Cerca per genere
Attori/registi più presenti

UNO DI FAMIGLIA

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 27/10/18 DAL BENEMERITO RAMBO90 POI DAVINOTTATO IL GIORNO 11/3/19
Vecchia storia: quando entri nelle grazie di un “uomo d'onore” quello prima ti aiuta, poi suadentemente ti accoglie in famiglia; raggiunto un certo grado d'intimità, riacquistare la propria “indipendenza” si farà difficilissimo. E' quanto capita a Luca (Sermonti), insegnante di dizione che per puro caso salva la vita al figlio (Curia) di un boss della 'ndragheta, Peppino Serranò (Frassica). La zia del ragazzo, Angela (Ocone), presente al fatto, lo carica in auto e lo conduce in villa proponendogli a prezzi vantaggiosissimi, senza ricevute e col beneplacito del fratello capofamiglia, di fare da insegnante al figlio per altre settimane. Chiaro che Luca davanti a tanto denaro si lasci trascinare dall'entusiasmo, soprattutto considerando come lui e la fidanzata (Felberbaum) non navighino certo nell'oro. Mal gliene incoglie però, perché la zia è donna assai invadente e chiede compagnia, facendosi seducente, pretendendo attenzione... Quel che succederà lo si può facilmente immaginare. Anche perché Luca non ha nemmeno una casa propria in cui vivere. O meglio, ce l'avrebbe, ma non riesce a cacciare l'inquilino moroso e semiparalizzato (Marcorè) che la occupa e che perdipiù si diverte a sfotterlo. Insomma, dove non arrivano lo Stato e la giustizia arriva la criminalità organizzata. Che ti aiuta sì, ma un prezzo altissimo. Lo fa capire a Luca anche il commissario di polizia (Olcese) con cui questi inevitabilmente si troverà a che fare. Come uscire allora dal circolo vizioso? E' così piacevole poter disporre di denaro e potere, all'occorrenza... Il film di Alessio Maria Federici (che ripropone Sermonti protagonista dopo il non esaltante TERAPIA DI COPPIA PER AMANTI) ha il pregio di essere veloce, piacevolmente scritto e ben recitato. Stupisce in positivo soprattutto la Ocone, quasi-femme fatale dallo sguardo malizioso e dai modi spicci, mentre un Frassica sornione funziona anche quando deve rinunciare ai caratteristici nonsense. Moise Curia si vede poco nel ruolo del figlio aspirante attore (non serve precisare che supererà i provini con estrema facilità); un po' di più l'habitué De Lorenzo nel ruolo di suo fratello, rimasto a proseguire le attività illegali del padre ma ridotto a un ruolo da tirapiedi. E' ad ogni modo centrale il rapporto tra Sermonti e la dolce Felberbaum, traballante a causa delle “chiamate” della famiglia, che trattengono Luca lontano e mandano lei in bestia. L'idea è semplice ma sviluppata seguendo una trama sufficientemente articolata, che favorisce una serie di battute non esilaranti ma sovente divertenti, interpretate con la giusta naturalezza da un Sermonti piuttosto in forma. La confezione è buona e la regia competente; pur senza eccellere e con qualche ingenuità di fondo che forse si poteva evitare, una commedia simpatica e moderatamente brillante.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Daniela 14/3/19 17:34 - 7623 commenti

Insegnante di dizione afflitto da molti problemi vede risolversi buona parte delle questioni in sospeso quando finisce suo malgrado sotto l'ala protettrice di una potente famiglia malavitosa. La bocca del caval donato è marcia ed il "regalo" comporta contropartite pesanti, oltre che rischi personali. E'quanto mostrato in questa commedia dal cast azzeccato, piuttosto riuscita nonostante un ritmo non irresistibile e qualche sbavatura, in quanto riesce ad essere sia divertente nella caratterizzazione dei personaggi che amara nel dipingere un quadro in cui dominano malaffare e corruzione.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'Angela della Morte impersonata da Lucia Ocone in un ruolo finalmente adatto alla sua vis comica.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rambo90 27/10/18 22:29 - 5536 commenti

Divertente commedia che parte a razzo, infilando battute gustose e con un ritmo spigliato. Sermonti da subito coinvolge il pubblico portandolo a empatizzare con il suo personaggio mentre Frassica, la Ocone e tutta la famiglia calabrese sono perfetti nel restare a metà tra la caricatura e il realismo. Peccato per una seconda parte più annacquata, dal finale leggermente irrisolto e con qualche situazione troppo ripetuta (la Ocone prova a sedurre Sermonti ben due volte in due scene simili tra loro). In fin dei conti, non male.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le scene con Marcorè.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Bruce 29/10/18 10:33 - 902 commenti

Commedia riuscita e divertente. Riesce a far ridere mostrando la realtà quotidiana italiana senza neppure dover troppo alzare i toni; soltanto descrivendo quanto il malaffare sia diffuso, a fronte di uno Stato assente e inefficace. Così finite le situazioni comiche resta profonda l'amarezza. Tanti i momenti azzeccati, bravi gli interpreti, svelta la regia. Merita.
I gusti di Bruce (Giallo - Poliziesco - Thriller)