Cerca per genere
Attori/registi più presenti

NESSUNO MI CREDERà

All'interno del forum, per questo film:
Nessuno mi crederà
Titolo originale:They Won't Believe Me
Dati:Anno: 1947Genere: drammatico (bianco e nero)
Regia:Irving Pichel
Cast:Robert Young, Susan Hayward, Jane Greer, Rita Johnson, Tom Powers, George Tyne, Don Beddoe, Frank Ferguson, Harry Harvey
Visite:146
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 21/11/15 DAL BENEMERITO FAGGI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Daniela
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Faggi


ORDINA COMMENTI PER:

Daniela 4/11/19 12:14 - 8221 commenti

Strano thriller sentimentale, in cui il vero mistero è come possano due donne bellissime innamorarsi di un uomo privo di qualsiasi talento, moralmente mollusco, bugiardo e pure spiantato, dato che i soldi sono tutti della moglie che lo tiene in pugno. Eppure è proprio questa incongruenza, unita all'assurdo finale "riparatore", a distinguere questa pellicola targata RKO da tante altre analoghe del periodo. In un ruolo diverso da quelli abituali, Young funziona come poco credibile oggetto del desiderio di Green e Hayward, entrambe al massimo dello splendore. Film curioso, godibile.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Faggi 21/11/15 19:46 - 1412 commenti

Ascrivibile alla galassia noir; ma più che nero è appena (ma proprio appena) scuro. Il protagonista, sotto processo per l'omicidio della moglie, ripercorre la sua vicenda davanti ai giurati in una serie di flashback; peccato che la voce off (almeno nel doppiaggio italiano) sia spesso invadente e didascalica, col risultato di rovinare la suspence. Il personaggio interpretato dalla bella e strana Susan Hayward concede alla sceneggiatura una certa ambiguità che intriga. Si sa che il noir non ha codici definiti e questa pellicola ne è un esempio.
I gusti di Faggi (Fantascienza - Giallo - Poliziesco)