Cerca per genere
Attori/registi più presenti

SOLDADO

All'interno del forum, per questo film:
Soldado
Titolo originale:Sicario: Day of the Soldado
Dati:Anno: 2018Genere: action (colore)
Regia:Stefano Sollima
Cast:Benicio Del Toro, Josh Brolin, Isabela Moner, Jeffrey Donovan, Catherine Keener, Manuel Garcia-Rulfo, Matthew Modine, Shea Whigham, Elijah Rodriguez, Howard Ferguson Jr., David Castañeda, Raoul Max Trujillo, Bruno Bichir, Jake Picking, Faysal Ahmed, Dan Davidson, Graham Beckel
Note:Sequel di "Sicario" (2015).
Visite:840
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 14/9/18 DAL BENEMERITO CAPANNELLE POI DAVINOTTATO IL GIORNO 28/10/18
Difficile dare un seguito artisticamente coerente a un film personale come SICARIO, in cui la poetica di Villeneuve si faceva strada tra le maglie di una trama complessa che pareva costruita apposta frammentariamente per lasciare che la forma prendesse il sopravvento sulla sostanza. Sollima ci prova, mostra di essere in possesso di una solidità registica non comune, ma svilisce la forza visionaria del prototipo per mantenerla solo come patina in superficie. Prova anche lui a confondere la storia dietro la tecnica rischiando però troppo spesso di finire nella mera riproposizione di una formula altrui gestita saccheggiando con meno fantasia i topoi del genere e puntando sui rudi volti di pietra della coppia confermata Brolin-Del Toro. Si parte al meglio con un attentato suicida in un supermercato messo in scena con rara freddezza, si continua con Graver (Brolin) che tenta di far luce sui responsabili e viene poco dopo convocato dal Segretario alla Difesa (Modine) per capire come sia meglio agire. Il suo suggerimento? Mettiamo contro l'uno contro l'altro i cartelli della droga e sediamoci sulla riva del fiume ad aspettare che passino i cadaveri; e come prima azione sequestriamo la scortatissima figlia di un potente boss facendo ricadere la colpa sulla banda rivale. Tutti d'accordo, e per farlo Graver richiama in azione il vecchio compare Alejandro (Del Toro), assieme al quale organizza la pericolosa missione. Di contorno la storia di un ragazzino che studia da criminale e si aggrega a una delle gang. C'è di nuovo il convoglio di auto sulla strada che procede e viene attaccato a richiamare la scena più celebrata del capitolo precedente, non mancano morte, violenza e sangue, vendette e ritorsioni, un Graver assolutamente spietato che spara senza guardare in faccia nessuno. Quel nessuno però sono in un caso poliziotti messicani, fatti fuori entro i loro confini: scoppia il caos e arriva puntuale il sollevamento dall'incarico. Missione abortita con gravi conseguenze... Ma per Alejandro, rimasto solo con la bambina non può certo finire così. Sollima lavora moltissimo sul sonoro, trova squarci seducenti di un'America di confine e mette in scena agguati e scontri a fuoco di prammatica con competenza e buon senso dello spettacolo. Non riesce però mai a piazzare la scena memorabile, quella che possa far ricordare il film rispetto ai troppi girati in tema. E per questo, nonostante una sommaria godibilità dell'insieme, SOLDADO rischia di scomparire in un anonimato che sulla carta non gli competerebbe.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 1/10/18 7:12 - 10903 commenti

Il sequel di Sicario, diretto da Sollima, non possiede l'ampio respiro del predecessore, ma è un buon film di genere. Tipica storia di frontiera con personaggi bordeline da confine e limite tra legge e illegalità molto sfumato. I due personaggi principali agiscono con diverse motivazioni ma permane il clima cupo del precedente che lascia poco spazio alla redenzione. Il regista conferma la bravura nella direzione delle scene d'azione e nella "gestione" di un cast internazionale di ottimo livello, parti secondarie comprese.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Puppigallo 17/9/18 20:09 - 4319 commenti

Se preso per quello che è, un action-drama piuttosto cupo, questo film merita un'occhiata, grazie anche alla buona prova dei protagonisti, che si muovono in una terra di mezzo, dove buoni e cattivi sono intercambiabili; e tutto è lecito per raggiungere lo scopo. La missione è a dir poco pericolosa e ai confini della realtà, il sangue scorre; e solo una commistione di fortuna, scaltrezza, sangue freddo e azione fuori da tutti gli schemi può dare una possibilità a chi ha intrapreso un simile cammino. Parola d’ordine, non fidarsi. Delude nell'ultima parte, piuttosto sbrigativa, ma non è male.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'interrogatorio; Il bigliettino fuori dalla porta "Sono seduto nel tuo salotto, non spararmi, cazzo!"; Il "movimentato" ritorno con la ragazzina.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Tarabas 28/4/19 14:42 - 1608 commenti

Tornano i protagonisti della guerra sporca ai cartelli messicani. L'idea è piuttosto abusata: il governo USA abbandona un suo uomo "dietro le linee nemiche" quando l'operazione segreta diventa troppo pericolosa per la politica. Lo svolgimento è tecnicamente ben fatto (e ben fotografato) quanto scontato e banale, riducendo il tutto a un action a base di sparatorie, esplosioni, bersagli identificati dai satelliti e via discorrendo con tutti i luoghi comuni (recenti e non) di questo genere. Finale implausibile, ad usum terzo episodio.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Daniela 20/10/18 0:49 - 8008 commenti

Questa volta il cambio in regia pesa meno della conferma dello sceneggiatore Sheridan: Soldado è un sequel valido, meno complesso del primo capitolo ma ugualmente cupo e pessimista, con scene d'azione grintose ed essenziali, dialoghi ridotti al minimo, gli stessi interrogativi etici su fini e mezzi. Efficace Brolin, funzionale gli altri, mentre è superlativa, come in Sicario, la prova del sofferto Del Toro nei panni di un personaggio spietato e vendicativo ma anche capace di misericordia verso i più deboli, protagonista di un bell'epilogo aperto che apre la strada al terzo capitolo della saga.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Prima fa mettere gli occhiali al ferito e si scopre il volto per farsi riconoscere, poi spara.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Capannelle 14/9/18 10:37 - 3562 commenti

Film intenso, cupo e che non sfigura ma che può apparire derivativo e lasciare sconcertati quanto a plausibilità dello script e abuso delle ambiguità. La volontà di far andare in apnea lo spettatore, che Sollima adempie con bravura, porta a molteplici scontri, caratterizzazioni estreme e a un commento musicale bello ma onnipresente: forse una maggiore modulazione avrebbe giovato. Tra le new entry emerge la Moner, tra i vecchi Brolin si perde alla distanza mentre Del Toro rimane una garanzia.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Ryo 18/11/18 22:20 - 1875 commenti

Lento ma interessante, tratta il problematico tema dell’emigrazione clandestina dal Messico agli USA con tutto ciò che ne consegue. Ma la denuncia sociale resta solo sullo sfondo, concentrandosi il film su una trama cruda e violenta in cui i servizi segreti debbono portare a compimento una missione senza dare nell’occhio. Grande prova registica e attoriale, con strizzatine d’occhio a Tarantino.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Digital 18/10/18 21:41 - 998 commenti

Robusto film di genere diretto dal talentuoso Sollima. La storia non è esattamente una novità, tuttavia viene ben condotta dal regista italiano potendo contare su un cast di assoluto valore, con un Del Toro in grande spolvero, un Brolin sempre valido e una brava Isabela Moner. Le scorribande al confine tra Usa e Messico sono foriere di azione, con una tensione pressoché costante e spiazzanti colpi di scena. Qualche crepa nel finale e alcune inverosimiglianze di troppo non vanno a minare la godibilità, che resta alquanto elevata.
I gusti di Digital (Fantascienza - Horror - Thriller)

Xamini   22/10/18 23:16 - 894 commenti

Diretto con mestiere da Sollima, pratico del genere, Soldado è duro e intenso come Sicario ma deve scontare una sceneggiatura più dozzinale: purtroppo la battuta di Brolin che stona già nel trailer non è una svista ma l'avvisaglia di un'impronta decisamente più americana. E così via libera ad almeno due soluzioni narrative a dir poco discutibili e in generale a una chiusura troppo frettolosa, che perde molta della forza acquisita nella prima parte e in fase di regia.
I gusti di Xamini (Commedia - Drammatico - Fantastico)

Zio bacco 10/11/18 16:59 - 225 commenti

Buon film di Sollima. La trama presenta spunti molto attuali, anche se la sensazione generale non è quella dell'originalità. Il sequel comunque regge egregiamente grazie all'ispirato duo Brolin-Del Toro, ben accompagnato da un buon cast. Davvero apprezzabile l'ombrosità corale del film che, quando sembra cedere al richiamo dell'americanata, si riscatta con un finale più che accettabile. Regia meritevole. Buon prodotto.
I gusti di Zio bacco (Comico - Commedia - Drammatico)