Cerca per genere
Attori/registi più presenti

11 SETTEMBRE 2001

All'interno del forum, per questo film:
11 settembre 2001
Titolo originale:11'09''01 - September 11
Dati:Anno: 2002Genere: drammatico (colore)
Regia:Vari
Cast:Maryam Karimi, Ernest Borgnine, Emmanuelle Laborit, Sanaa Younes, Dzana Pinjo, Vladimir Vega, Keren Mor, Tanvi Azmi, Tomorowo Taguchi
Note:Aka "11/9/01", "Undici settembre 2001". Registi: Sean Penn, Claude Lelouch, Ken Loach, Samira Makhmalbaf, Youssef Chahine, Danis Tanovic, Idrissa Ouedraogo, Alejandro Gonzßlez I˝ßrritu, Amos Gitai, Sh˘hei Imamura, Mira Nair.
Visite:923
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 9/4/08 15:41 - 10957 commenti

Affidato ad 11 registi, ognuno dei quali ha girato un corto di 11 minuti il film Ŕ conseguentemente e coerentemente diseguale e porta avanti tesi di fondo differenti e sovente contrastanti. Gli episodi migliori sono quelli che si limitano a rappresentare il dolore (anche nella sua poesia) senza dare giudizi. E' il caso del corto di Sean Penn con un grande Ernest Borgnine. Altri sono pi¨ didascalici e fini a sŔ stessi; altri ancora (quello di Loach ad esempio) un esercizio di stile freddo e poco attinente. Difficilmente giudicabile.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Pigro 11/1/10 9:45 - 7334 commenti

Il film dimostra l'inadeguatezza degli artisti di fronte alla tragedia vera: o perlomeno i registi scelti, che si segnalano per banalitÓ e inettitudine, tutti tesi a voler dimostrare qualcosa, molti addirittura beffardi o astiosi nel dimostrare che gli Usa se la sono andata a cercare e che i veri problemi sono altri, mentre nessuno prova a riflettere sul fondamentalismo. A parte il megnifico corto di Sean Penn, unico capace di poesia, e la levitÓ di Ouedraogo, trionfano moralismo, piattezza, propaganda, retorica, narcisismo. Da dimenticare.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Saintgifts 22/9/11 23:34 - 4099 commenti

GiÓ l'idea di di tutta questa numerologia (11 registi, 11'09"01ftg) mi insospettisce... sfruttamento del tragico evento? Ma gli artisti comunque si impegnano (ognuno a modo proprio, naturalmente). Dare un voto complessivo Ŕ difficile: alcuni cortometraggi sono dei veri gioielli (Samira Makhmalbaf), altri degli obbrobri (Yusef Shahin), e fare una media svaluterebbe gli uni e premierebbe gli altri. Surreale e ambiguo quello di Sean Penn (le torri cattive toglievano luce e vita ai fiori?) Gli altri, in genere, molto interessati o autocompiaciuti.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Pinhead80 9/4/11 21:28 - 3484 commenti

Undici registi per undici corti condensati in un unico grande film. Il tema Ŕ quello dell'11 settembre 2001, data che ha segnato indelebilmente molte persone. Ogni regista ha cercato in 11' 9" e 1 fotogramma, di raccontare una storia che si rifacesse a quell'evento: prima, dopo e durante lo stesso. Ogni corto ha uno stile diverso e un personalissimo messaggio da inviare. Bellissimi i corti di Lelouch e Penn, ma la loro bellezza Ŕ data dal quadro d'insieme. Toccante e intenso.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Gi¨an 9/9/11 12:56 - 2649 commenti

Scaltra operazione commerciale, riesumazione del film collettivo/"politico" o onesta riflessione in pellicola di un "evento" che ha segnato la storia contemporanea? Comunque la pensiate, certo Ŕ che la lettura controcorrente dell'11 settembre ha un'omogeneitÓ indiscutibile, che permette di andare al di lÓ degli ovvii risultati alterni nei singoli episodi. (Quasi) tutti partono da un'idea base forte, chi sviluppa poi meglio la "commissione" Ŕ il provocatorio Loach, seguito dal prode Penn e dal piano sequenza di Gitai. Performance di Inarritu. Uffa Imamura.
I gusti di Gi¨an (Commedia - Horror - Thriller)

T.garufi 16/6/11 18:45 - 17 commenti

L'idea del francese Brigand Ŕ davvero fantastica: mettere insieme i prodotti (cortometraggi) di ben 11 registi a livello internazionale dando vita a un documentario che fa riflettere. Quattro i corti che mi son piaciuti maggiormente: l'iraniano (l'innocenza dei bambini e le loro discussioni su Dio), l'israeliano (piccolo attentato e attivitÓ giornalistica), l'inglese (con riferimento sinistroide sugli eventi cileni), quello indiano; di quello americano non sopporto lo split-screen.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Le guerre sante non esistono".
I gusti di T.garufi (Azione - Commedia - Drammatico)