Cerca per genere
Attori/registi più presenti

SPECTRE

All'interno del forum, per questo film:
Spectre
Titolo originale:Spectre
Dati:Anno: 2015Genere: spionaggio (colore)
Regia:Sam Mendes
Cast:Daniel Craig, Christoph Waltz, Léa Seydoux, Ralph Fiennes, Monica Bellucci, Ben Whishaw, Naomie Harris, Dave Bautista, Andrew Scott, Rory Kinnear, Jesper Christensen, Alessandro Cremona, Stephanie Sigman, Tenoch Huerta, Adriana Paz
Note:Aka "Agente 007 - Spectre".
Visite:2160
Il film ricorda: Austin Powers - Il controspione (a 124c), Il padrino (a 124c), • La piovra (6 puntate) (a 124c)
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 18
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 7/11/15 DAL DAVINOTTI
Sam Mendes era stato abile a reinventare la formula 007 innestando in SKYFALL tocchi d'autore inediti e una piacevole sobrietà. Richiamato per replicare, si ritrova evidentemente senza idee e si aggrappa ai cliché del genere sprofondando Bond in un anonimato che non gli compete, prigioniero di una storia stinta, affidato a una Bond girl che pare una replica sbiadita di Scarlett Johansson e deprivato pure di quelle scene d'azione pirotecniche da sempre marchio di fabbrica della saga. E dire che il prologo a Città del Messico era invece una bella dimostrazione di come continuare nel migliore dei modi: suggestivi piani sequenza, un elicottero fuori controllo in volo sulla folla stipata in piazza, un palazzo che esplode e crolla facendo cadere Bond dall'alto giusto su un divano (!)... Mica male. Poi però ci si rituffa nella routine dell'agente segreto, con M (Fiennes) che gli rimprovera l'eccesso di zelo e lo sospende, lui che fa spallucce e se ne va rubando dai garage un prototipo d'auto da tre milioni di sterline (e dire che la sua amata gli dice nel finale di averlo scelto per la sua onestà) per poi scoprire l'esistenza della Spectre, una potentissima associazione segreta terroristica che chi conosce Bond sa già benissimo cosa sia. Poi i soliti pretestuosi balzi da una parte all'altra del mondo (Roma, Austria, Marocco...) a inseguire personaggi che di solito ci lasciano le penne lanciando la staffetta per il continente successivo. Niente di più trito insomma. La trasferta romana si segnala per la presenza di Monica Bellucci vedova allegra e disponibile e per un bell'inseguimento in auto sulle rive del Tevere, quella austriaca per i notevoli scenari montani che richiamano alla mente lo 007 con Lazenby. Infine ecco l'incontro nell'oasi marocchina dove il sarcastico Blofeld (Waltz, ovviamente perfetto per la parte) si diletta nell'immancabile scena di tortura. Tutto quello che in SKYFALL Mendes aveva saputo maneggiare gustosamente impastandolo al meglio con una regia funzionale, qui scappa di mano e proprio la regia diventa il punto debole: alle prese con una sceneggiatura poverissima non riesce a innestare la marcia giusta e resta in panne già dopo la prima mezz'ora, quando si dovrebbe avviare con decisione l'avventura. Che Craig sia un Bond atipico lo si è già ribadito più volte. Privo d'ironia, rozzo nell'approccio alla conquista femminile, prova qui a recuperare un po' di viziosità scolandosi drink a raffica, ma è inutile: con Timothy Dalton resta lo 007 più lontano dagli standard codificati ai tempi di Sean Connery. Azione scarsa per non dire quasi del tutto assente, rispetto alla media della saga, evoluzioni narrative prevedibili quanto misere e (escluso Blofeld, ma lì i meriti sono di Waltz) comprimari debolissimi. Reggere due ore e mezza così non è facile, anche perché pure gli scenari internazionali appaiono ripresi più convenzionalmente del consueto, senza trovare poi la location che lascia col fiato sospeso. Un viaggio demotivato nel pianeta Bond: nessuna scena memorabile, la solita notevole sigla d'apertura ("Writing's On The Wall" di Sam Smith), qualche bella intuizione "grafica" (le riprese al tavolo della Spectre), gran dispendio di mezzi, citazioni a grappolo dai capitoli precedenti ma in generale una ripresa in tono minore di tutti i cliché bondiani come a farci capire che la saga può proseguire anche col pilota automatico senza scontentare troppi.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 10/11/15 5:54 - 10954 commenti

Dopo una scena iniziale (ambientata a Città del Messico) tra le migliori mai viste in tutta la serie, la seconda regia “bondiana” di Mendes è un episodio per non spicca per brillantezza e non mantiene ciò che promette. Scene discrete si alternano a pause narrative un po’ troppo lunghe in cui la regia non pare particolarmente ispirata così come gli interpreti, a parte Craig sempre in parte. Con il finale si torna su grandi livelli. Le aspettative erano maggiori. Un mezzo passo falso.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Il Gobbo 10/11/15 18:51 - 3011 commenti

Che il franchise sia un po' logoro e il fascino primigenio un ricordo sono considerazioni ovvie. Preso per il verso di un intrattenimento senza contorsioni, con trama piuttosto basica (i pazzi che vogliono controllare il mondo con un sistema d'intercettazioni) si lascia guardare. Scipita la Bond-girl di turno, molte le strizzatine d'occhio al repertorio, confermata la giusta diffidenza per chi non porta i calzini. Potabile.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Tarabas 13/9/16 10:26 - 1620 commenti

L'hanno scritto un po' tutti: dopo Skyfall (che evidentemente era l'eccezione) si torna alla regola con un film la cui caratteristica è la totale inverosimiglianza, la sfida al senso del ridicolo e alla sospensione dell'incredulità. Un cast di ottimo livello viene buttato via da una sceneggiatura alzo zero con interminabili scene di azione la cui bontà tecnica è inversamente proporzionale all'utilità narrativa. Unica nota interessante la Seydoux, che si sottrae allo stereotipo della Bond girl. Interminabile e noiosissimo.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Daniela 12/4/16 11:56 - 8134 commenti

L'alchimia di Skyfall non si ripete: questo Spectre è uno 007 di routine, nel bene e nel male. Non mancano certo le scene spettacolari, come nel prologo di ambientazione messicana, ma il ritmo è a singhiozzo, la storia poco avvincente e priva di sorprese. Quanto al cast, Craig appare un tantino annoiato, Waltz punta tutto sul carisma personale ma è il solito malvagio gigione che parla troppo, Seydoux è una bond girl di scarsa simpatia, mentre Bellucci riesce a sfruttare il poco spazio a disposizione per confermare lo scarso valore di attrice.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena di cui si sente la mancanza: la faccia di 009 quando scopre che 007 gli ha fregato l'auto e l'ha pure distrutta.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Markus 7/11/15 10:48 - 2927 commenti

Un passo indietro rispetto al già non memorabile Skyfall: tolta la prima promettente mezz'ora tutta azione e ritmo, il film - come il precedente - scivola in una tediosa sequela di logorroiche scene, che dovrebbero teoricamente preparare lo spettatore e "subire" situazioni adrenaliniche ma che, puntualmente, Mendes non ci mostra (se non marginalmente). La vicenda, già di per sé poco interessante, a mio giudizio dovrebbe essere corroborata da spettacolarità e recitazione, ma anche il cast (a partire da Craig) offre poche opportunità di applausi.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Capannelle 31/1/16 0:58 - 3575 commenti

Che delusione! A parte le iniziali peripezie messicane il resto sono lungaggini e minestre riscaldate. Vedove inconsolabili, trame segrete ma non troppo, personaggi insipidi (vedi il killer, il padre eremita, lo stesso Waltz), schermi e tecnologia ovunque senza trovare feeling né ironia. Si salvano fotografia e sonoro ma è un film bondiano, di oltre due ore e si vorrebbe avere qualcosa di più. Mendes aveva fatto molto meglio ma qui lo script è roba da denuncia all'ordine delle spie.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Hackett 25/8/16 7:49 - 1603 commenti

Il Bond targato Craig ha regalato pellicole dai risultati alterni. Dopo il buon Skyfall è arrivato questo Spectre, capitolo abbastanza stanco nella saga del buon 007. Eccessivamente lungo, con una trama zoppicante e a tratti pretestuosa. Perfino il cattivo di turno (pur interpretato dal bravo Waltz) non riesce a essere memorabile. Per un film dedicato alla celebre organizzazione, da sempre nemesi di Bond, ci si poteva aspettare molto di meglio.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

124c 9/11/15 14:50 - 2693 commenti

Era già nell'aria nei capitoli precedenti, ma qui diventa ufficiale: torna la Spectre, l'organizzazione terroristica che 007 affrontava fra gli anni '60 e '70, che qui agisce come una specie di mafia del controspionaggo (vedi la piovra che minaccia Bond con i suoi tentacoli nella sigla iniziale), ma senza un vero e proprio scopo se non il caos mondiale. Daniel Craig, senza un soggetto tratto da un libro (non solo) di Fleming, però, rifà scene già viste in altri film e Sam Mendes gira un'opera alimentare. Bellucci è usata poco e ciò è un bene.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Christoph Waltz capo della Spectre alza l'asticella della qualità.
I gusti di 124c (Commedia - Fantastico - Poliziesco)

Redeyes 8/3/16 18:01 - 2045 commenti

Se Hunt, che anticipa Bond di pochi mesi anche nella trama, c'aveva fatto storcere il naso, qui, dopo i primi eccellenti 15 minuti, colonna sonora compresa, si cade verso un lento sonno. Mendes, che ha un'ottima mano, finisce per perdersi spesso nello specchio ed è poco aiutato da una trama per nulla originale che allunga oltremodo la zuppa. Si può apprezzare un dosato utilizzo degli inseguimenti, un Waltz in buona forma e una next-door-Bond-girl. Si finisce per arrivare alla fine stremati, più vinti che avvinti e malinconici verso i Bond che erano.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I primi 15 minuti.
I gusti di Redeyes (Drammatico - Fantascienza - Thriller)

Rambo90 9/11/15 13:45 - 5874 commenti

Mendes non riesce a replicare lo spettacolo e l'emozione del film precedente. Se Skyfall riusciva a coniugare una storia avvincente con belle scene action, in questo Spectre tutto sa di già visto e la noia regna sovrana. A mancare sono soprattutto scene action degne di nota, le poche presenti sono lente e prive di mordente. La trama torna ai fumettosi anni 60, ripescando Blofeld ma senza stupire, con interminabili dialoghi e colpi di scena prevedibili. Rimangono una bella fotografia e le location, oltre alla buona prova di Waltz. Mediocre.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Nando 23/8/16 15:27 - 3322 commenti

Bond torna ad attaccare dopo la quasi intimistica parentesi dell'episodio precedente. Dinamicissimo inizio a Mexico city per poi proseguire brillantemente in una accattivante Roma diurna e notturna. Nella seconda parte qualche verbosità di troppo, tuttavia tutto è ben confezionato e Craig se la cava con mestiere. Come al solito gigionesco Waltz. La Seydoux non è molto simpatica; meglio la bellezza vintage della nostra Bellucci.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Lucius  7/11/15 10:57 - 2752 commenti

Si segnala come il più mortuario film dell'intera serie. Mendes non riesce a bissare l'alchimia di Skyfall (e d'altronde dopo tanta magia era forse prevedibile). Prologo e alcune sequenze memorabili innestate in un tessuto narrativo altalenante, disomogeneo, prolisso e poco originale. L'ultimo Mission: impossible è perfino migliore di questa pellicola. Il main theme non è all'altezza degli altri (primo passo falso) e il montaggio non ci priva di lungaggini insostenibili. La mano di Mendes dà il meglio nelle scene d'azione e paesaggistiche. Peccato!
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Belfagor 29/6/16 17:42 - 2597 commenti

Come fa presagire una fotografia dai toni cupi, la resa dei conti si avvicina. Il clima da Götterdämmerung affascina quando accompagna delle buone scene d'azione o il progressivo svelamento della Spectre, mentre nei vari momenti di stanca è solo fumo (o inchiostro di piovra?) negli occhi. Più che la durata, a ostacolare il film è una sceneggiatura poco scorrevole, che non gestice bene il ritmo e spezza inutilmente il finale in due parti. Waltz evita di gigioneggiare troppo con il suo Blofeld, conferendogli un'aura di sinistra pacatezza.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il prologo durante la Festa dei Morti; La tortura degli aghi.
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Taxius 30/12/15 23:31 - 1345 commenti

Fare meglio di Skyfall era difficile e infatti Mendes non riesce a eguagliare la perfezione del suo capitolo precedente. Il difetto principale di Spectre è quello di assomigliare troppo a quell'americanata di Mission impossible. Nonostante tutto il film non annoia e fa quello che deve fare, cioè intrattenere. Fantastici la scena iniziale in Messico e l'inseguimento sulle rive del Tevere, da non non dimenticare la scazzottata in treno. La Bellucci fortunatamente è poco più di una comparsa.
I gusti di Taxius (Commedia - Horror - Thriller)

Bruce 9/11/15 11:21 - 927 commenti

Puro spettacolo cinematografico, due ore e mezza di divertimento assicurato. Il film è prodotto e realizzato alla perfezione, con scene d'azione entusiasmanti. Tutta la prima parte girata a Città del Messico nel Giorno dei Morti, con il piano sequenza iniziale di almeno dieci minuti, è strepitosa. Anche la sequenza sul treno nel deserto è notevole. Nel complesso però il second Bond di Mendes non ha la magia di Skyfall e la sceneggiatura non è all'altezza.
I gusti di Bruce (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Xamini   7/11/15 15:40 - 907 commenti

Sulla scorta di un trailer ben confezionato e ammiccante nei testi come nei colori a un sedicente lato oscuro, ci ritroviamo un episodio piuttosto spento. Gli sceneggiatori, un po' a corto di idee, ci portano a Roma, Tangeri, ovviamente Londra, Città del Messico e sulle montagne austriache, ma nessuna di queste location lascia davvero il segno, così come, con mio grande dispiacere, quella Léa Seydoux capace di portare la sua sensualità ai vertici ne La vita di Adele. Waltz lotta con uno script che non lo esalta e Craig, beh, Craig è stufo. Nota a margine: se volete metterci la Bellucci, siete liberi, ma, vi prego: toglietele la facoltà di parola.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Tutta la scena iniziale a Città del Messico.
I gusti di Xamini (Commedia - Drammatico - Fantastico)

Yamagong 6/3/16 1:52 - 274 commenti

Tauto-fenomenologoia di James Bond: ovvero, mai come in questo caso l'espressione "visto uno, visti tutti" risulta più azzeccata! Mendes lavora al riciclo, talora inciampando maldestramente: momenti umoristici, complessi edipici e squarci sentimentali dal retrogusto marcatamente posticcio, in cui Craig tende a divenire uno strano ibrido tra Bud Spencer e Chuck Norris. Frattanto, Waltz istrioneggia senza Tarantino e la Bellucci recita in modo atroce. Un Bond che, in definitiva, non diverte. Compassato e puntuale il commento musicale di Newman.
I gusti di Yamagong (Animazione - Commedia - Drammatico)

Fulcioso70 1/2/16 19:45 - 8 commenti

Dopo Spectre non c'è, né mai ci sarà più spazio per scrivere (cinematograficamente parlando) altro su 007. Che ritorna a essere ironico, meno tenebroso, più frivolo. C'è del Moore, del Brosnan, c'è un sano Connery. E c'è naturalmente dell'ottimo Craig stagionatissimo e consapevole che il suo Bond è l’ultimo dei Bond. 007 tende la mano a mr. Craig, lo saluta, in due ore gli racconta tutta la sua vita. Lui, largamente sicuro di sé più che mai, è impeccabile, definitivo. Pirotecnico, romantico (il giusto), ironico. In una sola parola, James Bond.
I gusti di Fulcioso70 (Animazione - Fantascienza - Horror)