Cerca per genere
Attori/registi più presenti

EVA

All'interno del forum, per questo film:
Eva
Titolo originale:Eva
Dati:Anno: 2018Genere: drammatico (colore)
Regia:Benoît Jacquot
Cast:Isabelle Huppert, Gaspard Ulliel, Julia Roy, Marc Barbé, Richard Berry, Didier Flamand, Ellen Mires, Nathalie Charade
Visite:165
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/5/18 DAL BENEMERITO XAMINI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Digital
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c'è a detta di:
    Xamini


ORDINA COMMENTI PER:

Xamini   4/5/18 0:35 - 811 commenti

Largamente deludente anche in lingua originale, questo dramma vede la Huppert nel ruolo di una escort agée, cui regala un'interpretazione raffinata, altera e bisbetica. Il giovane Ulliel (un Keanu Reeves francese) tenta invano di domarla, infilato in un personaggio che parte interessante ma finisce per rovinare, collassando, assieme al resto del film, su una serie di imperfezioni e storture che vi faranno storcere il naso. In due parole, scritto male.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Pensiero stupendo; l'inquadratura sul letto con gli specchi, con una musica che pare condurre altrove.
I gusti di Xamini (Commedia - Drammatico - Fantastico)

Digital 9/5/18 21:31 - 808 commenti

L’inizio è sicuramente promettente, degno dei migliori thriller. Poi, a poco a poco, tende ad accartocciarsi su sé stesso, risultando per lunghi tratti tedioso, con un ritmo tendenzialmente pachidermico e una storia che fatica a decollare. Ed è una vera disdetta perché aveva tutte le carte in regola per farsi ricordare benevolmente (notevole la fotografia e alcuni sprazzi di pura tensione); ma serviva una sceneggiatura più ruspante e meno incline all’autorialità. Ottima la Huppert, inquietante Ulliel. Imperfetto, ma può valere una visione.
I gusti di Digital (Fantascienza - Horror - Thriller)