Cerca per genere
Attori/registi più presenti

L'ODIO CHE UCCIDE

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 22/9/15 DAL BENEMERITO HERRKINSKI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Herrkinski, Hackett
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c'è a detta di:
    Pumpkh75
  • Gravemente insufficiente! a detta di:
    Taxius


ORDINA COMMENTI PER:

Herrkinski 22/9/15 5:18 - 4441 commenti

Fondamentalmente, un horror sul fenomeno del bullismo. Di giovani che tornano per vendicarsi dei torti (spesso mortali) subiti al college ne è piena la cinematografia slasher a partire da inizio '80; l'unica vera variante qui è che la rediviva uccide auto-infliggendosi ferite che compaiono contemporaneamente sui corpi delle vittime. La trovata regala qualche sprazzo gore, ma non basta a rendere interessante un film privo di mordente, con un'eroina negativa poco convincente e prove attoriali mediocri; anche il finale è alquanto discutibile.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Hackett 18/8/17 20:44 - 1603 commenti

La tematica del bullismo, sempre più al centro dell'attenzione da parte di cinema e tv, viene quì trattata in chiave horror partendo da una comunità di recupero che a tratti ricorda quella del film Venerdì 13: Il terrore continua. Lo spunto è buono, ciò che manca è la paura. Tutto avviene in maniera abbastanza prevedibile, con personaggi piatti per i quali non si riesce a provare molto. Alla fine la pellicola, nonostante i buoni propositi, risulta un po' vuota e per nulla coinvolgente.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

Taxius 13/7/19 20:06 - 1349 commenti

Horror a tema bullismo in cui il carnefice è una ragazza morta tornata sotto forma di fantasma per vendicarsi di chi l'ha costretta all'estremo gesto. Brutto slasher ambientato in una comunità di recupero per giovani in cui il nostro protagonista dovrà vedersela con un gruppo di bulletti; fortuna per lui arriva il fantasma e comincia la mattanza. Il solito horrorino zeppo di cliché, con le solite uccisioni e la solita morale. Deludenti pure attori e regia.
I gusti di Taxius (Commedia - Horror - Thriller)

Pumpkh75 4/4/17 14:12 - 1208 commenti

Concettualmente parte con violenza ma arriva poi a motore spento, limitandosi in pratica a un "abbasso i bulli" che fa il solletico alla dura realtà. Cinematograficamente, invece, non parte proprio: slegato, disadorno, con una sceneggiatura disunita che alterna dialoghi esigui a scelte oscure (vedi il protagonista con cui si fa una fatica della malora a empatizzare o la love story friabile). Il doppiaggio malfatto non aiuta, ma il fatto di usare l’autolesionismo come tremenda arma d’offesa me lo fa almeno guardare con quel mezzo sorriso in più.
I gusti di Pumpkh75 (Fantastico - Horror - Thriller)