Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL CLAN DEGLI UOMINI VIOLENTI

All'interno del forum, per questo film:
Il clan degli uomini violenti
Titolo originale:La horse
Dati:Anno: 1970Genere: gangster/noir (colore)
Regia:Pierre Granier-Deferre
Cast:Jean Gabin, Danièle Ajoret, Michel Barbey, Christian Barbier, Pierre Dux, Armando Francioli, Julien Guiomar, Reinhard Kolldehoff, Félix Marten, Marc Porel, Ermanno Casanova
Note:Da un romanzo di Michel Lambesc.
Visite:381
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 21/10/15 DAL BENEMERITO MEDUSA71

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Capolavoro assoluto (e ce ne sono pochi!) a detta di:
    Fauno
  • Davvero notevole! a detta di:
    Nicola81
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Medusa71


ORDINA COMMENTI PER:

Fauno 30/4/17 21:52 - 1822 commenti

Film sensazionale per un Gabin fantastico; una volta tanto mi son sentito gratificato ad aver risposto tante volte come lui a chi mi diceva che il mondo è cambiato. Ma ancora di più per la reazione esemplare, secca e "a fatti" che viene data a chi usurpa un qualcosa che funziona bene da secoli. E c'è chi si ostina a dire che certe reazioni sono populiste, tipiche di frange estremiste o perfino che si va all'inferno... Io dico che la scena della bomba rudimentale non ha eguagliato il salto sul cofano di Maniac ma ne è una nipotina delle più discole.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Anche l'orario calcolato male è stratosferico, il chè dimostra che niente e nessuno è imbattibile.
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Nicola81 27/5/19 22:48 - 1695 commenti

Una delle migliori regie di Granier-Deferre: un noir con echi western dalla trama piuttosto semplice ma teso, serrato, stringato e anche piuttosto violento per gli standard dell'epoca. Impegnato in un ruolo simile a quello che ricoprirà nel successivo L'affare Dominici, Gabin giganteggia nei panni dell'anziano patriarca che non si lascia intimidire dai criminali, ma rifiuta di affidarsi alla giustizia. Buono anche il cast di contorno in cui spiccano il giudice istruttore di Dux e il commissario di Guiomar. Belle musiche di Serge Gainsbourg.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Medusa71 21/10/15 18:52 - 40 commenti

Un anziano contadino (Gabin), tirannico patriarca, cerca di riportare sulla retta via lo scapestrato nipote (Porel) che si è impelagato con il narcotraffico; non tarderà la violenta risposta dei criminali. Nonostante la banalità della trama da western metropolitano, è un film avvincente e con un paio di sequenze spettacolari. Fa parte di quei noir d'ambientazione rurale in voga nei primi anni '70. Dopo il trionfo de Il clan dei siciliani, la parola clan divenne un must nei titoli. Gabin (65 anni) è sempre una garanzia, così come le musiche di Gainsbourg.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gabin che frusta il nipote (Marc Porel); Lo spettacolare massacro del bestiame da parte dei delinquenti.
I gusti di Medusa71 (Giallo - Horror - Thriller)