Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• TI PIACE HITCHCOCK?

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 32
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 21/9/07 15:04 - 4468 commenti

Orgiastico, incapace di prendere. Ridda stucchevole d'autocitazioni, citazioni (sin dal titolo alla Litvak) e citazioni di citazioni. In più la trovata di rifare Delitto per delitto l’aveva già avuta qualcun altro... Attori impacciatissimi, dialoghi talora sciapi, talora imbarazzanti (quelli col videotecaro sono micidiali). Germano sta a metà via fra Harry Potter e il ragazzo di Vestito per uccidere. Qua e là brilla la fiammella dell’antico ingegno: non certo nell’inutile antefatto, ma in qualche soggettiva sì.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La soggettiva a fianco del corrimano.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Undying 11/4/07 2:08 - 3875 commenti

Citazionistico sino alla nausea (i riferimenti vanno quasi tutti, come ovvio, ad Hitchcock), il primo episodio di una serie probabilmente alla deriva è il segnale dei ricongiungimento (solo virtuale, poiché in tv è passato parecchio tempo dopo la realizzazione) tra Argento e la televisione. Certo: il film è pieno di incongruenze di sceneggiatura (che c'entrano, ad esempio, i ragazzini che corrono all'inizio?), ma almeno ha la forza di portare il Cinema (con la C maiuscola) in televisione...
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Il Gobbo 27/5/07 18:58 - 3011 commenti

Cosparso di briciole di talento come il sentiero di Pollicino, un tv-movie che riflette la parabola discendente dell'ultimo Argento, vittima del tracollo di un sistema produttivo non più capace di servirgli attori (soprattutto) e un contesto appropriati. Rimangono scampoli visionari (magari gratuiti, ma chissenefrega), la commovente dedizione a un'idea personale di cinema, e poco altro. Terrificante - ma non nel senso argentiano - il cast: la presa diretta ha fatto più danni della bomba atomica.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Puppigallo 14/4/09 19:58 - 4343 commenti

Quando le idee latitano cosa si fa? Semplice: un bel miscuglione di Delitto per delitto e La finestra sul cortile e si riempie la pellicola di inutilità, che spesso non portano a nulla di concreto, compresi dialoghi che non aiutano a capire più di tanto, completando l'opera con attori mediocri (velo pietoso su Sasha, doppiata da denuncia). Il risultato è quindi piuttosto avvilente, la tensione è quasi inesistente e anche le scene più violente non sono niente di che (appena passabile quella nella vasca da bagno). Piuttosto inutile e sicuramente evitabile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Nella videoteca, Argento piazza la locandina di un altro suo noto "capolavoro": Il cartaio, in linea con quest'altro filmetto da quattro soldi.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Homesick 26/8/07 12:11 - 5737 commenti

Per essere un prodotto televisivo, si caratterizza per una certa dose di sesso e per un tasso di violenza superiore alla media, che emerge nella lunga e disturbante aggressione nella vasca. La trama gialla è comunque debole e scontata fin dall'inizio e si regge su incessanti citazioni hitchcockiane (La finestra, Delitto perfetto, L'altro uomo, Psyco) e depalmiane, nonché autocitazioni. Nel cast, la neo scream-queen Elisabetta Rocchetti.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 4/12/07 19:16 - 7048 commenti

L'ennesimo vergognoso film di un regista in completa caduta libera, il quale conferma la sua pochezza di idee. La trama, più che citare, scopiazza in maniera indegna il maestro del brivido il cui nome risuona già dal titolo. Stucchevoli e assolutamente esornative le citazioni riguardanti l'Espressionismo. Zero emozioni e zero suspence. Sconcertanti anche le prove degli attori, compreso Germano (il meno peggio) che in genere è molto bravo.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 3/1/09 17:58 - 8153 commenti

Abominevole tritello di citazioni hitchcockiane da due lire, malamente assemblate, con dialoghi che suscitano ribrezzo ed un cast in cui il solo a non recitare come un cane è per l'appunto il cane. In mezzo a scene imbarazzanti per la loro pochezza, l'unico momento salvabile è quello dell'omicidio della dirimpettaia, in cui si ritrovano tracce dell'antica maestria di Argento. Dopo tale visione, ho sentito il bisogno di riguardare Profondo rosso, tanto per ricordarmi che, nel passato, è stato davvero un buon regista.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il litigio sul pianerottolo fra il protagonista e la sua ragazza: degno di entrare nella top ten nei dialoghi peggiori della storia del cinema...
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rebis 15/5/09 19:32 - 2075 commenti

Inutile ormai rimarcare i limiti di Argento: maldestra direzione degli attori, dialoghi imbarazzanti, scene di raccordo penose... Visti i tempi che corrono per l'autore cerchiamo almeno di racimolarne i pregi: ci sono ancora belle intuizioni visive (l'omicidio in primis, con la vittima fagocitata dalle ombre, e poi la fuga sotto la pioggia), ritmo e tensione orbitano su livelli medi (malgrado la coattissima sceneggiatura), e Hitch è citato sì copiosamente ma con encomiabile funzionalità. Magra consolazione: ci attendono cose ben peggiori. Di memorabile, comunque, qui c'è solo Donaggio.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Caesars 6/2/07 11:40 - 2474 commenti

Telefilm pilota di una serie che probabilmente non vedrà mai la luce (anche questo finora è uscito solo su dvd), ci restituisce un Argento televisivo che conferma i suoi vizi (molti) e le sue virtù (poche) dell'ultimo periodo. Rimane comunque un prodotto che si lascia vedere volentieri. Tuttavia chi ha amato le prime opere del regista non può che constatare il declino di colui che un tempo fu un Maestro. Consigliato il noleggio.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Ciavazzaro 9/1/09 14:57 - 4723 commenti

Inutile: Argento continua a perdere il suo tocco e dopo ogni film è sempre peggio... Ci saranno pure citazioni hitchcockiane, ma il risultato è davvero pedestre, la recitazione degli attori poi non aiuta affatto. Meno di un pallino, per me.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Deepred89 28/8/07 14:25 - 3112 commenti

Insieme a Il fantasma dell'opera il punto più basso toccato da Argento. Una serie stucchevole di citazioni non riesce a mascherare l'assoluta debolezza della sceneggiatura, devastata da buchi e punti morti in abbondanza. Argento dirige un paio di buone sequenze, ma per il resto del film non riesce a mascherare la sua svogliatezza (e alcune scene sembrano opera di un dilettante). Mediocri gli attori e deludenti le musiche di Donaggio. Davvero un peccato.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Brainiac 9/1/09 15:02 - 1081 commenti

Insieme ad alcune sequenze ed atmosfere di Non ho sonno, l'unica cosa dell'Argento post-Phenomena che abbia un barlume di senso. Mi spiego: il film in sè per sè non ha nulla di eclatante, ma il budget ridotto del format televisivo può aver giovato al buon Dario, che asciuga lo stile e si affida alle situazioni per instillare tensione (e non a improbabili scorciatoie ravvisate ne La terza Madre o nel pessimo Il cartaio). Concentrarsi sugli attori (l'ottimo Germano) e su un soggetto lineare è la direzione che spero intraprenda per la sua rinascita.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Elio Germano comincia a pedinare la sua dirimpettaia.
I gusti di Brainiac (Commedia - Gangster - Horror)

Magnetti 29/5/09 10:46 - 1103 commenti

Ci sono innumerevoli rimandi ai film di Hitchcock: il gioco delle chiavi, il voyerismo, il rapporto madre-figlio etc etc. E questo ci può stare. Interessante anche il fatto che sia un film per la televisione. Male la suspence. Pur stuzzicati da discrete idee, il botto non arriva mai o è eccessivamente diluito e prevedibile. E così mi è fin capitato di annoiarmi. Ho trovato un po' dimessa la fotografia di Torino, quasi anonima (gli spot sui simboli della città della magia nera sono posticci). La mano di Argento, però, c'è.
I gusti di Magnetti (Animali assassini - Avventura - Horror)

Hackett 8/1/09 14:39 - 1603 commenti

Ultimamente Argento era diventato così televisivo che giustamente ha pensato di dedicarsi ad un progetto tv. Intendiamoci, se non parlassimo di Dario (dal quale vorremmo sempre barlumi dall'antico, scomparso, genio) non parleremmo poi male di questo prodotto. Ma per il vecchio Dario che amiamo ricordare, è un film piatto, pieno di citazioni troppo palesi e autoreferenze inutili, con attori sotto il livello di guardia a parte il comunque confuso Germano. Prologo che non dice nulla, tensione assente. Nella fiction ha fatto meglio, di recente, Puglielli.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

Ghostship 8/6/08 13:33 - 394 commenti

Un pout-pourri hitchcockiano girato con una buona cura dei particolari e grande attenzione alla citazione e all'auto-citazione, ma nel complesso un prodotto superfluo, scialbo e privo di contenuti interessanti, inficiato da una recitazione davvero improponibile.
I gusti di Ghostship (Giallo - Horror - Thriller)

Trivex 22/11/11 14:33 - 1417 commenti

Il film è come una medaglia, con una faccia buona (d'argento!) e una fatta di metallo meno nobile. Paradossale come sia quasi faticoso creare oggetti simili; per questo non capisco come sia stato possibile unire buone atmosfere giallo/nere, ottimi effetti speciali nelle (poche) scene forti e poi scivolare su tratti di sceneggiatura risibili e momenti di recitazione censurabili (bene il protagonista). Ci stava anche la storia, con i suoi link al grande cinema (un po' stereotipati); non ci può stare però il finale, momento decisivo e piuttosto deludente.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le belle atmosfere cittadine; (negativo) il finale minimalistico ed inverosimile.
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)

Cif 27/7/08 12:06 - 272 commenti

Film piacevole. Più giallo e meno horror rispetto al solito. Attori tutto sommato positivi. Un Argento minore, volutamente tale, che gioca con le citazioni; bella Torino fuori stagione, che si presta molto a fare da contorno ad una storia di delitto adolescenziale. Da segnalare la Rocchetti, vero volto del nuovo film di genere all'italiana. Aria da ragazza persa e da tossica, un po' come Asia Argento a inizio carriera.
I gusti di Cif (Drammatico - Fantascienza - Giallo)

Rambo90 14/3/12 2:27 - 5894 commenti

Più che un omaggio a Hitchcock, una continua citazione da vari film del maestro, partendo dalla Finestra sul cortile per arrivare a Delitto per delitto. Il ritmo televisivo è davvero soporifero, la tensione pari allo zero, anche se non mancano scene riuscite e qualche spruzzata di violenza. Germano è bravo, la Conti e la Rocchetti davvero insulse, così come l'identità dell'assassino che non è poi così imprevedibile. Un prodotto tv mediocre, che non si discosta dalle recenti prove di Argento, imperfette e indegne del suo passato.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Lucius  5/7/09 20:46 - 2752 commenti

Il film è un prodotto per la televisione e come tale andrebbe preso. Ottima prova di Germani che probabilmente è il miglior attore italiano oggi sul mercato. Il film, più che citazioni al maestro Alfred Hitchcock, sembra un mix dei suoi film. Episodio pilota di una serie mai iniziata. Belle le ambientazioni torinesi.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Rufus68 25/7/16 22:15 - 2663 commenti

La cinefilia è l'infantilismo del cineasta; nei periodi di Basso Impero il morbo esplode nella sua virulenza: qui tocchiamo con mano tale verità. Il film parte male: la scena iniziale lascia attoniti per la faciloneria, la pessima recitazione; e il seguito, purtroppo, vi si acconcia... L'ho già detto: non è solo colpa d'Argento; è l'Italia tutta a essere decadente: la fucina teatrale non sforna più attori e intelligenze; quella televisiva ci dona quasi sempre mediocri. Germano così così; gli altri peggio.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Ryo 1/2/12 20:06 - 1908 commenti

È strano trovarsi davanti a un prodotto del genere e sapere che è girato dal maestro del brivido. La fotografia ricorda quella delle fiction televisive nostrane e la recitazione degli attori è molto elementare (anche se secondo me il regista ha tirato fuori il meglio di loro, il che è tutto dire). Ad ogni modo la trama sembra un auto-omaggio, in quanto riprende varie scene, personaggi e anche inquadrature "rubate" a suoi film precedenti. La cosa non è per forza negativa, anzi, è un ottimo intrattenimento; ma Argento non è questo, per fortuna.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gli scleri improvvisi del ragazzo senza senso con la sua fidanzata.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Dusso 6/4/12 21:08 - 1533 commenti

Argento realizza un film televisivo pieno di difetti con sceneggiatura senza trovate. C'è qualcosa che funziona, ma l, recitazione e il doppiaggio sono terribili (su tutti terrificante la Rocchetti!). Per essere un prodotto per il piccolo schermo ci sono almeno sangue e nudità sopra la media. Il finale è telefonatissimo, mentre il doppio epilogo sinceramente non l'ho capito...
I gusti di Dusso (Commedia - Giallo - Poliziesco)

Anthonyvm 23/4/18 21:54 - 1044 commenti

Negli ultimi vent'anni sono pochissime le cose buone uscite dalla macchina da presa di Dario Argento; a parte Non ho sonno, questo piccolo thriller citazionista è forse l'opera migliore del maestro degli ultimi tempi. Le premesse non erano eccellenti, a partire dal titolo, ma nel complesso il plot intriga a sufficienza e fa del citazionismo un uso non eccessivo e non fuori luogo. Il cast è ovviamente il fardello più pesante, ma superato lo shock per le interpretazioni sotto la media, lo spettacolo è godibile. Peccato per la soluzione deludente.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'inseguimento sotto la pioggia, teso e curioso.
I gusti di Anthonyvm (Animazione - Horror - Thriller)

Von Leppe 30/1/12 18:15 - 943 commenti

Bella l'idea di partenza che omaggia il vecchio cinema, ma i personaggi sembrano finti: le liti tra il protagonista e la sua ragazza sono palesemente fasulle (neanche simpatiche come quelle di Gianna Brezzi o violente sul serio), il voyeurismo sembra quasi involontario, gli attori non sono convincenti in una vicenda che ha molti riferimenti ottimi (a cominciare dalla Finestra sul cortile), ma in cui l'atmosfera afosa estiva è poco riuscita. Alcune trovate visive ricordano vecchi film di Argento, ma in modo sbiadito.
I gusti di Von Leppe (Giallo - Horror - Thriller)

Ira72 16/2/17 9:26 - 785 commenti

Magari, accendendo il televisore oggi, trovassi thriller del genere! Partiamo dal fatto che si tratta, appunto, di un film destinato alla televisione e che sia un palese omaggio a Hitchcock (da cui il titolo). Valore aggiunto, peraltro, che simili citazioni siano contaminate da Argento, il cui stile qui risuona fin dalla scena iniziale. Cosa non va? Certamente i doppiaggi, che tolgono forza a tanti dialoghi, peraltro interessanti (Asia, purtroppo, esce dalla porta ed entra dalla finestra) e il finale un po' raffazzonato.
I gusti di Ira72 (Documentario - Horror - Thriller)

Cloack 77 4/9/12 17:48 - 547 commenti

Del cinema di Dario Argento non vi è nulla: né tensione, né mistero attorno all'assassino e conseguente fascino diabolico, né uno scatto registico interessante, nulla. Rimangono invece i difetti degli ultimi film: dialoghi inascoltabili, attori imbambolati, sceneggiatura folle. Siamo alle prese con un film meno riuscito di un telefilm e con un telefilm tendente a film forse buono per una visione pomeridiana.
I gusti di Cloack 77 (Drammatico - Horror - Western)

Funesto 25/12/09 20:50 - 524 commenti

Thrillerino da quattro soldi, con una trama zeppa di colpi di scena e di citazioni da ogni dove (in primis da Hitchcock, naturalmente). La trama è intricata e la sceneggiatura (neppure così malvagia) non aiuta nella comprensione. Il cast è ridicolo (Germano è involontariamente macchiettistico, la Conti, di solito brava, è scialba), a testimonianza che Argento non sa dirigerlo. Brutta la fotografia. C'è qualche cruda scena di violenza (i colpi in testa, l'aggressione nella vasca), un po' impertinente. Assurdo il prologo. **.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Sulla porta del centro blockbuster titaneggia la locandina gigantesca de Il cartaio!!!
I gusti di Funesto (Animazione - Horror - Thriller)

Metuant 30/12/09 12:07 - 453 commenti

Ammetto di essermi trovato perplesso nell'affrontare la visione di questo prodotto televisivo, specie vista la deludente prova offerta dal Cartaio; eppure mi sono dovuto ricredere, fortunatamente in senso positivo. Le ambientazioni ricordano quelle dell'Argento prima maniera, così come la sequenza dell'omicidio (nella quale si vede bene la mano di Argento) e lo sviluppo, una sorta di tributo a Hitchcock. Peccato per i dialoghi spessi risibili e alcuni personaggi macchietta.
I gusti di Metuant (Commedia - Giallo - Horror)

Maxx g 4/5/17 18:06 - 440 commenti

Credevo molto peggio. Bisogna dire che la recitazione è sempre approssimativa (Elio Germano è il meno peggio) e il film fa fatica a carburare, ma una volta che entra sui binari giusti, la tensione sale e lo spettatore rimane incollato allo schermo. Merita una visione, anche e non solo per chi è ammiratore del cineasta romano.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena della vasca, con la tensione che sale di secondo in secondo.
I gusti di Maxx g (Comico - Horror - Western)

Siregon 1/3/10 21:47 - 351 commenti

Di una pochezza sconcertante, la recitazione è ai minimi storici e non c'è un momento di tensione nemmeno per sbaglio. Comicità involontaria e qualche ambientazione che si salva, ma nel complesso un prodotto standard che per il regista romano è diventato davvero basso.
I gusti di Siregon (Avventura - Gangster - Giallo)

Guru 22/1/11 11:30 - 348 commenti

Come da titolo è un tributo al grande maestro del giallo. Pertanto sono consentite le citazioni e riproduzioni che intrecciano la trama torinese del film. Un Argento che opera una "mediazione" di stili senza perdere la sua autorevolezza, adattando il suo prodotto alle esigenze del mercato televisivo. Una prova non del tutto perfetta, con carenze emotive e spettacolari, ma con una buona presenza giovanile. I dialoghi, non entusiasmanti, si sviluppano in un contesto con varie problematiche irrisolte e con ossessioni mai rimosse. Buone le scene finali.
I gusti di Guru (Fantascienza - Giallo - Sentimentale)

Mark 8/5/08 22:01 - 264 commenti

Thriller alla camomilla, infarcito di citazioni hitchcockiane svilite però in chiave parodistica; la conferma (anche se davvero non se ne avvertiva il bisogno) che Argento non ha più nulla da dire e questo è davvero un dato sconcertante, non solo per gli aficionados, ma per tutto il genere cinematografico che Argento ha rappresentato e che continua a rappresentare, generando sempre maggiori aspettative.
I gusti di Mark (Giallo - Poliziesco - Thriller)