Cerca per genere
Attori/registi più presenti

VAJONT

All'interno del forum, per questo film:
Vajont
Dati:Anno: 2001Genere: drammatico (colore)
Regia:Renzo Martinelli
Cast:Michel Serrault, Daniel Auteuil, Laura Morante, Jorge Perugorría, Anita Caprioli, Leo Gullotta, Philippe Leroy, Jean-Christophe Brétigniere, Nicola Di Pinto, Federica Martinelli, Eleonora Martinelli, Maurizio Trombini, Bruno Bilotta, Paco Reconti, Antonio Fabbri
Note:Ispirato alla tragedia del Vajont del 1961. E non "Vaiont".
Visite:1568
Il film ricorda:Titanic (a Redeyes)
Filmati:
Approfondimenti:1) IL VERO CALCIO AL CINEMA
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 19
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Il modello dichiarato di questa superproduzione italiana è il TITANIC di Cameron. In tema di sciagure il crollo della diga del Vajont non ha niente da invidiare all'affondamento del celebre transatlantico: 2000 morti sono un'enormità e le potenzialità spettacolari di un simile disastro (nonché l'impatto che ebbe l'evento nell'Italia dei Sessanta) non potevano che offrire lo spunto per un'operazione simile. L'ossatura è quella tipica del film catastrofico, con i presagi di sventura che si accumulano progressivamente mentre i responsabili del progetto (in primis uno straordinario Daniel Auteuil, che con l'altrettanto bravo Michel Serrault costituisce l'asse portante del film) fanno di tutto per proseguire a ogni costo nella complessa costruzione della diga. La storia è ricostruita con attenzione, seguendo le varie fasi di avvicinamento alla realizzazione dell'opera e il ritmo è garantito da una buona conoscenza del mestiere da parte del regista Renzo Martinelli, che mostra di agire in linea con l'internazionalità degli intenti. C'è un certo imbarazzo nell'affrontare l'inevitabile parentesi sentimentale (comunque contenuta, fortunatamente, e l'unica a non convincere come recitazione), gli effetti speciali non hanno la forza delle controparti americane, ma nel complesso sono apprezzabili e riuscite la ricreazione (anche attraverso un'efficace fotografia dai toni freddi) degli ambienti, l'apertura verso paesaggi naturali insoliti e suggestivi. Un bello sforzo corale, con Laura Morante giornalista d'assalto (dell’Unità) che attacca da vicino le maglie strette di una vergognosa copertura “di Stato”. Peccato per alcune ingenuità che hanno compromesso il giudizio sul film presso la critica.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 17/12/07 6:01 - 11006 commenti

Film che, assieme al bello spettacolo di Marco Paolini, ha avuto il merito di riaprire la discussione su una delle più grandi tragedie italiane. Martinelli ne parla con un film molto rigoroso, in cui la spettacolarità delle immagini si unisce ad una seria ricostruzione dei fatti, indicando chiaramente colpe e responsabilità. Il film non è esente da difetti (si ha la sensazione che a volte si cerchi l'effetto facile) ma è comunque importante. Valido il cast, con un bravissimo Daniel Auteuil.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Daniela 22/10/15 9:16 - 8316 commenti

Premesso che qualsiasi opera che fornisca occasione per riflettere su un tale disastro "innaturale", come lo sono una buona parte dei disastri ambientali che continuano ad affliggere il bel paese, è comunque meritevole negli intenti, il risultato è però carente dal punto di vista cinematografico, come spettacolo si pone a livello di una modesta fiction televisiva, mentre risulta fra il didascalico ed il divagatorio nella rappresentazione dei fatti. Infine schiera un cast di prestigio ma gli attori, lasciati a se stessi, forniscono prove alquanto diseguali. Paolini lontano anni luce.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Caesars 31/7/07 9:17 - 2501 commenti

La tragedia del Vajont è una delle più toccanti e terribili dell'Italia del dopoguerra. Martinelli la ricostruisce su grande schermo in modo non esemplare ma sostanzialmente corretto, aiutato in questo da un cast di attori di prim'ordine. Lo spettacolo è sufficentemente riuscito anche se non mancano alcune ingenuità e gli effetti speciali non sono particolarmente sofisticati (una carenza davvero di poco conto). Per chi volesse approfondire l'argomento consiglio di vedere l'omonimo spettacolo teatrale di Paolini, facilmente reperibile in dvd.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Ciavazzaro 5/1/09 11:39 - 4730 commenti

Lo vidi nel periodo in cui cercavo di vedere tutti i film catastrofici, ma rimasi molto deluso sia dal lato della rappresentazione della catastrofe, sia dal film in generale. Interpretazioni non sempre eccellenti, in certi momenti un po' stereotipate. Un pochino troppo sopravvalutato, a mio avviso.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Capannelle 8/4/08 16:16 - 3587 commenti

Soggetto lodevole quello di Martinelli, ma il risultato delude. Si parte bene, inquadrature e sonoro azzeccati, ma poi si rimane sospesi in tante direzioni. La storia d'amore appare inconsistente, i paesani recitano da fiction, gli attori non rendono (a parte uno strepitoso Gullotta e un solido Auteuil), con la Morante che pare tarantolata. Il pathos va e viene (spesso il racconto è piatto) e il finale è stiracchiato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le panoramiche iniziali sulla diga in costruzione.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Matalo! 18/12/08 21:37 - 1362 commenti

Infame film dell'ipocrita Martinelli, che monta due cavalli con un sedere solo; da un lato l'ipocrita denuncia, dall'altra un cinema spettacolare Disneyan-Spielberghiano che offende una delle tragiche pagine italiane. Chi è stato ad Erto (il sottoscritto diverse volte) percepisce un clima e una sindrome della tragedia che questo film ridicolizza. Attori inadatti (Morante come Tina Merlin "nun ci azzecca" proprio). Musiche roboanti. Sembra una puntata special di "Terra nostra".
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

Hackett 9/4/08 20:57 - 1619 commenti

Bel film, con interpreti all'altezza, una regia asciutta e mai sopra le righe ed un'ottima fotografia. Ha i pregi di un buon film e i meriti di un importante film di denucia. Un film con il suo carico di dolore che non cede alle tentazioni del sentimentalismo. Un grido asciutto di angoscia per ricordare un fatto spesso dimenticato. Film necessario.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

MAOraNza 10/4/08 10:55 - 188 commenti

Una delle più grandi tragedie italiane di questo secolo (se non forse la più grande in assoluto per portata) resa in immagini a dir poco suggestive. Questa è una produzione fantastica, con effetti speciali sconvolgenti, interpetazioni drammaticamente reali (Gullotta quando non fa il pagliaccio al Bagaglino è bravissimo, insieme al solito grande Auteuil e al mostro sacro Morante). Un film all'altezza di qualsiasi kolossal di provenienza "hollywoodiana" e che deve per forza di cose essere integrato con lo spettacolo teatrale di Paolini.
I gusti di MAOraNza (Animali assassini - Azione - Horror)

Redeyes 19/3/14 7:35 - 2058 commenti

Martinelli riesce nell'impresa di trasmettere sia il senso di usurpazione sia la disperazione di un'intera vallata senza venir travolto dal bisogno di sensazionalismo. Non si può non apprezzare l'apparente semplicità con cui si evidenzia la supremazia del business, mascherato da progresso, su ogni altra cosa. Il cast funziona benissimo, con una Morante efficace e poco se stessa, un Auteuil algido e intepretazioni ottime di tutti. Sicuramente un film ben riuscito, che non cede troppo il passo alle romanzature del caso.
I gusti di Redeyes (Drammatico - Fantascienza - Thriller)

Mco 5/11/14 11:36 - 2099 commenti

Resoconto ad alto tasso emotivo di una delle tragedie più immani della recente storia. Rappresentazione degli stati d'animo delle due parti in gioco: da un lato la pars progettuale-ingegneristica e dall'altro quella umana di chi è legato indissolubilmente a quelle terre e non intende allontanarvisi, anche a costo di rimetterci la vita. Ben definite le distribuzioni di colpe, ben articolati i dialoghi con alcuni attori veramente eccellenti, in primis Auteuil. Mette i brividi.
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)

Trivex 29/5/12 14:21 - 1424 commenti

Il film ricostruisce con la dovuta serietà il tragico evento, mostrando platealmente i risultati del doloso comportamento umano. Realizzazione curata e buon uso di persone e tecnica, effetti speciali solo discreti. fa imbestialire perché diventa presto insopportabile mantenere la calma di fronte all'evidenza dei fatti, ma prendersela è inutile poiché si racconta e non si immagina per il futuro. Magari servisse da esempio, ma per ora rimane solo una testimonianza poco ascoltata.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La parte finale del film: agghiacciante.
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)

Pinhead80 2/9/15 11:46 - 3537 commenti

Una delle più grandi tragedie italiane annunciate meritava senz'altro una trasposizione cinematografica che la ricordasse. Fa male vedere un film del genere in un momento storico come questo, particolarmente incline ai disastri indotti dallo sconsiderato operato umano. Il film non cade nell'errore di eccedere in patetismi o altro ma si sofferma sulle dinamiche che hanno portato al disastro analizzando quelli che sono stati gli errori umani e gli avvisi trascurati. Tutto poi ci porta a quella tragica notte e alla scomparsa di migliaia di persone.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Greymouser 3/4/11 12:01 - 1441 commenti

La tragedia del Vajont meritava un approccio più complesso e uno svolgimento meno para-televisivo. Ma Martinelli questo è, e non era certo questo il tema adatto per vederlo superare i propri limiti. Troppe distrazioni superflue nella trama, e poca attenzione ai punti focali più ustionanti della vicenda storica. Se si vuole cogliere la vera essenza di quegli accadimenti, si veda piuttosto l'orazione civile di Paolini.
I gusti di Greymouser (Fantastico - Horror - Thriller)

Disorder 2/9/09 20:44 - 1390 commenti

Il soggetto è sicuramente interessante, peccato che il film deluda parecchio. Una rappresentazione fredda, asettica, una vuota denuncia che non è né film drammatico né documentario, ha ambizioni da kolossal ma si perde in momenti che sembrano tratti da interviste televisive. Colpa, credo, di una regia decisamente "militante" e volutamente ammiccante ad una certa platea. Bene invece i protagonisti, tranne l'iperattiva Morante.
I gusti di Disorder (Avventura - Commedia - Drammatico)

Ultimo 27/2/17 10:00 - 1265 commenti

Ispirato al noto disastro del Vajont, il film di Martinelli si propone di indagarne le (note) cause ricostruendo con attenzione gli eventi. Il risultato è più che discreto: non tutto fila come dovrebbe (regia troppo televisiva, un po' di confusione dell'elencazione degli avvenimenti), ma nel complesso si lascia guardare. Buona su tutti la prova di Serrault. Complessivamente non male.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La morte dell'operaio sulla diga.
I gusti di Ultimo (Commedia - Giallo - Thriller)

Lythops 11/4/11 8:52 - 972 commenti

Martinelli è un regista interessante: impiega cospicue risorse negli effetti speciali, ha una tecnica eccellente di ripresa e poi inserisce parentesi che al film tolgono efficacia e mordente. Non convincono la Morante, la gente del posto col vecchio patriarca, la storia d'amore, il finale troppo sentimentale e personale. Ottima tutta la parte della SADE, l'idea di utilizzare la fotografia con colori simili ai film di queli anni, Leo Gullotta, Michel Serrault e Daniel Auteuil. Plauso allo slow motion.
I gusti di Lythops (Documentario - Poliziesco - Thriller)

Guru 8/11/13 18:58 - 348 commenti

Interessante ricostruzione della sciagura ambientale e umana più crudele della nostra storia. Testimonianze agghiaccianti, materiale e prove inchiodanti che lasciano, dopo quasi mezzo secolo, senza parole. Un Gullotta eccezionale ed espressivo e un Leroy altrettanto incisivo nelle piccola parti recitate. Anche scenografia ed effetti speciali non deludono, tenendo presente le difficoltà di ricordare una tragedia di quelle dimensioni. Buona regia.
I gusti di Guru (Fantascienza - Giallo - Sentimentale)

Shannon 22/7/10 10:58 - 72 commenti

Marco Paolini porta sulle scene la sua indimenticabile orazione civile sulla tragica vicenda del Vajont, il furbo Martinelli fiuta il business e confeziona un film sugli stessi fatti: questo tanto per cominciare. Ma, mentre il monologo di Paolini è un vero pugno nello stomaco, quest'opera è assolutamente banale e superficiale, con qualche irritante caduta retorica. Poi, per carità, il film si può anche vedere (e dimenticare senza rimpianti). Bravi gli attori, Morante bellissima ma eccessiva.
I gusti di Shannon (Avventura - Drammatico - Thriller)

Fabiorossi 4/1/13 19:29 - 67 commenti

Quando un regista si avvicina a un evento storico volendone raccontare fatti e antefatti, deve avere coraggio, intuito e solide basi culturali; Martinelli ne ha da vendere, oltre a doti di indiscussa professionalità. Il film è girato con una tecnica attraverso la quale i colori vengono volutamente "scaricati"; ne risulta l'illusione di vedere un documentario d'epoca attraverso il quale si rivivono momenti drammatici in presa diretta. Il cast è di tutto rispetto, con un accento su un Gullotta spogliato dei soliti panni di attore comico.
I gusti di Fabiorossi (Comico - Commedia - Teatro)