Cerca per genere
Attori/registi più presenti

POINT BREAK

All'interno del forum, per questo film:
® Point break
Titolo originale:Point Break
Dati:Anno: 2015Genere: action (colore)
Regia:Ericson Core
Cast:Edgar Ramirez, Luke Bracey, Ray Winstone, Teresa Palmer, Matias Varela, Clemens Schick, Tobias Santelmann, Max Thieriot, Delroy Lindo, Nikolai Kinski, Judah Lewis
Note:Aka "Pointbreak". Remake di "Point Break - Punto di rottura" (1991).
Visite:666
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 10
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/2/16 DAL BENEMERITO SAINTGIFTS POI DAVINOTTATO IL GIORNO 6/2/16
Rimettere mano a una macchina spettacolare perfetta come il primo POINT BREAK voleva dire andare incontro a sconfitta quasi certa. Per questo il regista Ericson Core si prende cura in prima persona della fotografia e marca subito una prima grande differenza: le immagini filtrate attraverso un verde che lascia il segno suggeriscono subito una diversa ottica, riflessa poi in un bilanciamento narrativo completamente differente rispetto al passato; azzerata (e affogata in dialoghi di rara banalità) la componente poliziesca che invece dava nell'originale una dimensione ben precisa alla figura di Utah, recuperata in parte la spiritualità e la filosofia naturalistica del gruppo di Bodhi, il remake smarrisce per via la ricerca di idee buone che possano avvicinare l'originalità del modello; tanto che, chissà se per caso, il senso dell'operazione sta già perfettamente racchiuso in una frase di Samsara (Palmer) a Utah (Bracey) prima dell'inevitabile, routinaria scena di sesso: "Se non ci sono le idee cosa ci resta? L'azione!"; se non è metacinema questo... perché appunto sull'azione è costretto a poggiare l'intero film di Core; sulla comunanza dell'uomo con la natura, sul brivido di imprese apparentemente impossibili riprese nel modo migliore per regalare a chi osserva la sensazione di partecipare al rischio (sintomatica la scalata in Venezuela, dove le regole gravitazionali s'infrangono contro le impossibili evoluzioni dell'uomo e insieme della cinepresa in una danza vertiginosa). Ma sono per molti versi indimenticabili il volo a braccia aperte tra le rocce, le discese in snowboard tra le innevate pareti a picco, le corse in moto inseguiti da una pioggia di massi in caduta libera, le surfate tra onde altissime come non avevamo visto nemmeno nell'originale (che sul surf poggiava le vere basi dell'utopico sogno di Bodhi). Riprese dall'alto, movimenti di macchina sinuosi, colori e musiche ideali appagano la vista; le otto prove estreme a cui Bodhi e i suoi tendono sembravano poi un bello spunto, in linea col misticismo del modello; purtroppo le belle intenzioni naufragano in una sceneggiatura infelice, che mette di fronte due attori modesti, imparagonabili alla coppia Reeves/Swayze come spessore e costretti a buttar lì quattro frasi insulse per tenere in piedi una vicenda che fa acqua da tutte le parti. Quanto a credibilità stiamo sotto allo zero, come snodi narrativi perfino sotto e soffermarsi sugli sguardi che si vorrebbero intensi dei protagonisti fa tenerezza. Per questo è molto più efficace la seconda parte, quando ogni tentativo di dare un senso vero al tutto va definitivamente a farsi benedire lasciando spazio allo spettacolo della natura incontaminata che accoglie le prove di coraggio in rapida sequenza. Dell'originale restano labili agganci: è un altro film, che svilisce la poetica della Bigelow e punta spudoratamente al cinema di cassetta con lo stile e la qualità, però, di chi i mezzi li conosce e sa come usarli.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 24/3/16 5:38 - 10955 commenti

Il bel film della Bigelow (risale al 1991) viene omaggiato da un remake che guarda, più che al cinema di finzione, verso il documentario sugli sport estremi. Praticamente impalpabili storia e caratterizzazione dei personaggi (nonostante il sottotesto filosofico), mediocre la prova del protagonista Bracey, rimane la buona fattura delle riprese delle prove sportive/rapine, sottolineate da una riuscita fotografia curata dallo stesso regista. Muscolare.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Cotola 2/3/16 22:21 - 7038 commenti

Accettabile remake del film della Bigelow di cui non possiede la forza visionaria e la perizia registica ma che riesce comunque ad intrattenere in modo discreto. La trama non presenta, almeno negli snodi narrativi fondamentali, grandi novità rispetto all'originale ma si lascia comunque seguire piacevolmente. Non manca qualche bel momento visivo e di intrattenimento che porta ad un risultato finale non malvagio.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Deepred89 18/2/16 18:11 - 3112 commenti

Remake dal sorprendente impatto spettacolare, che prende volutamente la distanze dall'originale (a partire dalla netta riduzione della componente poliziesca) per lanciarsi in un susseguirsi di scene d'azione fantasiose e ottimamente realizzate. Il resto a ben vedere vale pochino: squallida fotografia filtrata, attori dall'espressività inversamente proporzionale alla quantità di orridi tatuaggi, trama ridotta all'osso. Piacevole però il tono molto ottantiano, tra totale mancanza di ironia e dialoghi buffamente pomposi. Decisamente promosso.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Markus 10/2/16 16:08 - 2927 commenti

Sorvoliamo sul fatto che ormai da qualche tempo Hollywood si aggrappi a rifacimenti/rivisitazioni in mancanza d’idee; quando però il risultato è questo imbarazzante trash-movie non resta che irriderlo con il dito puntato sullo schermo. Parrebbe una puntata di lusso di The lady di Lory Del Santo: attoruncoli tutto muscoli e tattoo sciorinano una marea d’idiozie con atteggiamento “virile” e compiono prodezze ai limiti della credibilità (perdonabile solamente in caso di un buon film, ma non è questo il caso). Una risata li seppellirà.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Hackett 20/5/17 21:27 - 1603 commenti

Buon film d'azione che sarebbe stato meglio pensare dal principio come un film originale invece che un remake. Il confronto con l'opera di partenza, infatti, a tratti è appena percettibile, puntando questa pellicola perlopiù su immagini adrenaliniche e curatissime al limite del videoclip patinato. Le rapine e la trama criminale rimangono sullo sfondo mentre sono gli sport estremi a farla da padroni. Il cast anonimo e la regia non reggono il confronto con il modello, ma l'intrattenimento funziona.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

Fabbiu 22/4/16 23:26 - 1892 commenti

Pseudo remake del più noto cult del 91. Dico pseudo perché, a parte i nomi dei personaggi, l'unica cosa minimamente in comune non è nemmeno la trama ma giustappunto il soggetto, e solo a grandi linee (agente dell'Fbi infiltrato tra criminali devoti allo sport estremo). Non bastano i personaggi caratterizzati al peggio o un'alea perenne di inconcludenza, ciò che più infastidisce è che è tutto un continuo scambio di sguardi da duri e frasi da duri in un clima a dir poco patinato. Si salva solo la fotografia, ma c'è da sbadigliare.
I gusti di Fabbiu (Commedia - Fantascienza - Fantastico)

Saintgifts 1/2/16 11:59 - 4099 commenti

Lo spunto è senz'altro preso dal modello originale, ma l'ottica è completamente spostata. Qui, nonostante le "otto prove di Ozaki", che vorrebbero dare una veste filosofica alle imprese del gruppo di amici che cercano l'illuminazione, quello che conta sono le riprese, invero spettacolari, le diverse acrobazie sullo sfondo di una natura che arriva a essere lei la vera protagonista del film. La riprova è che il regista Core è anche il direttore della fotografia (dove si esprime meglio): tutto ciò che esula dai momenti di action è poca cosa.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Nando 7/2/17 16:07 - 3322 commenti

Lontano anni luce dall'originale, per quanto riguarda la matrice investigativa, si segnala per le spettacolari scene d'azione molto adrenaliniche ma alcune anche tendenti all'inverosimile. Un film prettamente muscolare in cui edonismo e dinamismo vanno in coppia. Lo spunto filosofico è totalmente edulcorato e il cast appare una discreta tappezzeria ma nulla più.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Piero68 30/1/17 10:37 - 2662 commenti

Di quello che fu uno dei migliori polizieschi action degli anni 90 - e forse di sempre - ci viene restituito questo remake pasticciato che vira sul caciarone e che assomiglia molto di più a XXX con Vin Diesel che non al magnifico film della Bigelow. Attori anonimi, sceneggiatura stravolta e persino le scene adrenaliniche lasciano a desiderare per quanta CG sia presente ovunque e comunque. Ramirez non ha nemmeno un briciolo del carisma di Swayze e persino Winstone, caratterista a me sempre piaciuto, perde ai punti contro Busey/Pappas. Da evitare.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il volo con la tuta alare, unica scena veramente emozionante.
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Bruce 19/4/17 10:40 - 927 commenti

Scordatevi l'originale, che era e rimane tuttora un ottimo film. In questo deludente remake da salvare sono solo le eccellenti riprese delle varie imprese estreme compiute dai protagonisti. Il resto è vuoto assoluto: sceneggiatura inesistente, situazioni inverosimili, attori e interpretazioni imbarazzanti. Davvero pessimo.
I gusti di Bruce (Giallo - Poliziesco - Thriller)