Cerca per genere
Attori/registi più presenti

DARKEST MINDS

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 11/8/18 DAL BENEMERITO DIGITAL

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Ryo
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c'è a detta di:
    124c, Digital


ORDINA COMMENTI PER:

124c 27/8/18 2:05 - 2617 commenti

Primo capitolo di una saga di successo non tanto dissimile da Hunger games e Divergent, con l'ennesimo futuro dittatoriale che ha ampiamente stancato. L'unica novità è la giovane protagonista afro-americana che, fra le altre cose, con i suoi occhi che luccicano e diventano arancioni, ha il potere di cancellare dai ricordi altrui la propria esistenza. Si potesse fare anche con questo film, che offre solo adolescenti dai poteri speciali alla X-men, in fuga da tutto e tutti e un teen drama all'acqua di rose che annoia anziché appassionare...
I gusti di 124c (Commedia - Fantastico - Poliziesco)

Ryo 26/9/18 17:52 - 1820 commenti

Forse una serie Tv sarebbe stata una scelta migliore per raccontare questa storia, anche perché la qualità non si discosta da quella di molti prodotti televisivi (in qualche caso addirittura superiori). La trama e la sceneggiatura non hanno niente di incredibile e tutto sa di già visto, con notevoli forzature e risvolti di situazioni ultraprevedibilidi e una love story alquanto forzata in mezzo. Simpatico se si è adolescenti e si cerca un po' di svago, a patto di non aver già visto i vari Hunger games, Divergent eccetera.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Digital 11/8/18 11:12 - 906 commenti

Fanta-sciocchezza, equiparabile a un episodio pilota di una serie tv di quart’ordine di Netflix. L’idea dell’epidemia che ha sterminato quasi interamente la popolazione infantile poteva condurre a lidi maggiormente interessanti, ma la regia non riesce ad andare al di là di dinamiche da teen-drama, con l’immancabile parentesi amorosa che va ulteriormente a penalizzare un film destinato a finire celermente nel calderone dei dimenticabili senza remora alcuna. Cast anonimo, sfx invadenti, colpi di scena ampiamente pronosticabili: passare oltre.
I gusti di Digital (Fantascienza - Horror - Thriller)