Cerca per genere
Attori/registi più presenti

L'ODORE DELLE BELVE

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 1
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/1/18 DAL BENEMERITO FAUNO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Fauno


Fauno 23/1/18 22:21 - 1822 commenti

Durissimo lavorare per una rivista di scandali nei bassifondi e avere l'umanitÓ che ha Ronet in questo film; un passato talmente tragico da non fargli sopportare la luce naturale e una ferrea determinazione a non accettare altre minacce o soprusi. Presto si renderÓ conto di come le cose siano ben diverse per le sue "vittime" da come gli viene imposto di raffigurarle e questo lo farÓ (coi dovuti aiuti) riconquistare la sua vera essenza. Il marcio della Ville Lumiere Ŕ efficace nel lanciare la visione del film e De Sica-clochard Ŕ il valore aggiunto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La resa dei conti coi neri (l'invito Ŕ dei pi¨ papali); La disponibilitÓ e la tristezza della Chaplin che fa da specchio a quella di Ronet.
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)