Cerca per genere
Attori/registi più presenti

L'UOMO CHE UCCISE DON CHISCIOTTE

All'interno del forum, per questo film:
L'uomo che uccise Don Chisciotte
Titolo originale:The Man Who Killed Don Quixote
Dati:Anno: 2018Genere: avventura (colore)
Regia:Terry Gilliam
Cast:Adam Driver, Jonathan Pryce, Stellan Skarsgård, Olga Kurylenko, Joana Ribeiro, Óscar Jaenada, Jason Watkins, Sergi López, Jordi Mollà, Diogo Andrade, Eva Basteiro-Bertoli, Paloma Bloyd, Jorge Calvo, Rossy de Palma, Bruno Sevilla, Mario Tardón
Visite:363
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 28/9/18 DAL BENEMERITO KINODROP

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Davvero notevole! a detta di:
    Fabbiu
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Xamini
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Kinodrop


ORDINA COMMENTI PER:

Fabbiu 1/10/18 19:32 - 1849 commenti

Proprio come l'epopea di Gilliam (venticinque anni per realizzarla), il film narra di un regista che riprende in mano il suo Don Chisciotte per compiere, grazie a lui, un'avventura in cui (insieme allo spettatore) smarrisce completamente il senso del reale. L'effetto alienante, peraltro, è indiscutibile: quali sono i confini tra sogno, desiderio, fantasia, tempo e realtà? Tutto è relativo, poiché chi è a suo modo un visionario è anche un Don Chisciotte. Godibile la fotografia, qualche raffazzonatura narrativa si avverte, ma è un film originale.
I gusti di Fabbiu (Commedia - Fantascienza - Fantastico)

Xamini   4/10/18 0:11 - 822 commenti

A suo modo autobiografica, questa declinazione moderna della follia visionaria di Cervantes. Gilliam racconta di sé e del Don Chisciotte, cogliendo in pieno lo spirito del primo romanzo moderno e producendo una meta opera la cui quota di surreale supera qualsiasi soglia. Realtà e finzione non fanno che mescolarsi rendendone difficile la visione, se condotta con un approccio razionale. Ma L'uomo che uccise Don Chisciotte comunica piuttosto su altri canali, in cui la materia filmica eccelle e idealmente passa il testimone del cavaliere errante e sognatore allo spettatore che sa accoglierlo.
I gusti di Xamini (Commedia - Drammatico - Fantastico)

Kinodrop 28/9/18 20:57 - 811 commenti

Dopo la prima esperienza fallimentare, Gilliam riprova a portare sullo schermo l’epopea di Don Chisciotte mescolando passato e presente in un set scalcinato di una Spagna assolata e barocca. Ma la difficoltà di attualizzare il delirio dell’eroe cavalleresco anche questa volta rimane in toto e non bastano l’escamotage del film nel film e della sovrapposizione del reale al fantastico. Alla fine si ha la sensazione di una forzatura velleitaria e si rimpiange la freschezza di Lost in La Mancha. La “maledizione” di Don Chisciotte persiste ancora?

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La grande prova attoriale di Jonathan Pryce; La baroccata nel castello; La lunga divagazione amorosa tra Toby e Angelica.
I gusti di Kinodrop (Commedia - Drammatico - Thriller)