Cerca per genere
Attori/registi più presenti

STANLEY

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 2/12/15 DAL BENEMERITO HERRKINSKI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Herrkinski 2/12/15 6:22 - 4401 commenti

Un indiano, che vive isolato nel sud della Florida accudendo serpenti, si vendica di vari torti usando un rettile killer chiamato Stanley. Bizzarro lavoro dell'artigiano Grefe, prodotto dalla Crown e ispirato a Willard e i topi ma pure al filone degli animali assassini in voga nei '70s; a parte una durata eccessiva che ne smorza un po' il ritmo, il film sortisce ancora il suo viscido effetto e non manca di qualche crudeltà, anche a danno dei serpenti, in tempi lontani dalla CGI. Così così il cast, ma poco conta in questi exploitation; mordace.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le sabbie mobili; Il finale.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Mco 20/7/19 12:30 - 2080 commenti

Striscia vendetta, striscia. Un reduce del Vietnam, con la fissazione per gli ofidi, utilizza le sue creature per aver ragione di coloro che lo vessano. Il serpente eponimo è una specie di amico e fedele compagno di viaggio (nella follia) per il protagonista, vive libero e spesso si attorciglia al corpo del suo padrone. Il numero di rettili offerti da Grefe (o Grefé) è notevole (la sequenza delle sabbie mobili è davvero agghiacciante) e con più giri nel motore questo film avrebbe potuto ambire a cult assoluto. Comunque più che discreto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il finale convulso.
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)