Cerca per genere
Attori/registi più presenti

CONO D'OMBRA

All'interno del forum, per questo film:
Cono d'ombra
Dati:Anno: 2018Genere: corto/mediometraggio (colore)
Regia:Mirko Guerrieri, Edoardo Checcacci
Cast:Barbara Chelli, Massimiliano Milanesi, Oreno Giannini
Visite:398
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/5/18 DAL BENEMERITO MARKUS

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 13/4/19 7:33 - 10962 commenti

Cortometraggio chiaramente ispirato alla cinematografia di genere risalente agli anni ‘70. Gli autori sfruttano bene l’ambientazione solare toscana che contrasta con la chiusura claustrofobica degli interni e dirigono con un certo ritmo creando la tensione adatta alla storia. Sebbene non sorprendente, il finale si rivela efficace. Buona la colonna sonora. Non male.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Markus 4/5/18 9:42 - 2934 commenti

Campagna maremmana. Un motociclista raccoglie un orsacchiotto sul ciglio della strada e sarà l'inizio di un girone infernale. In questo cortometraggio traspare, da parte dei due registi, l'amore per il thriller italico Anni '70; anche le musiche, invadenti quanto ossessive, ci riportano inevitabilmente a quel tempo. La solare bellezza della Maremma si armonizza incredibilmente con le efferatezze mostrate. L'opera, ben realizzata nonostante il "no budget", pecca di una breve durata che in parte relega alcuni passaggi-chiave alla nemica fretta.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Buiomega71 5/5/18 15:39 - 2040 commenti

Il duo registico omaggia Non aprite quella porta, Il silenzio degli innocenti, l'horror country americano e certo psychothriller italico settantiano (con ribaltamento di prospettiva finale non così scontata). Buone riprese aeree, una certa cura nella fotografia, sonorità sullo stile di Chi l'ha vista morire? e la bellezza della maremma a fare da sfondo. Nettamente superiore a parecchi corti amatoriali, con una spiccata predilezione per i particolari (il disegno infantile che si imbratta di sangue, l'orsacchiotto). Geniali i titoli di coda sugli articoli di cronaca nera.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La ragazza pazza che ride e si dondola sul letto; La canzone "Spaziale" di Edda messa al punto giusto; Presa a sassate sulla capoccia.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Gabrius79 8/5/18 23:28 - 1117 commenti

Il cortometraggio di esordio della coppia Checcacci-Guerrieri è particolarmente riuscito, nonostante il budget ridotto. Una bella ambientazione nella Maremma toscana che va a incrociarsi con una storia dai risvolti thriller e che si fa seguire agilmente. Nessun dialogo, ma le musiche descrivono benissimo la storia che strizza l'occhio ai thriller in voga negli anni '70.
I gusti di Gabrius79 (Comico - Commedia - Drammatico)