Cerca per genere
Attori/registi più presenti

GIORNI CONTATI - END OF DAYS

All'interno del forum, per questo film:
Giorni contati - End of days
Titolo originale:End of days
Dati:Anno: 1999Genere: horror (colore)
Regia:Peter Hyams
Cast:Arnold Schwarzenegger, Gabriel Byrne, Robin Tunney, Kevin Pollak, Rod Steiger, CCH Pounder, Udo Kier, Miriam Margolyes
Visite:1098
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 14
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Nel dicembre 1999, alle soglie del nuovo millennio, non poteva non uscire un film del genere. Considerato l'enorme interesse per ogni tipo di profezia, specialmente per quelle attinenti alla religione cristiana, un'operazione del genere era scontata: satanismo a buon mercato, prevedibile dalla prima all'ultima scena e seppellito sotto una valanga di effetti speciali che trasformano l'eterna lotta tra il Bene e il Male in qualcosa di veramente apocalittico. E chi si poteva chiamare a interpretare un simile action se non l'ex re del cinema catastrofico violento Arnold Schwarzenegger? Schwarzy, le cui quotazioni erano un po' in ribasso dopo i flop di JUNIOR, L'ELIMINATORE, BATMAN & ROBIN, ci riprova con la classica megaproduzione da cento milioni di dollari, diretta nel caso specifico dall'esperto Peter Hyams. La storia è quella di mille altri horror a sfondo religioso: Satana (che compare in video con lo stesso effetto di deformazione dell'immagine già visto in PREDATOR) arriva sulla Terra come ogni fine millennio, pronto a tentare nuovamente di sopraffare Dio: per riuscirci dovrà possedere la prescelta Robin Tunney prima della mezzanotte del 31 dicembre 1999. Ecco così che entra nel corpo del povero Gabriel Byrne (altra scena vista e stravista) e comincia le ricerche. Ovviamente troverà sui suoi passi l’arcigna guardia del corpo Arnold Schwarzenegger, ma sembra che per un immortale (le ferite si rimarginano col solito abusato morphing) non debba essere poi così difficile prevalere su un umano. Sbagliato! La volontà e la forza di Schwarzy non vanno sottovalutate. La prima parte, che si prende sciaguratamente sul serio, è la peggiore. Qualche buona scena spettacolare (l’inseguimento sui tetti con Schwarzy appeso all'elicottero è degna di TRUE LIES), ma le ingombranti parentesi religiose e i troppi dialoghi insulsi paiono promettere davvero male. Fortunatamente la seconda parte, quando cioè END OF DAYS dichiara apertamente i suoi spudorati intenti da blockbuster senza ambizione alcuna, è più tosta, con sequenze dirompenti a ripetizione e le creature demoniache di Stan Winston che prendono vita spaventando non poco. Il terrore è nascosto in ogni scena, le belle (scontate quanto si vuole, ma belle) musiche di John Debney creano la giusta atmosfera e la figura demoniaca di Gabriel Byrne può sfogarsi nel suo tentativo di plagiare l’Al Pacino de L’AVVOCATO DEL DIAVOLO (film al quale END OF DAYS si avvicina molto, come atmosfere e idee). Dovessimo però star qui a citare tutti gli originali da cui GIORNI CONTATI ha copiato non finiremmo più, proprio perché nel film di Hyams non c'è davvero assolutamente nulla di nuovo. E' da deprecare anche l'incredibile confusione che l’assommarsi di citazioni crea, tuttavia come horror ha una sua certa forza, specialmente se visto al cinema. Proprio il film che tutti si aspettavano, nel bene e nel male. Fra due mesi lo si sarà dimenticato senza rimpianti e qualcuno lo ricorderà quando farà capolino tra gli scaffali dei videonoleggi. Era un po' confuso e banale, si dirà magari, ma due ore di spettacolo le aveva sapute regalare.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 19/5/08 7:22 - 10980 commenti

Ennesimo film dedicato alla fine del mondo, con pretese biblico-spiritual-sataniste (il demonio reincarnato per la dannazione dell'umanità); si tratta in realtà di un pastrocchio piuttosto confuso, stranamente diretto da un regista di grande mestiere come Peter Hyams, evidentemente in crisi creativa e totalmente al servizio della sempre più marmorea e monoespressiva star Schwarzenegger. Sceneggiatura improbabile e largo uso di effetti speciali da luna park connotano un film tranquillamente evitabile.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Undying 9/10/09 4:44 - 3875 commenti

Da non credersi! Già dall'inizio, con Schwarzenegger attaccatto a un elicottero e intento a compiere azioni alla Spiderman, si capisce dove il film andrà a parare: esplosioni, effetti (o meglio effettoni) speciali a randanello, sparatorie, fiamme a destra e a manca. La trama plagia (malissimo) senza ritegno Il presagio, innestandolo sul tema del millenarismo. Dialoghi infantili, concezione manichea (buoni e cattivi), cristianesimo d'accatto e demonologia da fumetto. Finale al limite del delirante, con protagonisti inseguiti dall'angelo nero e costretti a pirotecniche evoluzioni su metropolitana.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il satanasso imbestialito devasta una chiesa nel tentativo di raggiungere la bella ventenne: per "possederla", tra le 23 e le 24, del 31/12/1999!
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Ciavazzaro 8/8/09 3:53 - 4727 commenti

Insomma. Dopo l'esplosione del ristorante che è un minimo d'effetto, il film declina sempre più velocemente, diventando abbastanza noioso, ed anche il muscoloso protagonista può poco. Finale epico ma non troppo. La pellicola si fa presto dimenticare.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Stubby 9/6/07 10:30 - 1147 commenti

Parte con buoni presupposti (la sequenza del ristorante iniziale è ottima) ma poi si dissolve troppo presto creando una sorta di confusione nello spettatore, ed alla fine tende a stancare. La pellicola è dotata di scene action veramente splendide con un dispendio di effetti speciali non indifferente. Tutto ciò però non basta. Altro problema forse riguarda anche la scelta degli attori, che risulta veramente poco convincente (Byrne, Tunney).
I gusti di Stubby (Azione - Horror - Western)

Redeyes 16/5/08 12:06 - 2049 commenti

In potenza mi suonava come una discreta scemenza, in atto tale si è rivelata. Si pesca a piene mani in tutto un repertorio di diabolici, apocalittici film, senza però dar una qualche dignità a quel che si gira. La sfida Schwarzy-Satana è un piccolo gioiellino, ci sarebbe voluta qualche battuta tipica di Hollywood (tipo "non ci metterei la mano sul fuoco!" e simili), ed allora avremmo avuto il capolavoro. Idiota. Assolutamente evitabile.
I gusti di Redeyes (Drammatico - Fantascienza - Thriller)

Rambo90 9/3/10 22:36 - 5925 commenti

Ottimo film con Schwarzenegger che, diretto dall'ottimo Peter Hyams, trova finalmente una storia adatta a lui dopo un paio di film poco incisivi (Batman & Robin per esempio). L'azione è tanta e ben girata, Byrne è un diavolo coi fiocchi e c'è pure Rod Steiger nel ruolo di un prete che aiuta Arnold. Grandiosa la trasformazione finale del diavolo dalle sembianze umane a quelle di mostro; finale inaspettato e stupendo.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Saintgifts 9/11/15 10:13 - 4099 commenti

1999: buona occasione per fare un film sulla fine del secondo millennio sfruttando la profezia "mille e non più mille"; buona anche la scelta degli interpreti, che già denota il tipo di pista che si vuole battere. Gli effetti non mancano, tanto meno l'azione e le migliaia di proiettili sparati; gli americani pensano di sconfiggere anche il diavolo con le pistole. Ci sono tante ridicolaggini, non importanti per coloro che amano il genere e il vecchio Schwarzy (in primis l'associare ancora il sesso con il demonio), necessita forse un altro millennio.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Appena impossessatosi del corpo umano, il diavolo bacia una donna palpandole un seno: fantastico.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Piero68 15/5/12 9:36 - 2678 commenti

Ancora una volta viene sfruttata la storia della fine del millennio come portatore di sventure, disastri e fine del mondo annessa per mano del demonio di turno. È un Hyams sulla via del declino quello di Giorni contati, visto anche il suo curriculum altalenante. Per Schwarzy solo l'ennesima pellicola con cui cimentarsi nel ruolo del super uomo senza macchia e paura. Sceneggiatura davvero deficitaria e, a tratti, puerile ed ingenua. Cosa ci facciano Byrne e Steiger in questo guazzabuglio resta ancora un mistero. Maluccio anche gli effetti.
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Rigoletto 15/5/12 19:04 - 1405 commenti

Ottimo film di azione in un contesto religioso-demoniaco. Schwarzenegger non lo scopro certo io, ma Gabriel Byrne è un diavolo molto efficace, un tentatore capace veramente di soggiogare. Ottimi anche Pollack e Steiger, mentre meno adeguata la scelta di Tunney. Il ritmo è serrato, la musica adeguata, la regia solida ed efficiente. Un film che certo non annoia ma la cui collocazione in un genere può non essere così scontata (azione, horror non riuscito, fantastico, forse tutti e nessuno). Voto alto perché lo rivedo sempre con piacere. ***1/2
I gusti di Rigoletto (Avventura - Drammatico - Horror)

Taxius 13/11/16 22:45 - 1388 commenti

Il 31 dicembre del 1999 il mondo finirà e sarà l'inizio di una nuova era: il dominio del maligno sulla terra, ma a mettergli i bastoni tra le ruote c'è il buon Schwarzy. In quel periodo ne sono usciti tanti di film sul 2000 e la fine del mondo e questo sicuramente non è tra i più rinomati, ma nonostante tutto è un apprezzabile fantathriller zeppo di esplosioni e belle scene action in puro stile Arnold.
I gusti di Taxius (Commedia - Horror - Thriller)

Jena 14/12/16 17:20 - 1047 commenti

Sul finire del passato millennio, inizio del nuovo Schwarzy girò una manciata di brutti film, dopo i quali decise di darsi alla politica... End of days è fra questi. Solita trama trita e ritrita della solita fanciulla che il Demonio vuole ingravidare per dar inizio alla fine del mondo, con le solite sette di monaci, il solito Vaticano ecc. ecc. Poi arriva Schwarzy depresso e per fermare Satanasso che fa? lo prende a mitragliate, of course. Byrne regala uno dei Luciferi più ridicoli di sempre, pure allupato. Schwarzy caracolla qua e là. Evitabile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Per la ridicolaggine: il capo monaco di Steiger: sembra lo zio Fester...
I gusti di Jena (Fantascienza - Fantastico - Horror)

Mdmaster 4/10/10 7:34 - 802 commenti

Action movie con Schwarzy, ispirato da un'idea discreta che poteva risultare intrigante, soprattutto con Byrne a bordo nei panni del diavolo. Invece End of Days si rivela l'ennesimo film con Arnie; stavolta il nostro è più depresso del solito, ma state sicuri che non si tirerà indietro dallo sparare e distruggere. Diretto con noioso manierismo, si rivela un titolo completamente inutile e piuttosto dimenticabile, se non fosse per un paio di sequenze memorabili.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Byrne che si tromba mamma e figlia, di sicuro rimane impresso! E... basta.
I gusti di Mdmaster (Avventura - Drammatico - Horror)

Siregon 8/3/10 13:25 - 351 commenti

L'anabolizzato Schwarzy fa il poliziotto con trauma alle spalle che non crede a niente. Deve proteggere la solita bella protagonista dalle grinfie del diavolo, questa volta, e lo fa con l'aiuto dell'imbalsamato Rod Steiger condito da concetti religiosi semplificati per il pubblico in maniera davvero imbarazzante. Byrne è penoso ma non poteva fare diversamente, le scene d'azione pallosissime nonostante i mille sforzi del protagonista e gli effettacci utilizzati senza parsimonia davvero ridicoli. Regia da mestierante, prodotto squallido e dimenticabile.
I gusti di Siregon (Avventura - Gangster - Giallo)

Sadako 5/6/07 16:18 - 177 commenti

Non è facile fare un film nuovo e originale quando si tirano in ballo la fine di un millennio, il diavolo e la sua voglia di vedere il nuovo anno con un erede in cantiere. Un mescolone di riferimenti ad altri film (voluti o involontari) accompagnano un improbabile salvatore del mondo verso la vittoria. Schwarzie non ha bisogno di fingere l'assoluta incomprensione nei riguardi delle trame occulte del demonio, che poteva scegliere una "compagna" migliore della gigioneggiante Tunney. Troppo rapide le rivelazioni e un finale fantasmagorico sprecato.
I gusti di Sadako (Fantastico - Horror - Musicale)