Cerca per genere
Attori/registi più presenti

KNIGHT OF CUPS

All'interno del forum, per questo film:
Knight of cups
Titolo originale:Knight of Cups
Dati:Anno: 2015Genere: drammatico (colore)
Regia:Terrence Malick
Cast:Christian Bale, Cate Blanchett, Natalie Portman, Brian Dennehy, Antonio Banderas, Freida Pinto, Wes Bentley, Isabel Lucas, Teresa Palmer, Imogen Poots, Peter Matthiessen
Visite:688
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/2/16 DAL BENEMERITO SAINTGIFTS

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Grande esempio di cinema a detta di:
    Saintgifts
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Paulaster
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c'è a detta di:
    Daniela, Capannelle
  • Gravemente insufficiente! a detta di:
    Rebis


ORDINA COMMENTI PER:

Daniela 20/6/17 11:37 - 7866 commenti

Frammenti, scanditi dalle carte dei tarocchi, nella vita di uno sceneggiatore di successo infelice, tormentato dai sensi di colpa, girovago in cerca di se stesso: e se poi si trova e non si piace? Battuta sciocca, lo so, ma di fronte a tanti ghirigori filosofici sul significato dell'esistenza, vien da pensare che se fosse un precario part time magari si farebbe meno problemi. I soldi non fanno la felicità? Ma dai, chi l'avrebbe mai detto. E chi l'avrebbe mai detto che l'emozionante cantore delle terre cattive avrebbe finito per fare cinema d'autore di tale incommensurabile noia?
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rebis 21/11/16 15:57 - 2073 commenti

I modelli di Vogue, stesi su terrazze e bagnasciuga, o quelli che si aggirano anodini tra parquet e tende di lino nei più laccati cataloghi di design, dialogano con Dio: congelati nell'esistenza, si dissolvono nella nostalgia delle Origini... Ispirato a un testo gnostico, elevato all'archetipo dalle figure dei Tarocchi che ne scandiscono - arbitrariamente - il dispiegarsi farraginoso, è un vero film-bidone, perché risuona a vuoto mentre rotola a precipizio verso il baratro che lo inghiotte; un Bacio Perugina che nutre un'umanità impresentabile alle soglie dell'iniziazione. Puro trash d'autore.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Capannelle 8/4/16 0:09 - 3542 commenti

Mattonata d'autore dove non bastano l'eccelsa qualità fotografica, la Blanchett o lo charme femminile declinato in più forme per ravvivare un modo di raccontare volutamente criptico sulla solita ricerca dell'io interiore in mezzo alle rovine e all'apparenza degli ambienti hollywoodiani e dei festini delle classi abbienti. A Malick piace così, The tree of life era pesantino ma più lineare e magnetico. Qui ogni singolo elemento o attore evapora presto senza poter concretizzare un filo narrativo minimamente forte.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Saintgifts 24/2/16 0:08 - 4099 commenti

Tutte le cose che Malick racconta in questo film, la maggior parte sotto forma di pensieri più che con parole dette, non sono di immediata e completa comprensione. La storia di Rick sceneggiatore in crisi non è così originale, almeno al cinema; il modo di rappresentarla, con l'aiuto della fotografia di Lubezki e di una valida soundtrack invece sì, ma da questo regista è il minimo che ci si possa aspettare. Le figure dei tarocchi, come destino assegnato, puntellano il percorso del cavaliere distratto, in cerca di comprendere ciò che lo circonda.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il padre (un ottimo Dennehy) chiede perdono in ginocchio.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Paulaster 21/12/16 10:11 - 2226 commenti

L'errante protagonista in piena crisi d'identità vaga alla ricerca di un senso che non è detto troverà. Messa in scena di un'allegorica seduta psicanalitica priva di alcuna emozione o empatia. Malick si destreggia con le sue inquadrature sinuose e mostra il bello che ruota attorno alla sceneggiatura. Location, party, donne stupende come una cornice dorata vuota al centro (non mancano poi le forzature familiari). Bale è monoespressivo anche perché la voce fuori campo parla con frasi da cioccolatini...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La pista delle automobiline.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)