Cerca per genere
Attori/registi più presenti

GIFTED - IL DONO DEL TALENTO

All'interno del forum, per questo film:
Gifted - Il dono del talento
Titolo originale:Gifted
Dati:Anno: 2017Genere: drammatico (colore)
Regia:Marc Webb
Cast:Chris Evans, Mckenna Grace, Lindsay Duncan, Octavia Spencer, Jenny Slate, Michael Kendall Kaplan, John M. Jackson, Glenn Plummer, John Finn
Visite:245
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 7/11/17 DAL BENEMERITO DANIELA

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Daniela 7/11/17 13:01 - 8240 commenti

La piccola Mary ha una mente prodigiosa. Lo zio cerca di allevarla come una bimba della sua età, mentre la nonna intende farle seguire le orme della madre suicida, anch'essa genio della matematica... Fra dramma e commedia, un film che non lesina sugli effetti lacrimevoli ma mantiene una propria dignità grazie alla prova del cast: inaspettatamente credibile Evans in un ruolo per lui poco abituale, meno uggiosa del previsto Mckenna, sempre identica a se stessa ma simpatica Spencer, la migliore è Duncan, mamma/nonna inaffettiva e divorata dall'ambizione.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Didda23 9/9/19 9:27 - 2137 commenti

Il cinema americano non è nuovo a tematiche similari (basti pensare a Will Hunting), è originale - invece - l'approccio approntato dalla sceneggiatura: il fulcro dell'opera non è tanto il talento e le conseguenze che questo dono crea, quanto capire qual è l'ambiente migliore per coltivarlo. Più convincente nelle parti intime e umane, mentre la parte processuale rallenta il dinamico registro narrativo. Webb, dopo la parentesi marvelliana, torna con discreti esiti in un lido a lui congeniale. Evans sforna una prestazione credibile, sorretto da comprimari (la Spencer) all'altezza.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'insegnante che scopre il talento della piccola; Il quesito sbagliato all'università; Le volontà della madre.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Maxx g 11/11/19 17:32 - 443 commenti

La trama è invero banale e ricorda, per certi aspetti, Il mio piccolo genio, diretto da Jodie Foster nel 1991. Si tratta di una bambina prodigio che vive con lo zio. La madre si è suicidata mentre il padre non la conosce affatto. La nonna materna combatte con il figlio per chi debba tenerla. Al di là dei sentimenti per la bambina (invero assai poco sopportabile), il film non ha alcun sussulto e si trascina stancamente. Da vedere solo per curiosità.
I gusti di Maxx g (Comico - Horror - Western)

Zio bacco 20/11/17 12:38 - 225 commenti

Una bambina baciata dal genio della matematica è contesa fra zio e nonna. Alla fine... Certo, detta così la vicenda è molto banale, ma di per sé il film non offre, a ben vedere, chissà quali spunti ulteriori. Molto buona la prova di recitazione del cast, ben assortito, nel quale brilla Lindsay Duncan. Meno buona la sceneggiatura, che a mio avviso scade spesso in dialoghi inutili o stucchevoli (specie quando la piccola formula elucubrazioni einsteiniane). Nel complesso è un film apprezzabile, ma condito da abbondante buonismo.
I gusti di Zio bacco (Comico - Commedia - Drammatico)

Muttl19741 27/9/18 20:17 - 86 commenti

Marc Webb, già regista di due capitoli del reboot di Spider-man, si accolla l'impresa di raccontare la storia di una bambina più che superdotata. La vicenda dell'abilità della fanciulla viene però iper-spettacolarizzata, come se si stesse raccontando una storia della Marvel e l'analisi, centrata in alcuni aspetti, rimane a livello superficiale e risulta a tratti posticcia. La liaison tra due dei protagonisti si intuisce dai primi frames e banalizza il racconto. Film più vicino a Ant-man che a Will hunting.
I gusti di Muttl19741 (Commedia - Drammatico - Giallo)

Gippal 15/11/17 9:19 - 67 commenti

Mary è un genio di bambina: a sette anni risolve problemi matematici accademici con una nonchalance invidiabile. Ma, a differenza di altri film simili, la scena è solo indirettamente calata su di lei, emergendo presto altri temi connessi ai vari personaggi del film. Ciò che preme e risalta più di ogni altra cosa è il diritto alla spensieratezza, al gioco. La vita è una sola e, per quanto dotati, per quanto di mente sopraffina, tali "diritti" non possono negarsi a nessuno.
I gusti di Gippal (Animazione - Drammatico - Sentimentale)