Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• RED WATER - TERRORE SOTT'ACQUA

All'interno del forum, per questo film:
• Red water - Terrore sott'acqua
Titolo originale:Red Water
Dati:Anno: 2003Genere: animali assassini (colore)
Regia:Charles Robert Carner
Cast:Lou Diamond Phillips, Coolio, Rob Boltin, Garth Collins, Gideon Emery, Dennis Haskins, Langley Kirkwood
Visite:1048
Filmati:
Approfondimenti:1) TUTTI GLI SQUALI AL CINEMA E IN TV
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 1
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Finora nei fiumi a 35mm c’erano i piranha, ad uccidere gli incauti bagnanti. Con RED WATER ci ritroviamo invece uno squalo. Possibile? In linea teorica sì, visto che esiste lo squalo toro (o zambesi) che bazzica davvero i corsi d’acqua dolce. Perché qui lo chiamino blue shark (che è la verdesca, squalo d’acqua salata come tutti gli altri) non è dato sapere. Poi lo vediamo con le sembianze classiche dello squalo bianco e ci rendiamo conto che agli autori della verosimiglianza interessava poco o niente. Ad ogni modo il pescecane in questione è solo una figura marginale, nell’economia del film. L’interesse è spostato sul solito recupero di una refurtiva nascosta in fondo al fiume, giusto nelle acque dove sta operando una piattaforma petrolifera. Da una parte i gangster (tra loro il celebre rapper Coolio, che strepita e spara facile!), dall’altra i trivellatori al lavoro, ai quali si aggiunge l’eroico Lou Diamond Phillips, pescatore locale. Che sia un tv-movie è immediatamente chiaro, e anche se l’ambientazione insolita - per il genere - sulle prime funziona e ha un suo fascino, presto ci si accorge di avere a che fare con un film d’azione tutto grida ed esplosioni (dovute alla fuoriuscita di petrolio), con lo squalo a presidiare la zona intervenendo per qualche sporadico attacco. Ma gli effetti sono miserrimi, l’animale palesemente di plastica e, nei momenti in cui si fa sotto, tutto si risolve quasi sempre con il rosso del sangue a colorare l'acqua (da cui il titolo, si suppone). Qualche buona ripresa a pelo d’acqua, ma suspense nulla e un finale (con lo squalo trapanato come dal dentista) ridicolo.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

Puppigallo 27/7/07 8:57 - 4340 commenti

Il titolo più giusto sarebbe stato “Red Water Close”. Preparatevi ad assistere a un polpettone condito con dialoghi quasi pietosi, pozzi petroliferi da rottamare, personaggi caricaturali (soprattutto i cattivi) e una mancanza di idee che può far pensare a una lobotomia del regista. Lento, parlato, ma senza dire nulla; e quando finalmente appare lo squalo, invece di dare un po’ di vita alla pellicola, la ridicolizza definitivamente (l’attacco sulla passerella è da parodia). Il pescecane è praticamente di gommapiuma. Penoso.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)