Cerca per genere
Attori/registi più presenti

DELITTO IMPERFETTO

All'interno del forum, per questo film:
Delitto imperfetto
Titolo originale:Susan's plan
Dati:Anno: 1998Genere: commedia (colore)
Regia:John Landis
Cast:Nastassja Kinski, Lara Flynn Boyle, Billy Zane, Dan Aykroyd, Michael Biehn, Rob Schneider, Bill Duke, Thomas Haden Church, Adrian Paul, Lisa Edelstein, Joey Travolta, Stuart Gordon, Robert Harvey, Carl Ballantine
Note:Aka "Dying to get rich! (Susan's plan)"
Visite:574
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 1
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Sempre più sporadiche ed eccentriche le sortite cinematografiche di John Landis. SUSAN'S PLAN è una commedia intrisa di quella componente demenzial-surreale che da sempre caratterizza lo stile del regista, con escursioni sanguinarie improvvise e spiazzanti. Ancora una volta, come nel LUPO MANNARO AMERICANO A LONDRA, Landis usa l'espediente del sogno per liberare la sua folle frenesia, che porta i protagonisti a sparare all'impazzata come in un qualsiasi gangster-movie figlio dell'era di Tarantino. L'impostazione è quella della commedia nera, con un gruppo di insoddisfatti che organizza l'assassinio di colui che morendo lascerebbe a Susan (Kinski) un bel po' di soldi. Ma poiché per ucciderlo Susan e Sam (Zane) assoldano due maldestri disoccupati, le cose andranno per le lunghe, con una serie di assurdi intoppi a movimentare un lavoro più difficile del previsto. Costruito quasi per sketch, slegato e discontinuo, SUSAN'S PLAN alterna trovate geniali a lunghe fasi interlocutorie, in cui Landis (anche sceneggiatore) pare non saper bene la direzione in cui puntare. La scelta di un cast poco avvezzo alla commedia (Dan Aykroyd escluso, ma la sua è solo una parte di secondo piano) non riesce a infondere al film la giusta dose di ironia, confinandolo in un limbo a metà tra presunta commedia demenziale e parodia soft. Insomma, un esperimento piuttosto insolito che ricorda le estemporanee incursioni nella commedia di registi non specializzati nel genere (vedi il Sam Raimi de I DUE CRIMINALI PIU' PAZZI DEL MONDO), e dall'autore di BLUES BROTHERS e RIDERE PER RIDERE non ce lo si aspetterebbe. Troppo sconclusionato.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

Pinhead80 4/8/16 19:13 - 3533 commenti

Una donna vuole a tutti i costi sbarazzarsi del marito per poter poi vivere di rendita con i soldi dell'assicurazione. Ingaggerà (amante compreso) tutta una serie di personaggi tanto bizzarri quanto pasticcioni. Mi sono divertito tantissimo nel guardare questa black comedy fatta di psicopatici simpatici ma poco rassicuranti che ne combinano di ogni colore ovunque si trovino. Tra le cose migliori sicuramente abbiamo l'interpretazione di Dan Aykroyd nei panni del killer innamorato Bob.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La sequenza di sogni che si sostituiscono alla realtà.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)