Cerca per genere
Attori/registi più presenti

URBAN LEGEND 2: FINAL CUT

All'interno del forum, per questo film:
Urban legend 2: Final cut
Titolo originale:Urban legend 2: Final cut
Dati:Anno: 2000Genere: horror (colore)
Regia:John Ottman
Cast:Jennifer Morrison, Matthew Davis, Hart Bochner, Joey Lawrence, Loretta Devine, Eva Mendes, Anson Mount, Jessica Cauffiel, Anthony Anderson, Michael Bacall, Marco Hofschneider, Derek Aasland, Jacinda Barrett, Peter Millard, Chas Lawther
Note:sequel di "Urban legend".
Visite:447
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Rispetto al primo capitolo c'è almeno il tentativo di creare una storia più interessante, che a ben vedere si ispira a quei thriller di casa nostra derivati dagli originali argentiani. Inserire il tutto in un corso universitario di cinema, dove gli studenti ambiscono a vincere il prestigioso “premio Hitchcock”, permette al regista John Ottman di giocare col metacinema, col film nel film fin dall'incipit rubato al BLOW OUT di Brian De Palma. Ci si riallaccia insomma al filone di Kevin Williamson, specialista in horror straripanti di citazioni d’ogni sorta. La forza di URBAN LEGEND 2 è comunque la professionalità della confezione, con un cast giovanile decoroso e ben diretto, una fotografia all'altezza e un'ottima colonna sonora d'atmosfera. Il risultato è superiore alle (basse) aspettative pur rimanendo ampiamente nell'ambito del già visto: c'è qualche omicidio piuttosto sanguinario (una decapitazione tramite finestra, in particolare), i dialoghi si lasciano ascoltare senza far gridare allo scandalo, la maschera da schermidore dell'assassino ha un suo discreto fascino, ragazzi e ragazze si fanno notare per la loro avvenenza fisica (prevedibilmente). Scoprire l'identità del killer non è certo impossibile, ma almeno la stessa non è spudoratamente celata come troppe volte capita. Scenografie e luci contribuiscono a dare spessore al film, costruito in definitiva sufficientemente bene. Se non fosse per l'idea di base troppo derivativa e per l'inevitabile prevedibilità dell'azione avrebbe anche potuto essere un discreto horror.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Undying 3/6/07 23:38 - 3875 commenti

Sulla linea narrativa del predecessore, Urban Legend 2 sfoggia una serie di citazioni al limite del plagio (Inferno e Suspiria: il primo delitto con decapitazione della vittima) e ricompone quello stile visivo che ha cavalcato il passaggio del millennio condizionato dalla corrente soft-horror alla So Cosa hai Fatto. Sceneggiato da Silvio Horta, come il suo predecessore, ripercorre alla nausea la tematica del giallo innestato sulle leggende metropolitane. Si differenzia per una maggior cura al dettaglio, specie nelle sequenze dei delitti.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Rebis 5/7/13 19:48 - 2072 commenti

Blanda la continuity con il primo capitolo, retta più che altro dalla presenza di alcuni personaggi secondari. Il tema delle leggende metropolitane è potenziato (sul modello craveniano) da un apparato meta-cinematografico utile a irrobustire e articolare la costruzione narrativa, ma insufficiente a generare una tensione efficace. Le sequenze di morte - escluso il feroce incipit, degno del miglior Argento - sono meno gory e ingegnose dell'originale, la cui atmosfera plumbea è persa nel vano tentativo di alimentare l'autoironia. C'è qualcosa di Blow-out, ma il confronto è semplicemente indecoroso.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Pinhead80 12/3/16 11:27 - 3146 commenti

Continuano le leggende metropolitane, ma il risultato rimane pressappoco lo stesso del primo capitolo. La storia gira che ti rigira è sempre quella e quel poco di effetto sorpresa che c'era nel primo capitolo qui manca totalmente. Tutto è predisposto per far sembrare i protagonisti carne da macello senza reazione. Direi un po' poco per rendere il film meritevole di visione. Bocciato in pieno.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Belfagor 6/12/11 18:26 - 2563 commenti

Sequel del passabile Urban Legend che si adagia sui binari dello slasher/horror del nuovo millennio. Le influenze di So cosa hai fatto sono evidenti, così come la mancanza di inventiva che si traduce in una meccanica catena di omicidi dall'andamento prevedibile. Rispetto al primo film il cast è più anonimo, anche se c'è Eva Mendes alle prime armi.
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Ryo 6/3/13 0:23 - 1724 commenti

Molto meno incisivo del primo capitolo. Qui si citano molte meno leggende metropolitane e qualcuna addirittura o è poco conosciuta o è stata inventata ad hoc per il film. Diciamo che per il tema trattato, che non si dovrebbe prendere troppo sul serio (come appunto nel primo film), questo sequel è troppo pretenzioso. Fastiodiosissime le reazioni delle vittime, che si fanno quasi tutti uccidere rimanendo immobili, inermi, aspettando il colpo di grazia senza reagire. Simpatico l'espediente metacinematografico, ma tutta l'operazione è alquanto blanda.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'assassino che si suona la colonna sonora da solo; Il piano sequenza finale con la musica di Hitchcock.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)