Cerca per genere
Attori/registi più presenti

SULLA MIA PELLE

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 11
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 12/9/18 DAL BENEMERITO MUTTL19741
PROSSIMAMENTE: un nuovo commento (firmato RAMBO90) a questo film verrà pubblicato il giorno 20/9/18 alle 0:18


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 18/9/18 5:57 - 10604 commenti

Attinge alla storia recente ma Ŕ realizzato con il (benedetto) spirito di denuncia che ha reso grande il nostro cinema in passato questo film di Alessio Cremonini, che racconta una vicenda ancora dolorosamente attuale. Film che denuncia i fatti con la sola forza della cronaca, evitando toni urlati ma adottando un racconto sobrio e rigoroso. Un film necessario che andrebbe visto da tutti e che si avvale della straordinaria interpretazione di Alessandro Borghi.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Fabbiu 14/9/18 23:50 - 1843 commenti

Gli ultimi giorni di Stefano Cucchi, in un film che colpisce suscitando tristezza per l'epilogo ma anche rabbia nel constatare ci˛ che Ŕ successo. Ben diretto, avvolge lo spettatore nel vortice di un dramma ormai noto a tutti. Gli attori dimostrano valide prestazioni, Borghi in primis, convincente nei panni di Cucchi, ma non sempre naturale, in particolare nel continuo biascicare. Ottima interpretazione per Max Tortora, padre di Stefano perfettamente nel ruolo.
I gusti di Fabbiu (Commedia - Fantascienza - Fantastico)

Didda23 17/9/18 15:00 - 1947 commenti

Cremonini non si limita a raccontare gli ultimi giorni di vita di Cucchi, ma va ben oltre riuscendo a rendere limpide almeno tre grosse problematiche sociali: il cancro della tossicodipendenza con le micidiali conseguenze familiari, il sadismo che regna in piccole frange delle forze dell'ordine e l'assurda burocrazia che l'ignaro cittadino deve affrontare in talune circostanze. Lo stile Ŕ asciutto e incisivo, rendendo bene l'idea del calvario subito dalla vittima (uno strepitoso Borghi). Si finisce dilaniati e con un profondo senso di sconfitta e di rabbia.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il lavoro straordinario sulla voce fatto da Borghi; Le continue visite (a vuoto) dei genitori; La freddezza dei medici.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Il Dandi 17/9/18 22:37 - 1343 commenti

Francamente incommentabile: la ricostruzione Ŕ rigorosamente esatta, financo pudica (il fatale pestaggio resta fuori campo); tuttavia tale correttezza si traduce anche in piattezza e l'angosciante e sfiduciata "resistenza passiva" di Stefano fa quasi l'effetto di uno snuff dei sentimenti a cui lo spettatore assiste, a tratti vergognandosi, con altrettanta impotenza. Notevole la mimesi fisica di Borghi ma, spiace dirlo, per quanto nobile Ŕ un film inutile: verrÓ visto solo da chi non ne ha bisogno.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La voce (del resto memorabile giÓ da prima, per gli interessati) del vero Stefano sui titoli di coda.
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Jandileida 15/9/18 18:57 - 1045 commenti

Finalmente un film di denuncia rigoroso, nello stile del pi¨ puro cinema d'inchiesta italiano anni '70, girato senza fronzoli e senza nascondere nulla, nÚ delle miserie del sistema carcerario italiano nÚ degli errori di quel povero Cristo morto ammazzato dopo una settimana di insensata agonia. Cremonini riesce a non scadere nella lacrima e al tempo stesso a tenere la barra dritta nel profluvio di emozioni che il film scatena nello spettatore: complimenti. Immenso Borghi.
I gusti di Jandileida (Azione - Drammatico - Guerra)

Lou 17/9/18 10:34 - 701 commenti

Il caso Cucchi viene affrontato da Cremonini in modo rigoroso, con una cronaca asciutta sufficientemente lontana dal rischio di strumentalizzazioni politiche. Al di lÓ della presenza di violenti senza scrupoli all'interno delle forze dell'ordine, emerge un quadro desolante dei meccanismi burocratici che contraddistinguono gli apparati della giustizia italiana, dove l'attenzione Ŕ pi¨ sullo scarico delle responsabilitÓ che sulla tutela dei diritti umani. Un film di forte impatto, che risveglia le coscienze a processo ancora aperto.
I gusti di Lou (Avventura - Azione - Drammatico)

Viccrowley 12/9/18 23:08 - 683 commenti

Non Ŕ mai semplice per il cinema, italiano in primis, trattare temi controversi senza scadere nel didascalico quando non nel patetico. E non Ŕ facile nemmeno tentare una narrazione rimanendo sopra le parti. Cremonini fa centro e tratta la vicenda del giovane Cucchi con tocco lieve ma forte al tempo stesso. Scandaglia sguardi, vive di spazi angusti che sempre pi¨ si stringono sul volto tumefatto di uno straordinario Borghi. La regia si muove lenta, accarezza corpi e sguardi, solitudine e disperazione. Con un'ultima inquadratura che spezza il cuore.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'ultima, straziante inquadratura con la macchina che piano piano allarga sulla scena.
I gusti di Viccrowley (Commedia - Fantascienza - Horror)

Thedude94 13/9/18 12:42 - 269 commenti

Opera molto malinconica, forte e che ti rimane dentro, diretta in maniera corretta da Cremonini che, con riprese di dettagli e scelte di polso, riesce a raccontare degnamente gli ultimi giorni di Cucchi. Ad interpretarlo Ŕ un Borghi strepitoso, che si prende la scena e cambia per questo ruolo sia l'aspetto fisico che la propria voce, risultando molto credibile. Nonostante manchi qualcosa dal punto di vista della sceneggiatura, lascia quella sensazione di libertÓ d'interpretazione dei fatti allo spettatore che Ŕ fondamentale, per certi film.
I gusti di Thedude94 (Drammatico - Gangster - Sentimentale)

Bubobubo 16/9/18 13:59 - 128 commenti

Gli eroi non esistono e anche se esistessero non ne avremmo bisogno. Stefano Cucchi non era un eroe e non viene giustamente rappresentato come tale: la sua colpa, venale o meno, andava scontata. Ma Ŕ proprio nell'imperfetta normalitÓ di un errore di percorso che si nasconde tutto l'orrore kafkiano di una delle vicende pi¨ torbide della recente nera italiana: una via crucis resa perfettamente dalla voce, dalla mimica e dai silenzi di uno strepitoso Borghi (ma tutto il cast Ŕ perfetto, Jasmine Trinca sugli altri). Straziante il finale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Che hai fatto?" "So' cascato dalle scale" "Quand'Ŕ che la smetterete con 'sta scusa delle scale?" "Quando le scale smetteranno de' menacce!".
I gusti di Bubobubo (Drammatico - Horror - Thriller)

Muttl19741 12/9/18 10:04 - 19 commenti

Non si pu˛ vedere questo film senza venire travolti emotivamente dalla tragica vicenda di Stefano Cucchi, ucciso da codardi, da mele marce, cancri dello Stato. Tutto il resto passa in secondo piano, persino la recitazione degli attori, Borghi su tutti, coinvolti profondamente e dotati di grande sensibilitÓ nel farci rivivere quella terribile ultima settimana di vita di Stefano. Ingrati i ruoli degli aguzzini, ben scelti comunque.
I gusti di Muttl19741 (Commedia - Drammatico - Giallo)