Cerca per genere
Attori/registi più presenti

AL DI Là DEI SOGNI

All'interno del forum, per questo film:
Al di là dei sogni
Titolo originale:What dreams may come
Dati:Anno: 1998Genere: fantastico (colore)
Regia:Vincent Ward
Cast:Robin Williams, Annabella Sciorra, Cuba Gooding Jr., Max Von Sydow, Jessica Brooks Grant, Josh Paddock, Rosalind Chao, Lucinda Jenney, Maggie McCarthy, Wilma Bonet, Werner Herzog
Note:Tratto da un romanzo di Richard Matheson.
Visite:957
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 13
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
L’Oscar (meritato) per i migliori effetti speciali visivi è l'unico motivo che può spingere a vedere questa paccottiglia sentimentale di dubbia qualità, diretta da quel Vincent Ward che aveva stupito all'esordio con il curioso NAVIGATOR - UN’ODISSEA NEL TEMPO, dove già dimostrava di possedere un gusto visivo molto particolare. WHAT DREAMS MAY COME (che è tratto da un romanzo del celebre Richard Matheson) altro non è che una delle più kitsch trasposizioni cinematografiche dell'oltretomba cristiano, un Paradiso tutto colori e paesaggi da sogno e un Inferno degno dell'immaginazione dantesca, dove qualche notevole invenzione spettacolare dà una consistenza superiore alla scontata bellezza paradisiaca. Anche se va detto che la scena più caratteristica, dove in pratica Robin Williams entra con Cuba Gooding Jr in una sorta di quadro impressionista a tre dimensioni ottenendo un effetto assolutamente inedito e per alcuni versi stupefacente, appartiene proprio alla prima parte. La storia, che riprende con molte libertà il mito di Orfeo ed Euridice, è ridotta all'osso, lasciando intravedere le falle e incongruenze di una sceneggiatura (firmata Ron Bass) votata al melodramma hollywoodiano che possa commuovere fino alle lacrime. Uno script infantile, dialoghi gonfi di banalità, flashback inutili di vita vissuta palesemente allungati che spezzano un ritmo già di per sé abbastanza claudicante. Per Robin Williams lambire il patetismo è ormai frequente e con WHAT DREAMS MAY COME pare davvero aver toccato il fondo. Forse sarebbe stato meglio farcire il tutto con ulteriori effetti speciali: avremmo soprasseduto sull’inconsistenza del copione con maggiore facilità.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 14/12/07 17:37 - 10882 commenti

Film assolutamente pasticciato dal punto di vista narrativo, con aspetti moraleggianti da filosofia e psicologia spicciola ed inutili quanto retoriche divagazioni sulla morte e il significato dell'esistenza. Robin Williams in un ruolo drammatico è chiaramente a disagio e la sua recitazione appare impacciata. Il film è invece molto bello dal punto di vista visivo con magnifiche scenografia piene di rimando pittorici e questo è sostanzialmente l'unico motivo valido per vederlo.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Daniela 15/3/09 11:46 - 7929 commenti

Si potrebbe definire un film schizzoide, in quanto ad uno stupefacente impianto visivo, godurioso soprattutto per chi apprezza l'arte impressionista, si accompagna una sceneggiatura insopportabile, con dialoghi uggiosi, che ambisce a disquisire sul profondo significato della vita e della morte e finisce per annegare tutto nella banalità e nel patetismo. Insopportabile anche Williams, che porta all'estremo certe caratteristiche dei personaggi da lui abitualmente interpretati. Credo che l'unico modo per apprezzarlo sia vederlo senza il sonoro.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Matalo! 27/12/14 17:30 - 1341 commenti

Terrificante. Confermo la mia antipatia per Williams, isterico buonista che sguazza tra pittura e melma in questo assurdo gouache newage, che mischia Dante e Orfeo in un tripudio del cattivo gusto. L'aspetto peggiore sono le scenografie, invadenti e puerili, che inficiano un già mediocre plot dove si pasticcia con Dio e il Diavolo. Uno di quei film in cui lo "stupore" figurativo crede di compendiare tutti gli altri elementi: emotivo, psicologico, narrativo e invece fa affondare tutto. Da denuncia gli enunciati spirituali.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Che un egoista come il protagonista sia in Paradiso la dice lunga sullo spessore del film.
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

Lovejoy 25/2/08 16:08 - 1825 commenti

Discreto melodramma fantastico ben diretto dal bravo Ward e interpretato con la giusta sobrietà da un cast variegato e azzeccato nei rispettivi personaggi. Williams in uno dei suoi ruoli più belli di sempre, la Sciorra offre una recitazione perfetta e Gooding Jr è al solito impeccabile. Bel cameo di Von Sydow. Forse il suo solo punto debole è la durata eccessivamente lunga. Per il resto è buono. Da riscoprire.
I gusti di Lovejoy (Comico - Horror - Western)

Rambo90 25/2/13 15:54 - 5738 commenti

Dramma in bilico fra miti greci, divina commedia e l'inferno di Topolino (i corpi che cercano di ribaltare la barca sembrano presi proprio da lì), ottimamente reso dal punto di vista delle immagini con grandi scenografie, colori sgargianti e ottimi effetti speciali. Williams dà una buona prova, così come la Sciorra, mentre sembrano più in ombra Von Sydow e Gooding Jr. Non un capolavoro ma sicuramente un buon film.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Minitina80 20/3/18 21:32 - 1968 commenti

Non lo si può definire un film pienamente riuscito, malgrado siano riconoscibili in esso influenze che provengono dalla letteratura classica di prim’ordine. Non riesce a dare profondità alle intenzioni, limitandosi a speculare sul dramma con poca originalità e personalità. Cerca costantemente la commozione sui facili sentimenti, riuscendo a coinvolgere solo in parte. Gli effetti speciali erano la giusta cornice per qualcosa di diverso e non di incompiuto che lascia capire dove vuole arrivare dopo una manciata di minuti.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il vero inferno è una vita andata storta.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Ryo 18/1/17 0:57 - 1863 commenti

Tema dell'amore e dell'aldilà affrontato in un mix di credenze da varie religioni, contaminate da visioni dantesche. Quello che più colpisce sono gli straordinari effetti speciali e i colori ultrasaturati del paradiso personale di Chris. Piuttosto che la trama, abbastanza prevedibile e nulla di eclatante, è bello godersi la visione puramente artistica delle location, la regia onirica con i tipici cambi radicali di situazione, propri dei sogni, le scelte cromatiche e la ricchezza di elementi e personaggi che è divertente individuare.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'incidente nel tunnel; Le facce che spuntano dalla melma.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Luchi78 6/4/10 0:13 - 1521 commenti

D'accordo, è uno di quei film che ti vogliono strappare le lacrime a forza con situazioni tragiche ed inverosimili allo stesso tempo, facendo breccia in quella paura recondida che è dentro ognuno di noi, ovvero: che ci sarà dopo la morte? Allora tralasciamo l'interrogativo e gustiamoci gli effetti visivi e le rielaborazioni fantasiose in stil dantesco che fanno tanta presa sullo spettatore... Toccante la recitazione della Sciorra, Robbie Williams poco adatto al ruolo dato quel suo perenne sorriso stampato sulle labbra...
I gusti di Luchi78 (Comico - Fantastico - Guerra)

Il ferrini 1/12/15 0:25 - 1444 commenti

Inguardabile. Un melenso polpettone di patetiche insulsaggini sul significato della vita e della morte, il tutto condito da un trionfo di lacrimevoli banalità sull'amore. Ritmo prossimo allo zero, pessima recitazione (soprattutto di Robin Williams), trovate registiche pacchiane e molta, troppa, presunzione nel voler dare risposte semplici a domande complesse. Tenersi alla larga.
I gusti di Il ferrini (Commedia - Thriller)

Rigoletto 13/8/14 23:16 - 1398 commenti

Emotivamente lascia il segno, ma nella sceneggiatura le falle sono ben visibili e un eccesso di faciloneria sporca il risultato finale, rendendolo un film molto particolare: quando uscì non mi convinse; oggi, con qualche anno in più ed emotivamente coinvolto dalla scomparsa del protagonista, l'ho rivalutato. Williams ha sempre avuto un modo di porsi che entrava subito in sintonia con lo spettatore e vedendo questo film si ha la sensazione di aver perso un amico prima ancora che un attore. Bravi la Sciorra, "Virgilio" Von Sydow e Cuba Gooding jr.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il Paradiso di Williams realizzato partendo da un quadre della moglie.
I gusti di Rigoletto (Avventura - Drammatico - Horror)

Parsifal68 17/2/16 9:18 - 607 commenti

Minestrone di tante cose insipide, questo film triste e inutile vede protagonista un Robin Williams non adatto a un ruolo drammatico. Caotica la sceneggiatura, che intende filosofeggiare sull'esistenza della vita post mortem da un punto di vista laico ms che non centra l'obiettivo (se non quello di farci ripetutamente sbadigliare). Notevoli invece le scene del Paradiso e dell'Inferno, qui cromaticamente rappresentati un po' come la pittura impressionista, un po' come le incisioni di Dorè. Si può evitare.
I gusti di Parsifal68 (Comico - Commedia - Drammatico)

Vitgar 14/8/14 8:56 - 586 commenti

La trama è certo meritoria: cerca di dare speranza, in chi crede, nell'eistenza di un al di là senza più dolore. Quello che delude è come viene raccontata: a volte sembra di vedere una Divina Commedia riveduta e corretta a uso degli americani. Grandi effetti speciali, grandi colori e paesaggi trattati con Photoshop. Dialoghi tutto sommato banali sul senso della vita e della morte. Cast apprezzabile proprio perché credo sia difficile per un attore rendere in maniera credibile certe situazioni.
I gusti di Vitgar (Commedia - Thriller - Western)

Scarlett 27/10/09 11:54 - 304 commenti

Un film basato sulla potenza delle immagini e sull'immaginazione, assolutamente appropriato nella sua categoria, sulle prime scene affascina e trattiene. La pecca veramente pesante di tutta la pellicola è la durata, che altrimenti, con qualche buon taglio ne farebbe un film ben riuscito sicuramente più godibile. Il cast è buono ed affiatato, Robin Williams è nel suo ruolo storico e ne mantiene la freschezza. Dopotutto non male.
I gusti di Scarlett (Animazione - Fantastico - Horror)