Cerca per genere
Attori/registi più presenti

DRIVEN

All'interno del forum, per questo film:
Driven
Titolo originale:Driven
Dati:Anno: 2001Genere: drammatico (colore)
Regia:Renny Harlin
Cast:Sylvester Stallone, Kip Pardue, Til Schweiger, Burt Reynolds, Robert Sean Leonard, Estella Warren, Gina Gershon, Stacy Edwards, Cristian De La Fuente
Visite:546
Il film ricorda:Torque - Circuiti di fuoco (a Ruber)
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Una buona occasione gettata al vento, in pasto a una sceneggiatura (di Sylvester Stallone) elementare e incapace di far risaltare i caratteri dei protagonisti. In mezzo a tanto caos strutturale, nel quale si fatica a seguire l'andamento del campionato del mondo Cart che dovrebbe essere l'ossatura su cui costruire il resto, ci si può consolare solo col buon ritmo impresso dall’action specialist Renny Harlin e con alcune spettacolari sequenze in pista, montate a mille all’ora e arricchite da effetti in computer grafica interessanti ma che troppo spesso fanno apparire il film come un videogioco: copertoni, tombini, monete, pezzi di auto... tutto vola in aria in un turbinio 3D a volte fastidioso, che nuoce alla verosimiglianza facendo scadere la drammaticità inseguita già con scarsi risultati. La Formula 1 non c'entra nulla (anche se il campionissimo in carica è un tedesco…), perché il campionato analizzato è quello Cart, con apparizioni (anche solo nominali) di gente come Christian Fittipaldi, Paul Tracy, il nostro Max Papis. Partenze lanciate quindi, piste ovali, sorpassi e risorpassi. Stallone ha il ruolo del vecchio asso richiamato dal suo vecchio team manager Burt Reynolds col compito di fare da compagno di squadra al nuovo giovane talento in lotta per il mondiale. Apprezzabile il profilo basso scelto da Sly, che lascia ad altri il compito di infiammare le piste. Insipidi gli intrecci sentimentali di contorno, fiacco l’insieme, con punte di ridicolaggine francamente patetiche (l’inseguimento su prototipi a 195 miglia all'ora in mezzo al traffico cittadino, il finale che mette d'accordo tutti…) ed emozioni artificiose. USA & getta.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 8/2/08 5:56 - 10904 commenti

Film da vedere se si è appassionato irriducibili dell'attore Stallone (qui anche in veste di sceneggiatore) o delle corse automobilistiche. Al di là di ciò questa modesta pellicola di Renny Harlin ha poco da dire: si punta tutto sulle sequenze dedicate ad una sorta di Formula 1 americana che sono infatti discretamente realizzate. La sceneggiatura per il resto è ridicola, con personaggi bidimensionali ed attori che recitano (anche i più titolati) largamente al di sotto del livello di sufficienza.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Cangaceiro 8/1/10 12:41 - 982 commenti

Il microcosmo della Formula CART raccontato da Stallone, che prima di riassestare la carriera recuperando Rocky e Rambo, aveva toccato il punto più basso con questo insulso film. Per l'occasione Sly è uno e trino: oltre a produrre sceneggia la solita tiritera di riscatto tramite lo sport e interpreta stancamente il ruolo del guru protagonista. Le canzoni, alcune molto belle, inserite a raffica e insensatamente alla lunga nauseano così come l'inguardabile e fintissima gara finale, segnata dall'abuso di una brutta computergrafica. Happy end scontatissimo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Stallone e il suo protetto sfrecciano con le auto da gara per le trafficate strade di Tokyo: siamo davvero al ridicolo!
I gusti di Cangaceiro (Commedia - Gangster - Western)

Pol 8/12/07 20:22 - 589 commenti

Uno di quei film che diventano subito culto personale. Quando sembra che tutte le forze in campo remino all'unisono verso il traguardo del ridicolo, bisogna arrendersi e cominciare a ridere: dei personaggi, della sceneggiatura, delle spacconerie, della computer grafica. Nota a margine: adoro Renny Harlin. Quando lo vedi negli extra dei dvd crederci veramente e farsi il mazzo con l'entusiasmo di un bambino in qualsiasi film diriga (anche filmacci come questo), non si può non provare ammirazione.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Se volete capire cosa significa veramente "finire a tarallucci & vino", dovete vedere il finale di questo film.
I gusti di Pol (Comico - Gangster - Thriller)

Rambo90 8/1/11 16:47 - 5778 commenti

Stallone questa volta resta più in disparte e lascia al giovane Pardue (carismatico ma nulla di più) il ruolo di sportivo tormentato e dal carattere difficile. Buoni gli effetti speciali, alcuni dialoghi e anche se siamo lontani dalla riuscita dei vari Rocky o Cliffhanger, Sly azzecca un altro film. Buona la prova di Reynolds, così come è bravo lo stesso Stallone nella parte di Joe Tanto, un altro eroe umano da aggiungere alla sua carriera. Bruttina la colonna sonora.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Nando 11/3/12 11:32 - 3292 commenti

Il mondo delle corse automobilistiche narrato in questo filmetto poco esaltante, nonostante le adrenaliniche immagini nei circuiti troppo ritoccate da evidenti quanto brutte digitalizzazioni. Stallone fa il saggio e la storia appare scontata con liti e rappacificazioni che conducono ad un finale altamente previsto.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Piero68 3/1/18 9:01 - 2639 commenti

Con una sceneggiatura così brutta (scritta da Stallone) nemmeno il volenteroso Renny Harlin riesce a tirare su la pellicola dal grigiore. O meglio, il suo lavoro lo fa pure e lo si apprezza nelle immagini delle corse, anche se alcuni incidenti sono roba da fantascienza. Ma quanto al resto è buio pesto. Inspiegabili poi le appartenenze alle scuderie: Stallone appartiene alla scuderia del campione Schweiger ma lavora per la scuderia rivale dove corre Pardue. Irritanti poi i personaggi di contorno, soprattutto quelli femminili. Disastroso!
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Viccrowley 27/10/14 8:36 - 737 commenti

Se non fosse per il nome di Stallone verrebbe quasi da pensare a una robaccia sullo stile della famigerata Asylum. Il mondo della Formula 1 visto sotto una lente talmente deformante, patinata, irritante e tamarra, da risultare quasi straniante, oltre che imbarazzante. Incidenti con auto che volano in orbita con un tocco realizzati in orrida CGI, scene terribili come l'inseguimento in città tra le due monoposto, personaggi che più stereotipati non si potrebbe. Devo continuare? Unica nota positiva, uno Sly ancora in gran parte risparmiato dal botox.
I gusti di Viccrowley (Commedia - Fantascienza - Horror)

Siregon 8/7/11 10:59 - 350 commenti

Joe Tanto detto il cantante (Stallone, ahah) fa da mentore a un giovane ed immaturo talento della Formula Cart. Trama uguale a mille altri film sportivo-esistenziali. Ridicolo in costante accelerazione con penosi effetti speciali al seguito e musichette irritanti sono ormai un marchio di fabbrica di Harlin. Reynolds è inguardabile, ma con le battute che gli mettono in bocca non c'è da stupirsi. Terribile ma involontariamente divertente.
I gusti di Siregon (Avventura - Gangster - Giallo)

Tommy3793 10/3/12 21:03 - 72 commenti

Film malriuscito sul mondo della formula Cart, in cui Stallone interpreta ancora una volta l'eroe di turno (trattasi stavolta non di un reduce del Vietnam, ma di un ex-pilota). La sceneggiatura, scritta dallo stesso Stallone, risulta banale e francamente imbarazzante; lo stesso dicasi per la trama. In più anche la regia non pare all'altezza: scene clamorosamente assurde e personaggi stereotipati peggiorano (e di molto) tutto il prodotto. Il film, quindi, pecca nell'aspetto più elementare: la verosomiglianza. Da evitare.
I gusti di Tommy3793 (Azione - Fantascienza - Thriller)