Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA RAPINA

All'interno del forum, per questo film:
La rapina
Titolo originale:3000 miles to Graceland
Dati:Anno: 2001Genere: commedia (colore)
Regia:Demian Lichtenstein
Cast:Kurt Russell, Kevin Costner, Courteney Cox, Christian Slater, David Kaye, David Arquette, Bokeem Woddbine, Kevin Pollak, Howie Long, Jon Lovitz, Ice T
Note:Aka "Three thousand miles to Graceland".
Visite:553
Filmati:
Approfondimenti:1) MASCHERE E TRAVESTIMENTI NEL CINEMA DI RAPINA
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Gigantesca baracconata in celluloide, che fin dai terribili titoli di testa in grafica 3D con uno scorpione digitale che pare uscito direttamente da un videogioco (o da un videoclip, visto che l'origine del regista Demian Lichtenstein è quella) dimostra di voler mescolare ogni tipo di esperienza visiva infischiandosene di coerenza e omogeneità. Sarà proprio l'immagine l'unico vero filo conduttore del film, che alterna effetti registici vari a dialoghi da pura, eroica serie B. La trama che importanza può avere? Ci sono la solita rapina al casinò (la particolarità è rappresentata dal fatto che avviene durante un convegno di adoratori di Elvis Presley), la banda che a colpo concluso fatica a dividersi il malloppo, le vicende, destinate a incrociarsi, di due di loro (Costner e Russell), una giovane madre (Courtney Cox) con figlioletto sveglio a carico... Pretesti che danno l'occasione al regista di mettere in scena le sue bizzarrie. Se solo avesse utilizzato meglio i fondamentali del suo mestiere magari ne sarebbe potuto uscire un ottimo esempio di cinema “weird”. Così invece è solo un caotico perdersi tra le maglie di una sceneggiatura appena abbozzata, che lascia a Kevin Costner (il quale ha preteso la parte dell’antagonista, giustamente) carta bianca per dare libero sfogo al suo istrionismo. Ed è lui, sedicente figlio di Presley, a divertire maggiormente e a dare un vago senso a 3000 MILES FROM GRACELAND. Non certo il simpatico ma qui troppo ingessato Kurt Russell, né tantomeno la bella Courtney Cox. Noir sui generis, volutamente eccessivo, coloratissimo al punto da dare l'impressione di uscire da un fumetto. Tremendamente vuoto, certo, ma con qualche trovata notevole.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 2/5/08 6:01 - 10955 commenti

Non un capolavoro ma un action movie che presenta alcune sorprese positive purtroppo collocate in un contesto pretenzioso e già visto. Si tratta dell'ennesimo film che ricostruisce un colpo ad un Casinò (come nella serie Ocean). Le novità sono l'ambientazione (nel culmine delle celebrazioni dedicate ad Elvis Presley) e il cast che vede la presenza di Kevin Costner per una volta nei panni del cattivo. Per il resto il solito film adrenalinico, dotato di regia assolutamente impersonale (girato con stile e ritmo da videoclip ormai abusati).
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Daniela 20/1/11 16:09 - 8134 commenti

Solito colpo grosso al casinò, con annesse complicanze fra compari, in cui si intromette anche una bella donna con bambino col vizio del furto. A rendere il tutto piuttosto gradevole non è lo script, abusatissimo, né lo stile ipercinetico e clippettaro, quanto piuttosto alcuni elementi collaterali (la commemorazione di Elvis Presley con decine di sosia imbrillantinati e glitterosi), e soprattutto la presenza di Russell in gran forma fisica e Costner in gran forma attoriale, quest'ultimo in un ruolo da cattivo di ironica autoreferenzialità.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Capannelle 27/4/08 11:23 - 3575 commenti

Appare come un Ocean's eleven riscritto alla Tarantino, dove si cerca di interpretare la classica rapina con personaggi e dialoghi atipici e smaliziati. Ma l'operazione non riesce, non c'è mordente a sufficienza e neanche la seguente trasformazione in road movie fa decollare la storia. Costner fa il cattivo vestito da Elvis con un certo impegno, ma alla lunga non è il massimo della credibilità.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Hackett 4/5/08 13:46 - 1603 commenti

Action dignitoso ma che ha nei nomi degli attori uno dei suoi pochi punti di forza. Diligentemente girato, non propone una storia particolarmente avvincente e scade, in alcuni momenti, nella noia. Non migliorano le cose alcune sparatorie fracassone compresa quella finale. Deludente ma non brutto.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

Rambo90 18/1/11 19:12 - 5874 commenti

Action dai risvolti ironici che come grandissimo (e quasi unico) punto di forza ha i due protagonisti Kurt Russell e Kevin Costner. Il primo nella parte del buono (a lui congeniale) e il secondo in un insolito ruolo da cattivo, istrionico e gigionesco come non mai. Il ritmo è buono e anche se la storia non ha molto di originale (tranne alcune inquadratura e un montaggio indubbiamente ben fatti) io lo trovo un notevole B-Movie come non se ne fanno più molti. La Cox qui è molto carina, Slater invece appare solo nei primi venti minuti.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Piero68 24/10/12 11:04 - 2662 commenti

La trama non sarà originalissima e a volte la sceneggiatura si lascia andare ad eccezionalismi, ma il film è sicuramente ben fatto, con una buona dose di action mista alla violenza gratuita generata soprattutto dal personaggio interpretato da Costner. Buon cast con buone idee in alcune sequenze, come la rapina durante l'esibizione/concorso dei sosia di Elvis o come la stessa fine con IceT super assassino prezzolato. Russell se la cava ancora e la Cox in questo film è sexy come non mai. Buone anche le caratterizzazioni e le seconde linee.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Tutta la scena iniziale della rapina con annessa spararoria, nel casinò, con i vari sosia di Elvis.
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Belfagor 27/2/12 8:48 - 2597 commenti

Sebbene l'idea di base - una rapina al casinò e i conseguenti screzi interni alla banda - sià già stata collaudata più volte, alcune declinazioni sono interessanti, soprattutto l'atmosfera di Las Vegas che ospita una commemorazione di Elvis con tanto di sosia come se piovesse. Peccato che lo stile (videoclipparo e patinato) e il contenuto (carico di violenza tanto gratuita quanto artefatta) deludano parecchio le aspettative. Costner, nei panni del cattivo, è il migliore.
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Disorder 17/4/10 14:57 - 1388 commenti

Un action senza pretese ma abbastanza buono. Non si direbbe del 2001 ma di almeno dieci anni prima (evidente l'influsso Tarantiniano sul regista); la trovata migliore è stata di far interpretare il cattivo a Kevin Costner, sorprendente come rapinatore pazzoide (si crede addirittura figlio di Elvis!). Mi è piaciuto anche il finale, insolitamente positivo. Nota di demerito per gli adattatori italiani: quanto è banale "la Rapina" come titolo? Non male alla fine...
I gusti di Disorder (Avventura - Commedia - Drammatico)

Enricottta 11/9/09 13:13 - 507 commenti

A parte il regista, di videoclip non si deve parlare. Il film è impersonale si vede, ma non malvagio altrimenti metto su una lista di 1000 film peggiori nel genere. Alti e bassi, è vero, "slegati" pazzeschi, è vero anche questo, ma qualcoso di buono nel "La rapina" si trova. A me, è piaciuto tanto l'uso della musica come scansione dei ritmi del film, atta a condurre lo spettatore all'apoteosi finale.
I gusti di Enricottta (Erotico - Giallo - Musicale)