Cerca per genere
Attori/registi più presenti

MAICOL

All'interno del forum, per questo film:
Maicol
Dati:Anno: 1989Genere: drammatico (colore)
Regia:Mario Brenta
Cast:Simone Tessarolo, Sabina Regazzi, Giovanni Crespi, Maria Teresa Oldani, Monica Saccomandi, Santo Sariotti
Visite:230
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 3/10/16 DAL BENEMERITO RUBER

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Marcolino1
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Markus
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Ruber


ORDINA COMMENTI PER:

Markus 25/11/16 18:47 - 2931 commenti

Ritratto di moderna concezione di ragazza madre: immatura per un figlio e anche per la vita; vorrebbe divertirsi e invece c'è Maicol, un bambino chiuso che vive in un mondo tutto suo. Il dato più interessante del film è che entrambi non si rispettano: anche quando la donna perde in metrò il piccino e alla fine si ritrovano, la vicenda si chiude anziché con un caloroso abbraccio con una strattonata. Accenti veneti (?), ma ambientato nella periferia milanese di quegli anni. Ritmo molto lento in funzione di un certo realismo.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Ruber 3/10/16 18:25 - 652 commenti

E' sempre difficile giudicare film che hanno pochissimi dialoghi e tutto viene lasciato ai silenzi e ai rumori ambientali. Il veneziano Brenta dirige come sempre lasciando che gli attori facciano quasi da soli e si comportino in maniera naturale. La sceneggiatura vede il piccolo Maicol che a causa di una madre poco attenta attraversa di notte Milano in metrò; dovrebbe cercare con ansia la mamma, ma entrambi non si cercano e ognuno è perso nel suo mondo. La grigia periferia dei palazzoni e dei loro abitanti è più che uno sfondo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Sul metrò e nelle stazioni in diversi vorrebbero aiutare il piccolo Maicol, ma nessuno lo fa e lui non vuole.
I gusti di Ruber (Comico - Commedia - Drammatico)

Marcolino1 5/6/19 16:03 - 402 commenti

L'iconografia del quotidiano forse non renderà il frame cinematografico un quadro memorabile, ma comunica, come in questo caso, solitudine e vuoto che già traspaiono nei volti nelle scene prive di dialogo. Panni sporchi di Giuseppe Bertolucci ritorna nella desolazione assonnata delle stazioni e la magia di Piccoli fuochi di Del Monte si riflette nella cameretta del bimbo di fronte al poster di Dune di Lynch. Una macchina da presa sensibile regala malinconia allo spettatore contemplando un vetro bagnato di pioggia o i piatti sporchi di un lavello.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il bimbo aggrappato al pneumatico appeso a una corda nel parco a indicare solitudine e bisogno d'affetto.
I gusti di Marcolino1 (Documentario - Fantascienza - Musicale)