Cerca per genere
Attori/registi più presenti

BABBO NATALE NON VIENE DA NORD

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/11/16 DAL BENEMERITO RAMBO90 POI DAVINOTTATO IL GIORNO 27/1/19
Favoletta natalizia di un certo garbo, comincia dissacrando luoghi comuni per poi aprire a più miti sentimenti nel racconto che un Babbo Natale napoletano (Casagrande) fa a una bimba che gli si avvicina. Le narra la storia di un prestigiatore da quattro soldi (Casagrande stesso) raggiunto un giorno a casa dalla figlia India (Annalisa), che non vedeva da tempo. Cantante di poche speranze ossessionata dalla sua "vaga somiglianza" con la vera Annalisa (divertente il gioco metacinematografico per il quale tutti nel film la scambiano per... lei stessa), India cerca di recuperare il rapporto col padre, costretto nel frattempo a partire da Napoli per Salerno dove, vestito da Babbo Natale, deve consegnare pacchi dono su incarico del suo manager Gerardo (Orlando). Deciso ad alloggiare lì da zia Nuccia (Marina), una vecchia parente mezza arterosclerotica, prima ancora di poterla raggiungere cadrà lungo la strada perdendo sensi e memoria. Lo recupererà Padre Tommaso (Morelli), un prete che lo aiuterà in attesa dell'auspicata riacquisizione dei ricordi, mentre dall'altra parte sua figlia e il suo manager cominceranno le ricerche per ritrovarlo, dal momento che non riescono ad avere sue notizie in alcun modo. Una storia semplice costruita per lasciare spazio ai tanti interventi di attori e caratteristi partenopei di buona notorietà. Grazie a una sceneggiatura (che Casagrande ha scritto con Francesco Velonà) più curata della norma, il film ha una sua grazia e può contare sulla buona prova dell'esordiente (al cinema) Annalisa: la cantante ligure si'intrufola nell'universo napoletano con umiltà e, senza troppo esibire le pur valide doti vocali (anche se naturalmente un paio di cantatine non le si potevano negare), si fa accompagnare da un Angelo Orlando piuttosto in forma che, se è vero che calca un po' troppo la mano col suo "sono sicuro al 99,99%", è comunque perfetto nel ruolo del manager sfigatello che appena può ci prova con lei: il loro rapporto è forse anche più azzeccato di quello tra Casagrande e Morelli (inficiato parzialmente dalla presenza di un gruppo di bambini rapper di contorno invadenti e per nulla simpatici come si vorrebbe). Qualche sporadico intervento della sempre bella Cucinotta, camei per Nino Frassica poliziotto, Eva Grimaldi tardona arrapata che salta addosso a Casagrande dopo uno spettacolo, Massimiliano Gallo medico (ottimo il suo "sketch" con Casagrande e Morelli) e altri volti più o meno noti. Pur senza volare troppo alto il film infila qualche buona battuta (Casagrande al telefono con la zia, Orlando con la sua segretaria...) ed è diretto con perizia. Nell'ultima parte, col poker, scade non poco, ma si può chiudere un occhio...
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Cotola 13/1/19 21:39 - 6835 commenti

Film semplice semplice, con una storia fiabesca e dai buoni sentimenti vista mille volte compresi gli sviluppi narrativi e l'epilogo. Eppure risulta gradevole grazie alla buona verve di Casagrande, alla simpatica di Morelli ed a qualche buon momento comico che strappa più di un sorriso. Nulla di che sia chiaro, ma visto senza aspettarsi troppo, può lasciare abbastanza soddisfatti.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Rambo90 19/11/16 18:09 - 5477 commenti

Casagrande torna a dirigere (e interpretare) una storiella con morale da favoletta, leggera e con impennate umoristiche nelle gag in napoletano (che sembrano uscite dritte dai film del suo compare Salemme). Ci si diverte qui e lì (ma la trama è banale) anche grazie al ricco cast di comici, tutti in parte tranne Annalisa, che non sembra granché dotata per la recitazione. Simpatici e spontanei i vari bambini protagonisti. Gradevole.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)