Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA RIVINCITA DI NATALE

All'interno del forum, per questo film:
La rivincita di Natale
Dati:Anno: 2003Genere: commedia (colore)
Regia:Pupi Avati
Cast:Diego Abatantuono, Alessandro Haber, Gianni Cavina, Carlo Delle Piane, George Eastman, Nino Fuscagni, Petra Khruz, Osvaldo Ruggeri, Augusto Zucchi
Note:sequel di "Regalo di Natale"
Visite:6173
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 34
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 31/1/07 0:12 - 4201 commenti

Dissonante. Abile nel descrivere il quotidiano, Avati si lancia in una vicenda di inverosimiglianza eccessiva, il che ne comprime le positività. Guardabilissimo, piacevole, ma inutile. Attori ottimi, ben diretti, con un cenno per chi è, almeno in teoria, quinto fra cotanto senno: Eastman/Montefiori. Non dico che paia Brando o Bogarde, ma sottorecita che è un piacere (anche perché non ha mai neppure una doppia coppia…). Il film nel film, alla cineteca ove lavora Haber, è Un maledetto imbroglio di e con Germi. Un motivo ci sarà…
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 29/12/10 7:18 - 10470 commenti

Il regista Avati si cimenta nel sequel di uno dei suoi film più riusciti, operazione in Italia non comunissima. Pur essendo un onesto e ben realizzato prodotto però, La rivincita di Natale rimane un gradino inferiore al suo predecessore. Il regista non riesce infatti a ricreare la tensione del film precedente e la sceneggiatura delinea una storia un po' prevediile salvo che nel riuscito finale. Ottima la prova degli attori.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Il Gobbo 6/11/07 18:55 - 3004 commenti

Ambivalente sequel di un capolavoro, ha il pregio dell'esemplarità (messinscena, recitazione, cura formale), e il difetto dell'inessenzialità: al primo film niente si poteva togliere, ma nemmeno aggiungere, e questo secondo capitolo sa di compensazione - peraltro fuori tempo massimo. Però, in un panorama di macerie, questo pure sembra una cattedrale. Prodigi della professionalità in un mondo di imparaticci o presuntuosi.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Homesick 4/6/07 15:10 - 5737 commenti

Meritevole seguito di uno dei capolavori di Avati, realizzato vent’anni prima. Stessi protagonisti (invecchiati e sempre eccellenti), stessa partita a poker; ancora donne infide, amicizie tradite, raggiri, amarezza, rancori e un altro bel colpo di scena finale. Commedia cattiva e arricchita di thrilling.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Renato 18/7/08 14:18 - 1495 commenti

Meno riuscito del primo film, ma ugualmente godibile. Certo, la partita di poker regala forse troppi colpi ad effetto di scarsa credibilità, ma per chi ha amato il primo capitolo la visione è obbligatoria e non si rimane nemmeno troppo delusi. Peccato che Avati abbia scelto per una parte comunque importante la tremenda Petra Khruz, forse l'attrice più inespressiva vista sul grande schermo dai tempi di Francesca Dellera.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Quando Eastman firma "la ricevutina" per il catering...
I gusti di Renato (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Cotola 9/1/08 23:57 - 6634 commenti

È tempo di rivincita per chi nel primo film subì una dura batosta. Alleanze, più o meno segrete, e controalleanze, giochini psicologici molto sporchi. Chi sta con chi? Come andrà a finire? Dopo quasi vent’anni Avati gira, probabilmente per pure ragioni “alimentari”, il sequel del suo film più amato e famoso. Purtroppo la tensione emotiva presente nel primo capitolo è assolutamente assente, a causa di una sceneggiatura molto discutibile, che cerca solo di sbalordire lo spettatore, salvo poi arrivare al più facile e prevedibile dei finali.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Tarabas 30/12/10 17:18 - 1505 commenti

Venti anni dopo la stangata natalizia subita, Franco si è rimesso in piedi, anzi è diventato un pezzo grosso. Ma ha il pensiero fisso della rivincita e quando gli si prospetta l'occasione, organizza un'altra partita con l'avvocato. Sfugge il motivo di un sequel per un film straordinario come l'originale Regalo di Natale. La storia è la stessa, con l'obbligata complicazione dei tradimenti incrociati per generare l'effetto sorpresa finale. Di per sè non è male, ma il confronto con il primo film è impietoso.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Daniela 15/1/12 16:27 - 7221 commenti

Se la vendetta è un piatto che va gustato freddo, questa è più freddo delle patate lesse dell'Avvocato... 15 anni hanno imbiancato le teste dei protagonisti, ma non annebbiato il ricordo del primo film negli spettatori, per cui questa volta siamo certi di star assistendo ad un bidone, e resta da chiedersi "di chi ai danni di chi". Sorpresa che, se non va a segno per i falsi amici (troppi gli indizi fin dall'inizio), meglio riesce per l'imprevisto alleato. Qualche snodo sforzato e qualche faciloneria, ma il cast eccellente ci mette una toppa.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Ma perché gioca a poker il bravo Eastman? Mai una volta che gli facciano vincere una manuccia, anche da due lire...
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Caesars 27/2/07 16:10 - 2321 commenti

Avati, a distanza di molti anni, tenta di dare un seguito a Regalo di Natale; l'impresa si può dire riuscita solo a metà, e infatti questa volta il risultato è più "telefonato": non si è più sorpresi dal vorticoso giro di doppi giochi, come era successo con il suo predecessore. Ancora una volta tutti gli attori recitano in modo splendido e la regia è sempre precisa e rigorosa, ma non si può più parlare di capolavoro. Comunque un film da vedere.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Capannelle 5/6/16 0:31 - 3415 commenti

Fotocopia sbiadita del primo? In buona parte sì, con qualche faciloneria di troppo nei doppi giochi e nel finale troppo roboante. Scorre abbastanza fluido e gli interpreti sono sempre ben amalgamati, ma tutto appare scolastico e poco in grado di dare emozioni, anche a chi non avesse visto il primo episodio.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

G.Godardi 4/3/08 16:20 - 950 commenti

Sequel pare voluto con insistenza dai protagonisti stessi della precedente avventura. Qui Avati abbandona in parte l'indagine psicologica del film passato, in favore di un gustoso ritorno al cinema di genere puro. Infatti ci troviamo davanti ad un thriller/noir in piena regola, con tutti i crismi del genere (dark lady compresa). Artisticamente è sì inferiore al prototipo, ma in quanto a intrattenimento è una gemma sopraffina: ha ritmo ed appassiona sino allo svelamento finale. Un po' macchinoso e artefatto nella costruzione, ma molto godibile.
I gusti di G.Godardi (Horror - Poliziesco - Thriller)

Stubby 27/2/07 17:38 - 1147 commenti

Molti pensano che non ci fosse bisogno di dare un seguito al capolavoro Regalo di Natale e io in parte concordo: questo seguito è più che dignitoso, però il regista è inciampato secondo me in alcuni, diciamo, luoghi comuni. I protagonisti sono sempre ottimi e le atmosfere del primo film rimangono pressoché intatte. Haber è sempre bravo e Abatantuono si conferma, anche se lo avevo gradito molto di più nell'altro film. Ottimo come sempre Delle Piane. Da vedere, ma senza aspettarsi il pathos del primo.
I gusti di Stubby (Azione - Horror - Western)

Cif 4/9/08 19:23 - 272 commenti

Ottimo sequel. Avati sposta il gioco su di un altro terreno, ovvero offrire un diverso punto di vista dei medesimi personaggi del film originale. Una costruzione di bluff non sul tavolo da gioco ma nella vita. Ed ecco che il bonaccione Haber riserverà molte sorprese, così come il "nemico" Delle Piane paleserà un sorprendente lato umano, cedendo il posto di antagonista, ed anzi collaborando quasi con intento riparatorio alla rivincita di Abatantuono. E poi quel magnifico, minore, George Eastman, bolso, deriso e sempre due passi dietro la scena.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le interpretazioni di Haber e Abatantuono.
I gusti di Cif (Drammatico - Fantascienza - Giallo)

Rambo90 8/10/13 19:30 - 5182 commenti

Avati torna sul panno verde e lo fa con una grande professionalità, qualità che garantisce al film di essere godibile quasi quanto il primo, nonostante una storia più inverosimile nel voler essere consolatoria. Il cast è, come nel precedente, di grande livello: nessuno fuori posto, tutti in parte e perfettamente affiatati tra loro. Notevole.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Myvincent 15/2/12 12:18 - 2053 commenti

18 anni dopo gli stessi componenti di varia umanità si riuniscono per disputare la rivincita della loro storica partita a poker, in cui non del tutto ancora s'è messo in gioco. Tra sgambetti e meschinità, più o meno inaspettate, la vittoria sarà suddivisa con giustizia. I soliti cinque grandi interpreti immersi nelle loro differenti caratterizzazioni a servizio di una regia solida, veloce e sicura, dove il gusto dei dettagli impreziosisce un insieme che non ha bisogno di nessuna aggiunta o sottrazione. Piatto eccellente.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Paulaster 4/12/16 21:47 - 1819 commenti

In un sequel, stavolta con le ambientazioni più natalizie, si inscena l'agognata seconda partita a poker bolognese. L'aura è ancora più misteriosa per uno scontro da tutti contro tutti e fin quasi al termine ci si domanda chi finirà in bolletta. Epilogo meno incisivo, il ruolo della ragazza inutile (scadente il doppiaggio) e piccoli incastri un po' forzati indeboliscono il quadro. Il pregio è l'aver riproposto lo stesso tema mescolando, appunto, le carte intrigandoancora. Buono e utile l'uso misurato di immagini del film precedente.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Delle Piane nella sala da ballo.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Mickes2 9/8/13 14:31 - 1550 commenti

Ci si ritrova, dopo 17 anni, per sistemare definitivamente una vicenda che ha segnato - volenti o nolenti, chi più chi meno - tutti i partecipanti. Ma la lezione non è servita (o è servita sin troppo bene) e l’accidia e la freddezza delle persone son rimaste le medesime, hanno solo cambiato profilo. Buon sequel, un altro film di attori, meno atmosferico del precedente e perso in snodi (seppur piccoli) che cadono nel vuoto. Un altro piccolo disegno di legami insanabili, sempre più diffidenti, alienati. Una buona rivincita (ghiacciata).
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Il ferrini 14/1/16 1:23 - 1162 commenti

Ottimo sequel; meccanismo ben congegnato, anche qui tensione palpabile e gradevoli invenzioni registiche. Inferiore al primo solo per la recitazione: fatti salvi Abatantuono e Haber (granitici) gli altri infatti scricchiolano un po', soprattutto Delle Piane. Tuttavia, nel complesso, si tratta di un gran bel film, anche stavolta con un finale sorprendente e decisamente meno amaro del primo. Da vedere.
I gusti di Il ferrini (Commedia - Thriller)

Furetto60 2/10/13 11:36 - 1129 commenti

Avati è riuscito nel difficile intento di rendere avvincente un sequel di cui si sentiva la necessità: non poteva finire in quel modo. Abbiamo dovuto attendere 18 anni per gustare questa vendetta gustata molto a freddo e forse è un bene che sia così: il tempo non ha scalfito l’amalgama tra gli attori e i personaggi hanno solo perso... il pelo ma non il vizio del gioco. La partita, clou del film, è ancora più spettacolare della prima, ognuno detesta l’altro, solo uno resta al di sopra delle parti e sarà quello decisivo…

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L’avvocato passa: aveva un poker in mano...
I gusti di Furetto60 (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Ultimo 24/2/15 10:19 - 1123 commenti

Nonostante non sia un amante dei sequel, devo ammettere che questo film di Avati è riuscito. Certo, non siamo ai livelli di Regalo di Natale, ma l'idea di riportare i cinque sul tavolo da gioco è più che buona e, tanto lo svolgimento della vicenda quanto la partita, riveleranno notevoli sorprese. Bravo e impeccabile Carlo Delle Piane, un po' sottotono Cavina. Si vede anche Augusto Zucchi. Promosso.
I gusti di Ultimo (Commedia - Giallo - Thriller)

Lythops 14/4/11 7:58 - 935 commenti

Viene sempre spontaneo, quando ci si trova di fronte a un sequel, fare paragoni col film originario; questa "rivincita", secondo me, fa ancora più leva sull'assioma in base al quale le persone, col tempo e prigioniere del proprio background, peggiorino anziché migliorare. L'introduzione di nuovi personaggi, come il prof. Delai e relativa consorte, dà un ritmo differente al film, non migliore o peggiore, ma semplicemente diverso: per questo preferire il "regalo" o "la rivincita" è cosa tutto sommato naturale.
I gusti di Lythops (Documentario - Poliziesco - Thriller)

Xamini   25/12/07 20:13 - 806 commenti

Abatantuono sfoggia un volto ben diverso rispetto al Regalo. Ora non possiede più la fresca sfrontatezza dei suoi capelli neri; ha acquisito la consapevolezza dell'uomo di successo che ben si adatta al suo personaggio invecchiato, quel Franco la cui vita è stata riportata sulla china del trionfo da esigenze di copione. Piovono i colpi di scena, ma è forse il dramma a fare difetto, con qualche sorriso in più e un sapore di rivincita che si respira sin dalla citazione pre-titoli di testa. Ad ogni modo resta una pellicola girata con il garbo che si conviene al prequel, con il quale condivide il medesimo gusto sopraffino.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il momento in cui appare il nuovo albero di Natale extralusso con neve finta a corredo e l'intera tavolata si volta.
I gusti di Xamini (Commedia - Drammatico - Fantastico)

Vitgar 2/2/15 13:51 - 586 commenti

Come dissi altre volte è sempre un rischio un sequel di un film di successo, soprattutto se non se ne modifica lo svolgimento. Avati non ha bisogno di elogi e gli va riconosciuta la capacità di tenere in mano un film che per quasi tutta la durata si svolge attorno a un tavolo da gioco. Poco verosimili la trama e le "alleanze" tra i giocatori. Più che buono il livello della recitazione di tutti gli attori, ma... mi sembra di averlo già visto una volta di troppo.
I gusti di Vitgar (Commedia - Thriller - Western)

Stelio 28/4/14 16:40 - 380 commenti

Avati dà una buona prova della propria lucidità artistica e dopo 20 anni confeziona una nuova storia di tutto rispetto, diversa nello stile e nella narrazione (oltre che nella regia) rispetto al primo capitolo: il risultato è un buon film che racconta una buona storia, prevedibile nello svolgimento ma con un finale tutto sommato interessante. Tra i difetti, forse, c'è una partita di poker troppo breve e dal ritmo narrativo eccessivamente accellerato.
I gusti di Stelio (Animazione - Commedia - Drammatico)

Manowar79 4/1/10 0:28 - 309 commenti

Stessi rancori, stesse cifre (stavolta si ragiona in euro), stessa atmosfera... 20 anni dopo. Non era facile realizzare il sequel di un film sui generis come Regalo di Natale: Avati c'è riuscito, forte del medesimo, solido cast e di qualche efficace colpo di scena che il regista sembra aver metabolizzato nel corso delle sue poliedriche esperienze attraverso i generi. Chi ha amato il primo capitolo gradirà senz'altro ritrovare il talento di Abatantuono, di Delle Piane e compagni, di nuovo riuniti intorno a quel fatidico tavolo...
I gusti di Manowar79 (Commedia - Fantascienza - Horror)

Ilcassiere 14/5/10 10:14 - 277 commenti

I quattro amici protagonisti del primo film si trovano nuovamente seduti attorno ad un tavolo per una partita di poker che dovrebbe essere la rivincita contro quel ricco avvocato che era uscito vincitore 18 anni prima. Anche questa volta ci sono sporchissimi doppi giochi e anche questa volta, di conseguenza, il vile danaro massacra senza pietà l'amicizia. Le alleanze però non sono quelle che sembrano e il finale è sorprendente. Un po' meno "teso" del primo, questo secondo capitolo (sempre scritto e diretto da Pupi Avati) è da vedere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Non vendicarsi avvelena l’animo almeno quanto vendicarsi, se non di più.
I gusti di Ilcassiere (Commedia - Giallo - Thriller)

Liv 19/9/15 10:42 - 233 commenti

A gentile richiesta, una nuova versione della partita di poker, di ambientazione tutta milanese, dove è l'apparire, i dané che contano (ma Abatantuono fa la réclame della BMW?). È anche più americano. Il ritmo è serrato, sorprese dietro ogni angolo, cambio di registro, di ambientazione, di situazione a ogni scena. Non manca l'erotismo senza fronzoli. Anziché diluire la partita con i flashback, qui è stata ampliata la preparazione. Forse è l'uico pregio, rispetto al primo film.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Cavina, unico bianco, che fa il cameriere in un ristorante di tutti neri.
I gusti di Liv (Animazione - Avventura - Commedia)

Mtine 2/1/18 8:49 - 206 commenti

Fare di mestiere il sequel di un gran film è il lavoro più ingrato: il rischio di deludere i fan del capostipite è sempre alto. Avati, inserendo una trama ben più complessa e "moderna" dell'originale, riesce a creare un'opera più che dignitosa: se a volte si storce il naso per l'inverosimiglianza di certe situazioni, non si possono non apprezzare la direzione di attori ancora in palla, un'aggiornata critica alla vacuità dei rapporti interpersonali con sarcastici riferimenti al Natale e buoni colpi di scena. Non un capolavoro, ma mai deludente.
I gusti di Mtine (Comico - Giallo - Thriller)

Franz 8/12/09 14:59 - 108 commenti

Apprezzabile seguito del primo film: nuova, ottima recitazione dei cinque protagonisti (stavolta Eastman ha meritatamente un po' più spazio), bella la fotografia degli esterni bolognesi, maestosa la villa dove si consuma la sfida delle sfide. La sceneggiatura ha qualche pecca (ad esempio il 'medico'-finanziatore viene smascherato con troppa facilità), tuttavia i sentimenti dei personaggi e le loro bassezze sono resi con molta forza. Un'ottimo ornamento, insomma, al primo Regalo di Natale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La ex-cappella privata della villa (con tanto di acquasantiera trasformata in posacenere!), profanata dal poker e dal vil denaro!
I gusti di Franz (Commedia - Horror - Sentimentale)

Zutnas 20/10/10 12:38 - 78 commenti

Partendo dalla base solidissima di Regalo di Natale, Avati costruisce un buon sequel mantenendo intatto lo stile originale e girando anche qui scene memorabili di poker. Ma ora sono molte anche le sequenze lontane dal panno verde che cercano di spiegare le vite e le ragioni dei protagonisti (stesso cast del primo film) e che finiscono per essere forse troppo didascaliche e di appesantire il tono essenziale della narrazione. Macchinazioni, suspence e finale a sorpresa.
I gusti di Zutnas (Avventura - Fantascienza - Gangster)

Shannon 22/12/12 13:08 - 72 commenti

Franco Mattioli ce l'ha fatta: quindici anni dopo la batosta è un imprenditore di successo, sicuro di sé (e solo). Quando ritrova i vecchi "amici" per la rivincita, dimostra di essere diventato un uomo migliore. Strepitoso seguito di Regalo di Natale: c'è meno introspezione psicologica, certo, ma i personaggi li conosciamo già e la spietatezza con la quale vengono descritte le squallide vite dei due vigliacchi è comunque molto significativa. Come dire: non c'è riscatto per gli infami. All'altezza del "Regalo": ****.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Una volta io e te eravamo amici" "Amici? Io e te? Ma quando? Ma che giorno? Ma dove? Ma a che ora?"; Petra Khruz: molto decorativa.
I gusti di Shannon (Avventura - Drammatico - Thriller)

Andykap 5/7/11 16:33 - 37 commenti

Seguito non proprio all’altezza dell’illustre precedente con cast invariato: dal momento che quella “rivincita” anticipa un po’ troppo, ci si avvita un po' nei doppi e tripli giochi. Al di là delle pecche in termini di verosimiglianza e suspence (che qui ad Avati interessa poco), rimane comunque un bel film con ancora una grande prova di attori (ma la Khruz, sicuramente molto bella, fa sembrare la somigliante Sharon Gusberti dei Ragazzi della 3 C Marlene Dietrich).
I gusti di Andykap (Drammatico - Fantascienza - Thriller)

Crisscross 20/7/12 22:24 - 4 commenti

Purtroppo questo seguito è minato alla base da eventi troppo rapidi (e troppi in assoluto...) che annacquano la tensione e non restituiscono le emozioni necessarie che erano ben presenti nel primo film. Forse per miei limiti non ho capito cosa si volesse fare delineando le debolezze dell'avvocato nei confronti delle donne. Nel film tutto ciò non porta a nulla di concreto. Partita finale scarsamente credibile.
I gusti di Crisscross (Commedia - Documentario - Thriller)