Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LAZZARO FELICE

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/6/18 DAL BENEMERITO GABRIUS79

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Davvero notevole! a detta di:
    Cotola, Gabrius79
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Lou
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Snowbird


ORDINA COMMENTI PER:

Cotola 13/7/18 14:16 - 6690 commenti

Partendo da un fatto realmente accaduto, la Rohrwacker continua a fare il suo cinema personale e fuori dalle mode perseguendo le sue idee come fa una vera "autrice". Ci regala così un universo fatto di umili ma impastati di tutti i sentimenti tipici dell'umanità. E ci regala momenti di grande bellezza e di delicato, e mai programmato, lirismo. Il risultato finale è un film particolare, non facilissimo da fruire ma meritoriamente lontano dagli asfittici panoramici dello spesso banale cinema nostrano. La Braschi per una volta recita degnamente; molto bravo Tardioli.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Gabrius79 6/6/18 23:40 - 1046 commenti

Un film coinvolgente e interessante girato con grazia e abilità da Alice Rohrwacher, che in due ore riesce a emozionarci e, a tratti, anche a farci sorridere. Ci si immedesima facilmente nella dolcezza e nella bontà del protagonista (uno straordinario Adriano Tardioli) e anche la Braschi, pur apparendo poco, lascia il segno. Il resto del cast (composto per lo più da attori non professionisti) recita ottimamente. Due ore che affascinano lo spettatore con il surplus della fotografia: calda nella prima parte e fredda nella seconda. Da applausi.
I gusti di Gabrius79 (Comico - Commedia - Drammatico)

Lou 8/7/18 22:43 - 691 commenti

Si parte da un villaggio di contadini dove il tempo si è fermato e la marchesa dispone a piacimento su cose e persone, per poi spostarsi in un ambiente urbano contemporaneo dove alla schiavitù della mezzadria si sostituisce quella dei moderni emarginati. In entrambi i casi Lazzaro è il buono della situazione, sempre immutabile, in odore di santità. Un film denso di simboli e di messaggi poetici, che parla in modo non banale dello sfruttamento degli uomini. Forse troppe pretese e messaggi sovrapposti, però un film originale che fa riflettere.
I gusti di Lou (Avventura - Azione - Drammatico)

Snowbird 7/6/18 12:04 - 3 commenti

Un’altra occasione sprecata. Il film parte bene, ma poi diventa fiabesco dunque irritante e da quando prende il volo verso il peggio non torna più con i piedi per terra. L’unica nota positiva è che fa capire quanto l'ignoranza renda l’uomo uguale all’animale, sempre pronto a schiacciare il più debole; ed ecco che la “vittima” diventa a sua volta “carnefice” verso un altro, come ci dice “la Marchesa” in un punto del film. Comunque sia non convince.
I gusti di Snowbird (Documentario - Drammatico - Horror)