Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LE CINQUE SCHIAVE

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 30/7/16 DAL BENEMERITO FAGGI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Davvero notevole! a detta di:
    Tarabas, Faggi
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Daniela


ORDINA COMMENTI PER:

Tarabas 20/6/17 9:27 - 1569 commenti

Insolito e piuttosto coraggioso per l'epoca, il film narra di cinque ballerine di un night club di proprietà di un gangster spietato. Il lavoro delle ragazze non è più di tanto nascosto (si pensi alle metafore di Colazione da Tiffany) e le conseguenze drammatiche di quella vita sono esposte senza troppi filtri (nonostante il Codice Hays fosse già in vigore). Bette Davis calamita tutte le attenzioni della mdp, Bogart ha un ruolo di peso come Procuratore Distrettuale ma la sorpresa è il cantante lirico italiano Ciannelli, cattivo e suadente.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Daniela 31/12/16 11:05 - 7635 commenti

Un procuratore distrettuale cerca di convincere cinque entreneuses che lavorano in un club di proprietà di un malavitoso a testimoniare contro il loro datore di lavoro... Un film all'epoca di attualità, ispirato per quanto riguarda il gangster alla figura di Lucky Luciano che era stato arrestato proprio l'anno precedente, piuttosto esplicito circa il mestiere delle ragazze, nonostante i tagli della censura, impreziosito dalla prestazione della volitiva Davis, già diva oscarizzata, accanto alla quale Bogart interpreta uno dei pochi ruoli da persona onesta della prima parte della sua carriera.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Faggi 30/7/16 12:46 - 1347 commenti

La Davis è una delle escort (diremmo oggi) in un nightclub controllato da un pericoloso gangster, Bogart è un procuratore di giustizia (splendidi). Girata con sobrietà e rigore da razionalismo anni '30 è una buona pellicola criminale di sottile crudezza, con elementi di poliziesco, dramma giudiziario e un'atmosfera cupa in anticipo sul noir classico. Il plot è semplice, secco e inesorabile, non c'è traccia di love-story e di sentimentalismi da specchietto per le allodole. Da vedere.
I gusti di Faggi (Fantascienza - Giallo - Poliziesco)