Cerca per genere
Attori/registi più presenti

PIANETA ROSSO

All'interno del forum, per questo film:
Pianeta rosso
Titolo originale:Red Planet
Dati:Anno: 2000Genere: fantascienza (colore)
Regia:Antony Hoffman
Cast:Val Kilmer, Carrie-Ann Moss, Tom Sizemore, Benjamin Bratt, Simon Baker, Terence Stamp
Visite:812
Il film ricorda:Stranded (naufraghi) (a Gestarsh99), The last days on Mars (a Gestarsh99)
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 7
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Che senso può avere un film di fantascienza simile? Dove non c'è una sola idea nuova, manca la suspense, i dialoghi sono quanto di più banale si possa immaginare, il cast è svogliato e nemmeno l'atmosfera rossastra di Marte giova alla spettacolarizzazione del prodotto. Con tutta evidenza un falso kolossal, PIANETA ROSSO difetta anche sotto il punto di vista degli effetti speciali. Per non parlare delle sciocchezze scientifiche mascherate dietro gli improbabili ragionamenti fisici dell'ingegnere del gruppo Tom Sizemore. Che i malcapitati aspettino di finire l'ossigeno per scoprire che l'aria di Marte è respirabile è semplicemente ridicolo e non c'è scusa che tenga. L'unico pregio di certe "americanate" senza capo né coda è la confezione, pur sempre di una certa professionalità. Però in questo caso proprio non basta e la sceneggiatura compete con il soggetto quanto a povertà di contenuti. Il capitano dell'astronave Carrie-Anne Moss e la star Val Kilmer faticano a trovare la giusta misura delle loro interpretazioni e si affidano all'esperienza, tradendo in ogni caso un vivo imbarazzo nel patetico finale, reso ulteriormente trash dal commento fuori campo sul quale il film si chiude. Uscito subito dopo il MISSION TO MARS di De Palma, PIANETA ROSSO non regge proprio il paragone e anzi fa sembrare l’onesta escursione fantascientifica Depalmiana un vero capolavoro. Entrambi puntano molto sulla resa cinematografica dei paesaggi marziani, finalmente vicina alla realtà grazie alle esaurienti immagini spediteci dal modulo americano Pathfinder, ma mentre il primo concede molto alla spettacolarità e alla tensione, il secondo è piatto e deludente anche dal punto di vista dei misteri che Marte ci nasconde: chissà che ci aspettavamo...
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 14/5/09 7:09 - 10869 commenti

Quasi contemporaneo a Mission to Mars di Brian De Palma, Red Planet affronta in pratica lo stesso argomento in un film che è più francamente d'evasione rispetto al precedente. Discreto per quanto riguarda gli effetti speciali, il film di Anthony Hoffman si basa però su una storia troppo scontata e anche parte degli interpreti (Val Kilmer in particolare) non sono all'altezza.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Puppigallo 27/4/07 9:45 - 4285 commenti

Se nella finzione di Star Trek la frasona era “Spazio, ultima frontiera”, nella realtà spazio potrebbe essere sostituito da Marte. Ecco perché il pianeta rosso esercita da sempre un grande fascino su tutti; ed è per questo che film come il suddetto avviliscono (senz’anima, senza poesia, con dialoghi ultramediocri). La vera “sorpresona”, che pur non essendo chissà che, almeno costituisce l'unico guizzo dell'intera pellicola, non basta a salvarla dal disastro. Per il resto, con un pianeta a disposizione, sti “geni” hanno preferito inserire un robot sbarellato...mah.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La navetta russa con orso russo animato che parla in russo (sembra uno scioglilingua, ma trattasi solo di ennesima boiata di questa pellicola).
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Daniela 8/5/09 16:59 - 7866 commenti

Mission to Mars è certo uno dei film meno riusciti di De Palma ma, al confronto a questo quasi contemporaneo Pianeta Rosso, ci fa un figurone. Trattasi infatti di fantascienza apparentemente di seria A - a cominciare dal cast di rilievo - ma in realtà catalogabile nella serie zzzz, nel senso che induce alla penichella, anche per isolare la mente dalle castronerie assortite pronunciate dai vari personaggi con l'aria più seriosa del mondo. Se lo spettatore riesce a non addormentarsi, ci pensa comunque il finale a stenderlo k.o.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Fabbiu 1/3/07 12:10 - 1877 commenti

Peccato, sul primo tempo ho avuto una buona impressione del tipo: "Ah finalmente un bel film di fantascienza all'antica", con la spedizione dell'astronave nello spazio e un equipaggio cazzuto. Peccato poi per il robot buono che fa kung fu e impazzisce cercando il resto dell'equipaggio per sterminarlo e per il capo-donna che non può sporcare il suo trucco e scendere sul pianeta finendo costretta a rimanere in alta quota a lavorare macchinari mai esistiti (sembra essere l'idea di un bambino scemo).
I gusti di Fabbiu (Commedia - Fantascienza - Fantastico)

Lucius  22/12/13 10:36 - 2721 commenti

Da un lato paesaggi extraterreni mozzafiato, dall'altro trovate altamente discutibili e inverosimili (l'atmosfera respirabile, l'assenza di vento e un'aria sospesa, rarefatta, in odore di fiction, invece stiamo parlando di cinema ad alto budget...) e attori strapagati, mal diretti, che affrontano i rispettivi ruoli quasi come se timbrassero un cartellino in azienda. Gli effetti speciali e la fotografia da soli non bastano a elevarne il livello. Puro intrattenimento, usa e getta. Un'occasione sprecata.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Piero68 27/11/18 8:25 - 2617 commenti

Uscito in quasi contemporanea con Mission to Mars ne condivide sostanzialmente il soggetto. Anche se in lì c’era una sorta di rivelazione finale, qui c’è solo un classico racconto di sopravvivenza. Eppure, nonostante l’ottimo cast costituito da caratteristi di grande valore, il film annoia e fa fatica a prendersi sul serio. Sul banco degli imputati Hoffman, al suo primo e unico lungometraggio, che non riesce a dare spessore né ai personaggi né alla situazione. Nemmeno la fotografia riesce a sfruttare al meglio i suggestivi scenari. Mediocre.
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Belfagor 26/5/12 11:00 - 2588 commenti

In un futuro non troppo remoto, qualcosa va storto durante una missione di recupero su Marte. Quante volte abbiamo già sentito una trama del genere? Non sarebbe un problema se lo svolgimento fosse avvincente, ma qui si ha a che fare con un grado di derivazione fin troppo alto, che rende il film un prodotto senz'anima. A completare il quadretto, un finale davvero insulso. Si salva solo la fotografia, che riesce a trasformare i paesaggi desertici in una superficie marziana credibile. Sprecati Kilmer e la Moss.
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)