'occasione mancata.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Rambo90 27/11/18 23:13 - 5397 commenti

Praticamente una versione più leggera e intrisa di humor britannico di Ho affittato un killer. Il film scorre liscio e leggero fino all'epilogo, con dialoghi conditi da un piacevole humor nero e qualche momento movimentato qui e là. Wilkinson offre, come sempre, un'ottima performance e colma qualche momento più fiacco con il suo carisma; Barnard con la sua espressione smarrita e incredula gli tiene bene compagnia. Non ci sono particolari picchi narrativi o genialate di sorta, ma fa il suo dovere e diverte. Buono.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Digital 24/11/18 13:33 - 853 commenti

Il soggetto non si può certo definire innovativo: un ragazzo con problemi esistenziali si vuol ammazzare e, per fare ciò, si serve di un killer a pagamento, ma poi ci ripensa e... La prima parte è quella che maggiormente funziona: il ritmo è alquanto vivace e i dialoghi tra Barnard e Wilkinson sono piuttosto sfiziosi nonché divertenti; peccato che la sceneggiatura mostri la corda piuttosto celermente, il che determina una ripetitività delle situazioni e l’inevitabile tedio. Per sua fortuna dura poco, ma gli ultimi minuti sembrano non finir mai.
I gusti di Digital (Fantascienza - Horror - Thriller)