Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL DADO TRATTO

All'interno del forum, per questo film:
Il dado  tratto
Titolo originale:Le rouge est mis
Dati:Anno: 1957Genere: thriller (bianco e nero)
Regia:Gilles Grangier
Cast:Jean Gabin, Paul Frankeur, Marcel Bozzuffi, Albert Dinan, Antonin Berval, Thomy Bourdelle, Serge Lecointe, Jean-Pierre Mocky, Jo Peignot, Lucien Raimbourg, Gabriel Gobin, Jean Brard, Gaby Basset, Gina Nicloz, Lucienne Legrand, Josselin, Claude Nicot, Lino Ventura, Annie Girardot
Note:Tratto dal romanzo di Auguste Le Breton "Le rouge est mis" (1954).
Visite:164
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/8/17 DAL BENEMERITO RUFUS68

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Un film straordinario, quasi perfetto! a detta di:
    Gius
  • Davvero notevole! a detta di:
    Nicola81
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Lavrenti
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Rufus68


ORDINA COMMENTI PER:

Rufus68 6/8/17 23:08 - 2663 commenti

Il disfacimento della banda di Louis "Le Blond" fra crepe interne e sospetti sui familiari. Grangier non si smentisce: solido mestiere, nessun rischio (se c' un cinema classico questo) e mai un colpo d'ala ad assicurare un buon tono medio. A elevare il livello c' il bianco e nero e la disfida finale Ventura-Gabin, cio fra i migliori grugni sul mercato del noir.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Nicola81 29/5/18 16:32 - 1697 commenti

Da un romanzo di uno specialista del genere come Auguste Le Breton, un noir che pi classico e robusto non potrebbe essere: i componenti della banda hanno caratteri ben precisi (il saggio, il titubante, il violento), ci sono i colpi da mettere a segno e la polizia che indaga. Grangier non era regista incline a vezzi autoriali e infatti il film arriva dritto al sodo e presenta anche qualche sequenza d'azione per l'epoca non scontata. Livello attoriale altissimo garantito dal carisma di Gabin e da comprimari di lusso come Ventura e la Girardot.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il finale.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Gius 11/10/17 11:42 - 40 commenti

Tratto da un romanzo di Le Breton, il film a mio avviso uno dei migliori polar della storia del cinema francese, anche se viene sottovalutato. Azione, ritmo e una buona dose di violenza ne fanno un film unico. Di buon livello per l'epoca le scene d'azione, eccellenti per realismo. Perfetto Gabin, un vero gigante del cinema ma ci sono anche gli allora giovani del cinema francese: un incisivo Lino Ventura, un altrettanto bravo Bozzuffi e non ultima l'ottima Girardot.
I gusti di Gius (Giallo - Horror - Poliziesco)

Lavrenti 6/8/19 17:06 - 11 commenti

Qua c' poco che Grisb e Rififi non abbiano gi detto: un certo romanticismo parigino, gangster con venature d'oltreoceano (lo spietato Pepito/Lino Ventura) e un Jean Gabin mattatore che vale comunque il prezzo del biglietto. Alla MdP Gilles Grangier fa valere il suo mestiere di autore classico, gusto dell'inquadratura ma con moderazione; regista abile nel gestire un cast davvero stellare, con un Bozzuffi ancora sbarbatello e inevitabile anello debole dinanzi ai veri assi del polar transalpino.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Jean Gabin e Annie Girardot al parco di Bois de Boulogne.
I gusti di Lavrenti (Commedia - Drammatico - Thriller)