Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• EPOCH

All'interno del forum, per questo film:
• Epoch
Titolo originale:Epoch
Dati:Anno: 2000Genere: fantascienza (colore)
Regia:Matt Codd
Cast:James Avery, Ryan O'Neal, David Keith, Shannon Lee, Jam Hong, Donna Magnani, Brian Thompson, Stephanie Niznik, Raul Julia-Levy, Craig Wasson
Visite:435
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Lo chiamano Taurus: è un gigantesco monolite dalla forma conica che punta il suo vertice nel deserto del Bhutan (centro Asia). Venuto dallo spazio. A studiarlo arrivano per primi gli americani, non senza creare imbarazzi nel rapporto diplomatico coi vicini cinesi, che spediscono subito in zona due Mig con intenti bellicosi. Matt Codd dirige un film tv che avrebbe meritato miglior sorte, sia per le notevoli intuizioni del soggetto che anche per una sceneggiatura capace - pur restando in un ambito da film minore - di riservare qualche sorpresa nelle sfaccettature dei personaggi. La corrispondenza tra il monolite (è un’immagine bellissima, di una suggestione unica) e un'entità superiore che qualcuno avvicina addirittura a Dio (d’altra parte ha poteri taumaturgici su chiunque stazioni nei pressi) è figlia di un copione più interessante di quanto Codd sia riuscito a mostrarci attraverso una regia decisamente debole. A deludere soprattutto è però l'interno del monolite, poco più di qualche roccia buttata lì tra cunicoli illuminati rozzamente da una fotografia che è causa del mediocrissimo impatto visivo di EPOCH. David Keith, lo specialista di armi strategiche cui spetta il compito di decodificare il mistero, è un discreto protagonista, mentre Ryan O'Neal offre una buona prova da attore (secondario) a trent’anni di distanza da LOVE STORY. Sono molti insomma i punti a favore del film, che tuttavia è penalizzato da una realizzazione scadente. Non tanto per via degli effetti speciali digitali (ormai alla portata di tutti), quanto proprio per una regia non incisiva, che approfondisce male i momenti più interessanti (le ipotesi su Taurus) in favore di superflue analisi caratteriali.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Daniela 19/4/09 9:44 - 8008 commenti

L'unica cosa bella di questo scombinato filmetto TV è il roccione che si vede anche nella copertina del dvd (proditoriamente allegato ad una rivista di informatica qualche tempo fa), una sorta di monolito più fantasiosamente scolpito, che avrebbe meritato una sorte migliore (esclamativo solo al roccione). Per il resto, loffia televisiva, con un cast modesto (compreso l'imbambolato Ryan O'Neal), trama risibile (il coso emerge a due passi dalla Cina, ma gli americani ci arrivano prima dei cinesi), dialoghi insulsi, noia imperante.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rigoletto 8/4/19 10:31 - 1400 commenti

Ciò che sbuca fuori dal terreno del Buthan è il mistero di cui tutti vorrebbero scoprire i segreti; gli americani se ne appropriano, i cinesi fanno grandi pressioni. Come uscire dallo stallo? La sceneggiatura è interessante e pone un serie di domande, ma il film pecca nei particolari, affiancando a una bella idea di base una certa povertà nella cura del prodotto. A questo si aggiunge una estrem(izzat)a vena antimilitarista. Discreta prova del protagonista Keith e del cast nel quale si segnalano O'Neal, Thompson e Hong.
I gusti di Rigoletto (Avventura - Drammatico - Horror)