Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• TWIN PEAKS - IL RITORNO (18 EPISODI)

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 11
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/9/17 DAL BENEMERITO REBIS

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Rebis 19/9/17 10:16 - 2086 commenti

Nel 1990 David Lynch stabiliva i canoni della serialità tv. Oggi li sabota con un meta-testo esponenziale che assalta l'entertainment e manda all'aria il concetto di storyline proliferando in dimensioni parallele, alternative e consequenziali; boicotta il cliffhanger spalancando una complessità interpretativa che costringe allo smarrimento. Una dichiarazione d'amore all'immaginale, ai personaggi e agli interpreti che lo abitano - e al suo pubblico. L'enigma non si scioglie: perpetua nel continuum spazio-tempo l'atto di creazione e distruzione. Definitivo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La glass box; l'avvento di Dougie e Mr. C.; "Helloo-ooo!"; l'episodio 8; Diane: "Who are you?!"; il congedo della Signora Ceppo; Ed e Norma; l'urlo.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Hackett 19/9/17 21:44 - 1716 commenti

David Lynch torna oltre un quarto di secolo dopo sul luogo del delitto e torna da vincitore. Nonostante i suoi detrattori e il suo cinema per pochi, torna su quella che fu la sua creatura più celebre con un bagaglio personale ancora più ricco e senza paura di andare contro il cult che aveva creato. Addirittura rincara la dose sfornando un film di diciotto ore che non guarda in faccia a nessuno e si prende tutto il tempo che gli serve. Solo lui poteva permetterselo. I detrattori continueranno a odiarlo, ma i fan lo ameranno sempre di più.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

Fabbiu 7/4/18 17:24 - 1920 commenti

Fedeli alle promesse fatte, Lynch e Frost sono tornati a Twin Peaks dopo venticinque anni e, oggi come allora, ciò che vediamo è in grado di lasciarci costantemente a bocca aperta. Non solo sequel: si spiegano molte cose del passato ma vi è anche una preparazione per un'eventuale prossima produzione. Ancora commistioni a non finire: umorismo e inquietudine (quest'ultima approfondita negli aspetti metafisici) e varianti nelle ambientazioni (con innesti al film Fuoco cammina con me!) Un'opera tanto complessa quanto adorabile. Capolavoro.
I gusti di Fabbiu (Commedia - Fantascienza - Fantastico)

Piero68 20/9/17 14:31 - 2748 commenti

E' sempre difficile commentare un capolavoro. Può bastare una sola parola (capolavoro appunto) e potrebbero non bastarne mille. Sta di fatto che Lynch, uno dei registi più visionari di tutti i tempi, non solo riscrive nuovamente la storia della TV e si riappropria di un prodotto da cui si era dovuto allontanare per motivi commerciali, ma fa quello che nessuno era mai riuscito a fare prima; perchè Twin Peaks non è solo il sequel di una fiction ma è l'opera omnia di tutta l'arte e di Lynch e di tutto il suo pensiero metafisico. Cast eccezionale con MacLachlan immenso.
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Ryo 13/11/17 17:25 - 2154 commenti

Apoteosi della maestria registica di David Lynch. Quando la massa era scoraggiata dal progetto, con pregiudizi pessimistici e frustrati dalla mancanza di Lynch alla regia da tanti anni, questi torna in grande stile riprendendo la storia del telefilm che cambiò negli anni 90 il modo di fare serie tv. Lo fa con idee geniali, il ritorno di praticamente tutti i vecchi attori protagonisti invecchiati di venticinque anni e una trama a volte confusa ma stupendamente onirica, ma che chiude tantissimi cerchi lasciati aperti da venticinque anni. Potentissima.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'episodio 8; Diane.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Jena 28/12/19 17:06 - 1140 commenti

Bisogna vederlo per crederci, perché lascia senza parole. E' già sbalorditivo che Lynch dopo più di un decennio torni a girare a questi livelli. Qui non solo realizza una summa di tutto il suo cinema ma ci si spinge molto oltre con livelli di visionarietà estremi, che sfiorano l'ermetismo. Qualche volta si è tentati di gettare la spugna, però la magia unica dell'autore più visionario di sempre tiene avvinti fino alla fine. Cast stellare con praticamente tutti gli attori lynchiani e un McLachlan superbo. Imperdibile ma solo per lynchani doc.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il braccio-pianta nella Red Room; Gordon Cole; L'incredibile episodio dell'esperimento nucleare; I fratelli mafiosi; La teiera umana.
I gusti di Jena (Fantascienza - Fantastico - Horror)

Bubobubo 18/8/18 0:42 - 1092 commenti

Francamente incommentabile: si potrebbero usare dieci caratteri, o diecimila e il risultato sarebbe ugualmente insoddisfacente. Le convenzionali categorie estetiche, già poderosamente scardinate dagli imperi della mente, qui non scendono nemmeno in campo. Rimane qualcosa di mai visto prima: un esperimento televisivo in 18 sezioni luciferine che racconta, con fedeltà assoluta, tutta la tetra disperazione dei nostri tempi. Chi si aspetta una prosecuzione delle prime due stagioni si astenga in partenza. Apocalittico l'apparato visivo/sonoro.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Sugli scudi le puntate 3, 8, 17 e 18 (con un finale che è una coltellata a cuore aperto).
I gusti di Bubobubo (Drammatico - Horror - Thriller)

Pesten 21/4/20 9:55 - 632 commenti

Giudicare Lynch è sempre complicato, essendo forse la sintesi moderna del concetto "o si ama o si odia". Il nuovo capitolo di Twin Peaks, bramato da tutti gli amanti della serie, è l'espressione massima della visione del regista per quanto riguarda il concetto di cinema: visionario, assurdo, pregno di sentimenti estremi, complicato ma al tempo stesso quasi sciocco, funambolico ma anche statico. Lynch è questo e questo ritorno è qualcosa di assolutamente incredibile che ridefinisce i concetti di cinema e tv. Twin Peaks meets Mulholland drive in una sorta di mega film diviso in 18 capitoli.
I gusti di Pesten (Horror - Poliziesco - Thriller)

Aal 5/5/20 17:24 - 321 commenti

David Lynch con carta bianca e un budget adeguato mette in piedi una celebrazione di tutte le sue tematiche più care in un'operazione che non è revivalismo (la componente revivalistica c'è e è necessaria) ma un gigantesco testamento artistico dove la sua visione totalizzante si dispiega senza remore, senza inibizioni; investendo gli occhi, la mente, il cuore e le orecchie dello spettatore che rimane attonito per la meraviglia mentre la serie scorre lenta ma priva di noia; come un film di 18 ore in 18 parti che giunto alla fine ti porta a dire: ancora.
I gusti di Aal (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Kozincev 24/2/20 9:50 - 44 commenti

Terza stagione della serie di culto, rispetto alle precedenti ha lo stesso humour a tratti sgradevole, una dose minore di dialoghi melensi da soap-opera (per fortuna), una componente di mistero quasi del tutto indecifrabile (con pochi dialoghi esplicativi). Molti personaggi delle prime due stagioni appaiono e scompaiono senza lasciare il segno. Alcuni episodi sono noiosi, ma in quelli conclusivi il racconto si fa visivamente e narrativamente più intrigante e il finale non delude. Irritante e seducente, in perfetto stile lynchiano.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il penultimo episodio.
I gusti di Kozincev (Poliziesco - Thriller - Western)

Ildiavolo 20/12/17 8:29 - 10 commenti

Il capolavoro del 2017 e probabilmente miglior opera narrativa videoludica degli ultimi 10 anni: un turbinio postmoderno di costante rimodellamento di vecchi materiali narrativi in chiave ironica dissacratoria, dalla quale non si salva nessuno: il vecchio Twin Peaks, Hollywood e la grammatica del cinema e delle serie, la società (dello spettacolo), le relazioni, l'attualità e i costumi odierni, il culto per le forme passato- profanate più di tutto. Un monumento al divenire delle forme.
I gusti di Ildiavolo (Commedia - Drammatico - Guerra)