Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• SHARK ZONE - IL TERRORE GIUNGE IN SUPERFICIE

All'interno del forum, per questo film:
• Shark zone - Il terrore giunge in superficie
Titolo originale:Shark Zone
Dati:Anno: 2003Genere: animali assassini (colore)
Regia:Danny Lerner
Cast:Dean Cochran, Alan Austin, Brandi Sherwood, Velizar Binev, Luke Leavitt, Plamen Zahov, Alexander Petrov
Note:Titolo di lavorazione: "Jurassic shark".
Visite:1390
Filmati:
Approfondimenti:1) TUTTI GLI SQUALI AL CINEMA E IN TV
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Ennesimo “straight to video” della Nu Image dedicato agli squali bianchi. La fantasia è ormai agli sgoccioli e non si fa altro che riciclare sempre più spudoratamente le due-tre idee intorno alle quali gira da sempre il filone. In SHARK ZONE, in particolare, si unifica lo spunto spielberghiano classico (il sindaco che pretende di celebrare la classica festa da spiaggia infischiandosene del fatto che lo si avverta delle ripetute vittime di shark attacks in zona) a un altro molto sfruttato, quello del galeone sommerso con tesoro annesso custodito dai feroci squali bianchi. Un po’ di thriller e un po’ di gangster movie da quattro soldi, in pratica, il tutto confezionato alla meno peggio con attori mediocri e - per l'Italia - un doppiaggio piattamente televisivo (anche se leggermente superiore alla media). L’ambientazione inedita (siamo a San Francisco) non sposta di una virgola le coordinate del filone, con gli attacchi degli squali che si fanno in questo caso davvero numerosi. L’integrazione con spezzoni rubati dai precedenti SHARK ATTACKS qua e là è condotta con una certa perizia, mentre nell’orchestrazione e nel montaggio degli attacchi c’è pochissima fantasia e le scene, pur sanguinarie, rischiano di deludere per la loro ripetitività. Gli squali (per fortuna più reali che digitali) “naturalmente” ruggiscono alla grande mentre l’eroico guardiacoste lascia morire allegramente i suoi compagni d’avventura nel segno di un’impotenza e una castroneria imbarazzanti. Dialoghi spesso al limite del trash, ma un soggetto se non altro ricco di eventi e una regia dinamica rendono il film passabile.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Puppigallo 7/1/10 20:34 - 4318 commenti

Riecco gli squali che vanno ai 200 all'ora, tranne quando li riprendono frontalmente. Ringhiano, ruggiscono e azzannano tutti, neanche dovessero far provviste per 15 anni; e ce ne sono pure a decine di squali bianchi (più di tutti quelli sparsi nell'oceano), riuniti per la sanguinosa mattanza umana. La trama è da videogioco di miserrima serie (i bagnanti da proteggere, il tesoro da recuperare e gli squali da evitare), gli attori sono un branco di guitti e il doppiaggio è quasi penoso (non parliamo del contenuto). Risultato: un filmaccio dove si salvano solo le riprese di squali veri.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il protagonista sogna la moglie ingoiata da uno squalo bianco, con spruzzata di sangue e poltiglia su una parete; Il figlioletto (un freak).
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Stubby 4/7/09 17:13 - 1147 commenti

C'è poco da dire, il filone degli squali deve essere terribilmente di richiamo visti gli svariati Z movies che fuoriescono come le mosche vicino al miele. A parte i dialoghi piuttosto penosi (sarà il doppiaggio italico?) e le interpretazioni a tratti imbarazzanti, salvo completamente le sequenze in acqua con gli squali, davvero notevoli, ma che alla lunga purtroppo tendono a stancare causa la loro ripetitività.
I gusti di Stubby (Azione - Horror - Western)

Lucius  1/1/10 16:54 - 2741 commenti

Il film che sfrutta sfacciatamente la combinazione filone degli squali/caccia al tesoro poteva senz'altro essere girato meglio; ha un montaggio "traballante" e dei dialoghi risibili; restano le sequenze subacque e l'idea di base della sceneggiatura, che poteva essere scritta e realizzata molto meglio.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Buiomega71 1/6/11 0:21 - 2003 commenti

Orrendo, una totale presa per il sedere. Lerner, già produttore della serie degli Shark attack, si lascia andare a semplificazioni tremende! Tutti (e dico tutti) gli attacchi degli squali sono scene isertate dai precedenti Shark attack, cioè il 2 e il 3, opera di David Worth. Lerner gira ex novo solo le scene della sottotrama thriller con i russi; il resto è un lavoro di rimontaggio preso di peso dagli altri due film. Mi diverto con il trash e l'assurdo, ma detesto operazioni simili. Ignobile e invedibile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Cosa rimane di un film fatto per metà con spezzoni di altri film? I brutti ceffi dei russi; lo squalo che sbuca dalla piscina, insertato pure quello.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)