Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• KING KOBRA

All'interno del forum, per questo film:
• King kobra
Titolo originale:King Cobra
Dati:Anno: 1999Genere: animali assassini (colore)
Regia:David Hillenbrand, Scott Hillenbrand
Cast:Pat Morita, Scott Hillenbrand, Casey Fallo, Hoyt Axton, Joseph Ruskin, Courtney Gains, Eric Lawson, Arell Blanton, Jerry Kernion, Michael Leopard, Erik Estrada
Note:E non "King Cobra".
Visite:690
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Di brutti film in tema animali assassini ne sono stati girati molti, di così brutti non tantissimi. KING COBRA riprende l'idea del serpente gigante (ovviamente frutto del solito esperimento biogenetico sfuggito al controllo) dal più celebre ANACONDA e prova - addirittura! - a inserirlo in una storia che rievoca LO SQUALO: la festa della birra (!) che non dev’essere sospesa, la caccia autonoma dei deficienti del paese, l'erpetologo che accompagna tre fessi nell'unica vera “caccia ufficiale”... Ci sarebbe da ridere se l'umorismo non fosse in parte involontario (con una bella dose di risibili incongruenze al seguito), in parte figlio di una comicità terribile. L'unico che si salva dal disastro generale è - manco a dirlo - il serpentone animato dei bravi fratelli Chiodo, squamato con splendida naturalezza e affascinante nel suo realismo. E infatti si vede ben poco, almeno nella prima ora: ne avvertiamo la presenza attraverso le solite corse in steadicam tra il fogliame, ma al dunque lo schermo va a nero e buonanotte. Poi, finalmente, ecco apparire la testona da cobra, ritta e fiera, ma il montaggio combina altri guai e si capisce poco o niente. Nel finale, vivaddio, gli viene concessa qualche inquadratura in più, giusto per fargli attaccare l'erpetologo Pat Morita (la “star” del film, il che è tutto dire) e compagnia. Pensare alla dolce storiella d'amore tra i due protagonisti fa venire il voltastomaco, anche per via della recitazione scadente degli interessati, mentre i due registi David e Scott Hillenbrand provano a far salire un’inesistente tensione con le solite gite “non autorizzate” nella foresta. Quintali di scene inutili, dialoghi aberranti e scene d'azione da far ridere i polli. Il trionfo del semiamatoriale, condito da una partecipazione speciale (un minuto) di Erik Estrada. E far fare al Poncharello di CHiPs la checca isterica è l’ennesima caduta di gusto...
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Ciavazzaro 10/2/10 11:42 - 4723 commenti

Ridicolo è dire poco. Se Pat Morita partecipandovi non ci fa una bella figura, pensate il resto del cast... Il film come già detto supera ogni limite del ridicolo, non appassiona mai (talvolta è quasi noioso) e si trascina fino al finale. Bocciato.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Redeyes 5/2/08 10:25 - 2042 commenti

Al confronto Anaconda è un capolavoro! Siamo di fronte ad una banda di cialtroni che per assurdità dell'animale assassino rasentano La notte della lunga paura, che almeno aveva il merito di esser di molto precedente. I dialoghi sono al limite del sopportabile. Il cast è degno di esser ucciso (recitativamente parlando, s'intende!). Perle di notevole livello, in quanto a tristezza, di Poncharello (inguardabile), ed un maestro Miyagi che per "dai cera, togli cera" può andare, ma non per esser un erpetologo. Tristissimo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La morte del maestro Miyagi.
I gusti di Redeyes (Drammatico - Fantascienza - Thriller)

Mco 20/7/09 17:55 - 2085 commenti

Un incrocio tra crotalo e cobra reale sparge terrore dopo essere scappato dal solito laboratorio di genetica. Partenza lanciata per questo eco-vengeance, che si avvale della partecipazione del maestro Pat Morita ma che, col passare del tempo, perde nerbo e "striscia" via verso un finale alquanto scemotto, lasciando altresì aperta la strada ad eventuali sequel. Solo per aficionados.
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)