Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA FORMA DELL'ACQUA - THE SHAPE OF WATER

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 32
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/9/17 DAL BENEMERITO TAXIUS POI DAVINOTTATO IL GIORNO 17/2/18
Lei non sarà bella ma che lui sia una bestia è indubbio: il mostro della Laguna Nera appena rivisitato e corretto, per la precisione. Incapsulato da un ente americano in piena Guerra Fredda (siamo nel 1962), da studiare per trarne vantaggi a livello di funzioni respiratorie soprattutto, viene stupidamente maltrattato da un certo Strickland (Shannon), che l'ha in custodia e che lo incatena all'interno di una pozza sotterranea. Finché non muove a compassione una donna delle pulizie muta (Hawkins), che lavora all'ente, vive sola con un artista omosessuale e ha tanto bisogno di sfogare con qualcuno le proprie pulsioni affettive e sessuali. Il sentimento di compassione nato a fronte delle cattiverie cui viene sottoposta la creatura le fa provare verso quest'ultima una forte solidarietà che lentamente si trasforma in un'impossibile amicizia, quindi in complicità e andando avanti persino in qualcosa di più intimo. Una storia che il cinema fa sua da sempre, che unisce i reietti e li riscatta in un'unione che oltrepassa i limiti imposti dalle differenze fisiche. Perché l'amore non ha confini, si sa, ed è una vita che ci insegnano come possa superare ogni barriera. Il problema è che il film non sa dirci molto altro, perché al di là di una puerile caccia al mostro condotta da un Michael Shannon di cristallina crudeltà si esplorano territori già ampiamente battuti puntando a colpire con la forza delle immagini; da sempre l'arma in più del cinema di Del Toro, è noto, che qui però si ferma a qualche notevolissima ripresa subacquea (fin dal'incipit), all'efficacia innegabile di una fotografia assai ricercata, a qualche carrellata d'effetto e alla simpatica ironia di Giles (Jenkins), l'unico personaggio in grado di distruggere gli schematismi dati da un'impostazione dichiaratamente favolistica. L'altro, ovvero la collega (Spencer) di Elisa, non si segnala che per qualche risposta sdrammatizzante mentre Shannon, attore eccellente, pensa a caricare di perfidia e sottile sadismo il suo personaggio. E' però a Sally Hawkins che spetta com'è ovvio il compito fondamentale, quello di infondere umanità e calore alla vicenda: straordinariamente espressiva, non si può dire che non sappia entrare nella parte, così come non si può negare il fascino regalato alla creatura dagli ottimi (pur se non certo fantasiosi) effetti speciali. Ci si aspettava però un maggiore sforzo creativo nella messa in scena, tutto sommato didascalica e incapace di dare un vero carattere di singolarità al tutto. E' difficile pensare a come possa lasciare il segno un film così, che si avvia in direzione di un finale già scritto e goffamente melodrammatico, sintomatico dell'approccio facile facile intuibile fin dalle prime scene e da dialoghi elementari con qualche raro picco che rischia di apparire forzato. Per cui va bene la favola, va bene il messaggio positivo ma la pioggia di premi appare francamente sproporzionata, nonostante l'ottimo lavoro a livello estetico del regista.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 14/3/18 5:53 - 10473 commenti

Una fiaba fantasy particolarmente adatta alla sensibilità di Guillermo Del Toro. Un film che mostra qualche incongruenza della sceneggiatura ma di cui è indubbio il valore visivo, con alcune delle immagini più affascinanti viste sullo schermo negli ultimi anni. Ottima la scelta del cast, a partire dall'ottima protagonista fino al perfido e sadico agente ben reso da Michael Shannon, sempre più bravo. Nonostante le accuse (pare fondate) di plagio, un’opera meritevole di visione.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Puppigallo 17/2/18 1:29 - 4068 commenti

Troppa ingenuità; e non c'è neanche tutta quella poesia, anzi. La confezione non è male, ma se si analizzano i dialoghi (con o senza segni), si va proprio sul facile facile e sul banale. Qua e là ha qualche momento interessante, più dal punto di vista visivo. Resta però quel retrogusto di trita favoletta dei diversi, degli emarginati, che nulla aggiunge a altre pellicole del genere. Anche il finale (furbetto) fa in modo che, chi non è per le favole possa pensare che sia andata in un modo più realistico, mentre gli altri possono tranquillamente continuare a sognare con la musichetta.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La creatura, ben realizzata (il volto con palpebre laterali è notevole); Il marito dell'amica della protagonista (da "Oscar" il suo comportamento).
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Cotola 18/2/18 23:16 - 6634 commenti

Scandaloso Leone d'oro a Venezia! Sospendendo pure, non solo per il suddetto premio, l'incredulità (ma la logica non dovrebbe mai andare a spasso), ma la banalità no. Va bene è una fiaba romantica, ma certe cose possono essere considerate intollerabili, come le romanticherie da cioccolatini. Tra l'altro molte idee sono riciclate, a partire dalla creatura. Il talento visivo di del Toro è indiscutibile (esaltato tra l'altro da una bella fotografia), così come il suo amore per il cinema che è evidente nei tanti omaggi e nel farne quasi il motore di alcuni momenti fondamentali. Cocente delusione.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Tarabas 27/6/18 12:14 - 1505 commenti

La Bella e la Bestia meets L'uomo di Atlantide. A furia di mischiare generi, Del Toro si perde tra fantasy, romance, spionaggio, scene di violenza (e di sesso) un po' gratuite. Ne Il labirinto del fauno l'ibridazione convinceva, dato che consentiva una lettura della storia su diversi piani. Qui la narrazione è unidirezionale, tutto avviene sullo stesso piano narrativo e mi ha convinto molto poco. Resta un film girato con grande abilità e indubbio gusto visivo, ma piuttosto superficiale e abbastanza scontato.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Daniela 15/1/18 2:33 - 7221 commenti

La bella, la bestia ed il mostro. Lei è una ragazza muta che fa le pulizie in un laboratorio governativo (Hawkins dolcissima), lui il fratello dello splendido anfibio della Laguna nera, il mostro un tizio che non si lava le mani dopo aver fatto pipì (Shannon versione matto da legare), il film una fiaba che regala immagini bellissime intrecciate ad una miriade di omaggi cinefili. Forse la storia è troppo didascalica e semplicistica ma la creatura, interpretata da Jones, elegante e sinuoso come sempre accade nei film del regista, è una meraviglia di cui ogni donna si potrebbe innamorare.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il bagno trasformato in un acquario.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rebis 19/3/18 23:02 - 2067 commenti

Venezia esulta, la critica incensa, l'Academy suggella. Cosa succede al cinema? Forse che è giunta l'ora per i mostri della rivalsa sul pubblico d'essai? Del Toro dispiega il suo immaginario teratomorfo, lussureggiante e cinefilo su un amore fiabesco, increspa la superficie piatta dei personaggi, perlustra le profondità della vasca da bagno, trova la complessità di una molecola d'acqua: l'informe è forma, la sostanza è la forma stessa. Freak show per platee assetate di amore liquido: ma per lo spettatore avvezzo è solo un risciacquo dei vecchi panni nel mare magnum dell'industria culturale.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Deepred89 23/2/18 0:51 - 2980 commenti

La bella e la bestia (della laguna nera) che incontra Mermaid in the manhole, il tutto avvolto in un'indisponente patina semiseria alla Wes Anderson. Non mancano, a tratti, momenti di tenera empatia (i capelli) e intuizioni felici, ma la love-story su cui poggia il film scivola presto nel grottesco, le cui porte sono spalancate da imbarazzanti siparietti (chiamiamoli così) erotici. Piuttosto riuscita invece la linea narrativa fanta-thriller, seppur non priva di inverosimiglianze. Confezione nella media, protagonista perfettamente in parte.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Capannelle 1/3/18 8:49 - 3415 commenti

La storia può apparire semplicistica, quasi un cartoon degli anni in cui viene ambientato il film, però è abbastanza godibile e la venatura romantica cercata da Del Toro funziona, soprattutto grazie ai personaggi di Jenkins e della Hawkins. A ben vedere tutti i protagonisti sono in difetto di amore ma sono loro due i più empatici. Fotografia personalissima e mirata a sottolineare certi stati d'animo o fili conduttori della storia: a parte la digressione in b/n sul palcoscenico mi è piaciuta.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Matalo! 18/2/18 17:08 - 1333 commenti

Un Leone d'Oro che prova la pochezza dell'offerta alta del cinema d'oggi. Il film è grazioso ma non è niente di speciale. Spiace remare contro i trionfali recensori professionisti ma questa rivincita di Gill Man e della muta "Mosè" ha in più l'esplicitazione dei bisogni della carne. Ma la storia non ha sorprese e non basta l'amorevole cinefilia esibita (uffa) a rendere complessa una storia che complessa sembra ma non è. Lode agli interpreti e alla confezione ma preferisco Hellboy: meno pretese e più personalità.
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

Giapo 4/3/18 16:30 - 219 commenti

Fiaba romantica che non racconta nulla di nuovo (l'amore che si pone al di sopra di ogni discriminazione e diversità), ma non è tanto importante cosa dice una storia, quanto il modo in cui la si racconta. Bisogna dire che il racconto scivola via molto piacevolmente, esaltato dal talento visionario di Del Toro, che ci regala grandi momenti di lirismo e suggestione. Peccato che i frequenti riferimenti sessuali spezzino l'illusione e i sogni dopo un brusco risveglio spesso appaiono ridicoli. Come la creatura, questo film non è né carne né pesce.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena erotica con la creatura è una cosa che non si può vedere.
I gusti di Giapo (Gangster - Horror - Thriller)

Rambo90 23/2/18 22:01 - 5182 commenti

Film sentimentale camuffato abilmente da fantascienza. Del Toro riesce così a imbastire uno spettacolo coinvolgente ma che tocca anche il cuore. Si ragiona sul diverso, sulla volontà di potenza e sull'amore che può nascere tra solitudini, tra buoni di cuore. Il ritmo c'è, la morale affascina. L'ironia è presente in abbondanza e funziona, il reparto effetti fa del suo meglio per rendere la creatura empatica. Ottimo cast: Shannon una spanna sugli altri, ma tutti bravi e ben scelti. Ci sono momenti imperfetti, ma è anche questo il bello del film.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Pinhead80 13/3/18 13:15 - 2991 commenti

L'incontro tra due anime bisognose d'affetto genera un'amore così grande da superare ogni razionalità. La bellezza risiede nel sentimento più dolce e puro che esista, l'amore senza riserve che non bada alla forma ma alla sostanza. La mostruosità invece è celata dietro a una finta normalità che nasconde un mondo malato e perverso. La trama è talmente semplice che era quasi impossibile sorprendere, eppure del Toro ci riesce con una raffinatezza e una delicatezza unica. Chapeau.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Belfagor 22/2/18 21:34 - 2544 commenti

Dopo decenni, anche il mostro della laguna nera (o un suo consimile) riesce a trovare l'amore. Attore-feticcio di Del Toro, Jones dà vita ancora una volta a un personaggio alieno ma sorprendentemente umano, straripante di personalità nonostante o forse grazie al trucco e al silenzio, in una deliziosa alchimia con l'altrettanto muta Hawkins. Convince meno il contorno, annacquato tra facilonerie politicamente corrette e un cattivo che non va oltre il capitano Vidal riciclato. Notevole la fotografia su toni del verde.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il sogno galleggiante; Il balletto in bianco e nero.
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Myvincent 30/4/18 7:53 - 2053 commenti

Il mostro della laguna nera aveva raccontato meglio il contrasto fra le diversità che in questo caso ingloba ruffianamente (fino alla nausea) portatori di handicap, orfani, omosessuali, gente di colore e via dicendo. E c'è anche spazio per il risvolto politico della guerra fredda come sfondo (ma il film si sa avvalere di tutti quei mezzi tecnici americani a cui siamo abituati). Insomma, una specie di Disney product con poche idee, peraltro di seconda mano. Si salvano le interpretazioni di Sally Hawkins e Michael Shannon.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Didda23 27/2/18 10:20 - 1916 commenti

L'inizio con le riprese subacquee e una composizione dell'immagine ricercata facevano ben sperare; peccato che con lo scorrere dei fotogrammi il tutto si affossi in una trama banale e prevedebile con elementi che ben poco ci azzeccano (tutte le parti legate alla sessualità) con il resto. Manca una vera e propria empatia con i personaggi principali, colpa da imputare a una totale assenza di profondità di questi ultimi, relegati a macchiette stracolme di cliché. Qua e là qualcosina si salva (la figura di Jenkins), ma la sensazione è quella di un filmetto poco interessante.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le torte al lime nel frigorifero; Le dita mozzate e ricucite; Il cinema sotto l'appartamento della protagonista.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Paulaster 22/3/18 10:45 - 1819 commenti

Creatura subacquea viene attratta da una inserviente muta. Partenza favolistica che pur non essendo niente di nuovo scorre per l’approfondimento dei personaggi e le loro diversità. Esaurita questa fase, la sceneggiatura diviene più dinamica solo per avvicinarsi a un epilogo lacunoso. I comprimari danno umanità e Shannon la cattiveria, ma diverse momenti risultano inutili (i russi, il bar con le torte, i pruriti erotici, l’omaggio musicale). Parecchie citazioni, omaggio ai vecchi musical.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il gatto sbranato; Le violenze col manganello.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Ryo 25/2/18 22:31 - 1656 commenti

Una favola molto lineare e senza particolare sorprese. Disturba un po' la faciloneria di alcuni aspetti, la poca sicurezza all'interno di una base militare, il bagno allagato senza mandare in corto l'impianto elettrico a esempio. Ma se ci si dimentica del realsimo e ci si lascia trasportare in una bizzarra storia d'amore, atipica, per certi versi disgustosa (anche se ha un senso), la visione può essere piacevole. La forza dei personaggi forniti di una caratterizzazione potente è il punto di forza.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il ballo in bianco e nero.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Il ferrini 22/3/18 16:09 - 1162 commenti

Estetica ineccepibile: ogni inquadratura, ogni movimento di macchina, sono una festa per gli occhi, effetti speciali di grande impatto. Shannon straordinario e Stuhlbarg sempre apprezzabile (già visti insieme in Boardwalk empire). Tuttavia la forma di quest'acqua è di gran lunga superiore alla sua sostanza, che è una storia ricalcata da un cortometraggio australiano del 2015 (Lo spazio tra di noi) che, appunto, si racconta in 10 minuti e non in 120. Come ogni fantasy ha incongruenze e momenti insulinici ma una sua innegabile poetica.
I gusti di Il ferrini (Commedia - Thriller)

Ultimo 25/2/18 20:59 - 1123 commenti

Pellicola francamente difficile da valutare. Certo, l'impegno del regista nella scenografia è indubbio, ma nel complesso non mi ha convinto. La protagonista (una ragazza muta che si innamora di una strana creatura anfibia) si impegna e regala una buona prova, ma l'eccessiva volgarità presente in più scene non permette alla pellicola di rendere al meglio e inoltre il tutto confluisce in un finale piuttosto telefonato. Mediocre nel complesso, non adatto a tutti.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La prima apparizione della creatura.
I gusti di Ultimo (Commedia - Giallo - Thriller)

Jandileida 25/6/18 17:13 - 1039 commenti

L'ameliezzazione di del Toro ha dell'inquietante: da onesto cantore in chiave horror-fantastica della guerra civile spagnola a insulso foglietto dei baci Perugina il passo sembra essere breve. Siamo infatti di fronte alla solita banale storiellina in cui due "diversi" (qui un mostro pesciolone e una ragazza muta) si trovano e si amano alla faccia del mondo tutto e soprattutto del cattivone di turno. L'ambientazione anni '60 risulta del tutto accessoria. Per fortuna il comprato tecnico di ottimo livello salva la pericolante baracca. Insignificante.
I gusti di Jandileida (Azione - Drammatico - Guerra)

Taxius 1/9/17 1:35 - 942 commenti

Favola d'amore tra una donna muta e uno strano tritone catturato dal governo e destinato alla vivisezione prima della grande fuga. Del Toro alla sua fiaba mescola politica e ambientalismo ma senza esagerare e mantenendo sempre un'aura di magia. Amore, passione e sesso sono il cuore di questa favola, sicuramente non adatta a un pubblico infantile. La cura nei particolari è di alto livello. Bellissima la creatura e strepitoso Shannon nella parte del cattivo.
I gusti di Taxius (Commedia - Horror - Thriller)

Bruce 5/3/18 10:18 - 878 commenti

Del Toro realizza una fiaba per adulti poetica, sensuale, romantica e fortemente politica che riesce a coinvolgere ed emozionare. Un quartetto di attori straordinari, tutti perfettamente in parte, sono protagonisti di una storia d'amore "diversa" e fantastica, seppur collocata nel mondo reale, mai noiosa, raccontata con ritmo, un po' di suspense e ironia. Momenti lirici, con parole e immagini, di grande intensità. Scenografia, fotografia, luci e musiche sono straordinarie. Un meraviglioso omaggio al Cinema e all'Amore, in ogni sua forma.
I gusti di Bruce (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Von Leppe 30/5/18 23:27 - 865 commenti

Ennesima donna alle prese con uno spasimante mostro, ma stavolta lei è consenziente e tutto sfocia in una storia d'amore spinta al massimo del sentimentale, con risultati neanche originali, così come le dinamiche tra buoni e cattivi. Da salvare la fotografia e le scenografie, mentre gli effetti speciali sono utilizzati male. Le cicatrici sul collo della ragazza sin dall'inizio fanno pensare a Dagon di Stuart Gordon e infatti il finale non smentisce (senza scomodare minimamente Lovecraft).
I gusti di Von Leppe (Giallo - Horror - Thriller)

Xamini   24/2/18 1:33 - 806 commenti

Più che La bella e la bestia (anche se il tema è quello), ci ho visto Il mostro della laguna nera che incontra Amelie, specie in principio. Volendo c'è anche un po' di La la land o, meglio, di una serie di citazioni d'antàn. Ma sopra a tutto c'è del Toro, con la sua regia dinamica, le sue intuizioni visive, supportate da una fotografia carica. Quello che manca è l'imprevedibile: situazioni scontate, personaggi senza spessore (ricorderemo giusto la protagonista), canovaccio che non sorprende. Sbuca anche qualche sbadiglio.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'intro; il tip tap gamba a gamba; il bagno.
I gusti di Xamini (Commedia - Drammatico - Fantastico)

Nancy 11/3/18 17:42 - 732 commenti

Un film dai tocchi grotteschi che racconta in modo tutto sommato noioso la storia di una donna muta che si innamora di una creatura a metà tra un umano e un pesce, una divinità acquatica venerata dagli aborigeni sudamericani. Non è fotograficamente vincente la scelta di ambientare il tutto in un covo militare americano della Guerra Fredda. I richiami agli anni 60 sono grossolani e rimangono sullo sfondo. La retorica spicciola del machismo incarnato dal generale non dà nulla alla trama, che rimane scopiazzata da Splash e sa di già (assai) visto.
I gusti di Nancy (Commedia - Drammatico - Thriller)

Lou 6/6/18 13:00 - 682 commenti

Pluripremiato ma non straordinario. Americanissimo nella confezione spettacolare, nella caratterizzazione netta dei personaggi, nella semplificazione dei messaggi (bene contro male, il riscatto della diversità), il film attinge ai più classici cliché cinematografici senza aggiungere nulla di nuovo. L'ambientazione in epoca di guerra fredda rende poi ancor più inutilmente grottesco il quadro complessivo. Ottima la prova della Hawkins, molto espressiva e commuovente.
I gusti di Lou (Avventura - Azione - Drammatico)

Darkknight 30/4/18 11:18 - 316 commenti

In un contesto retrò/fantasy (tra Burton e Jeunet), una fiaba sull'amore e la diversità, condita con parolacce, sesso e guerra fredda. Avrebbe pure il suo fascino, ma è fin troppo esplicito l'intento di arruffianarsi il pensiero unico politically-correct dominante, con neri, gay e handicappati - rigorosamente buoni - che sconfiggono i cattivi rappresentati dai Russi e dall'America di destra (militarista, con la cadillac e la famiglia tradizionale). La critica ha ovviamente apprezzato, chi cercava una storia interessante un po' meno.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La stanza allagata.
I gusti di Darkknight (Animazione - Horror - Western)

Thedude94 21/2/18 2:19 - 240 commenti

Raccontare bene questa favola come fa Del Toro non è per niente semplice; il regista messicano, attraverso una serie di scelte registiche, di scenografia, di sceneggiatura, riesce a entrare nel cuore dello spettatore e a farci vedere le caratteristiche basilari di un mostro, accettato soltanto da chi dalla società è ripudiato. Una grandissima Sally Hawkins domina il film, nonostante non sia una strafiga (e dunque non si può parlare della bella e la bestia); notevole il cast intero, con Shannon e Jenkins in grande spolvero.
I gusti di Thedude94 (Drammatico - Gangster - Sentimentale)

Zio bacco 10/3/18 22:21 - 224 commenti

A memoria credo uno dei film più sciocchi che abbia mai visto. Il genere fantastico non mi appaga, ma questo film sciorina un sentimentalismo altamente emotivo che sfocia alla lunga nel grottesco. Il cast non è malvagio, buona la fotografia, ma a mio avviso da cestinare è tutto il resto. Le pretese di dare un contenuto amoroso alla liaison con l'anfibio-umanoide fanno scadere ogni minima pretesa di lirismo, per non parlare delle scene di fantasia della protagonista, al limite del ridicolo. Ho faticato ad arrivare alla fine...
I gusti di Zio bacco (Comico - Commedia - Drammatico)

Josephtura 12/3/18 11:09 - 97 commenti

Storia che più che fantasiosa è onirica. Storia di attrazioni improbabili raccontata in modo molto elegante con un deciso gusto retrò. Buone tutta l'atmosferma e la confezione del film. La vicenda però ha poca vitalità, quasi si svolgesse al rallentatore. Un po' forzate alcune scene messe forse per non ridurre il film a un racconto per bambini. Nel complesso un film piacevole e poco più.
I gusti di Josephtura (Documentario - Fantastico - Guerra)

Noncha17 7/3/18 14:00 - 33 commenti

Proposto come continuum ideale - anche cronologicamente - della cattura (senza fuga!) del fu mostro della Laguna Nera. Qui è una donna ad aver bisogno del contatto con l'essere di sesso opposto. Con l'aiuto del simpatico vicino che tiene la TV sempre accesa (anche lui bisognoso di "riempire" la sua solitudine...) e attraverso i messaggi scritti dietro ai giorni staccati dal calendario la donna capirà che: non siamo liberi da noi stessi (coi nostri "difetti") né possiamo esentarci dal futuro che verrà (che, volenti o nolenti, sarà sempre diverso da come ce lo aspettavamo).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'uovo (in tutti i sensi); Il frigo pieno di fette di torta; La starnazzante alla timbratura; Piove sul cinema; Sequenza in bianco & nero; Il finale.
I gusti di Noncha17 (Azione - Fantascienza - Giallo)

Fromell 8/3/18 10:30 - 13 commenti

Certe storie non m’incantavano da bambino, figuriamoci adesso, nonostante visivamente le immagini non abbiano una pecca. Purtroppo la stucchevolezza della vicenda e lo stanco messaggio che anche per i diversi c’è una speranza d’amore mi hanno spinto a non provare empatia verso una storia che è già stata raccontata in cento modi diversi. La formula funziona, ma la formula è ammuffita. Ha le alghe, puzza di pesce. Oscar al miglior fish.
I gusti di Fromell (Drammatico - Horror - Thriller)