Cerca per genere
Attori/registi più presenti

MAFIA!

All'interno del forum, per questo film:
Mafia!
Titolo originale:Jane Austen's mafia
Dati:Anno: 1998Genere: comico (colore)
Regia:Jim Abrahams
Cast:Jay Mohr, Lloyd Bridges, Christina Applegate, Pamela Gidley, Tony LoBianco, Olympia Dukakis, Andreas Katsulas, Joe Vitarelli
Visite:4663
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Già parte del trio Zucker-Abrahams-Zucker (quelli dell’AEREO PIU’ PAZZO DEL MONDO), Jim Abrahams ha al suo attivo come “solista” i due HOT SHOTS!, che restano tra i migliori demenziali di sempre. Presa di mira, in questo JANE AUSTEN’S MAFIA (titolo che prende acutamente in giro i tonitruanti BRAM STOKER’S DRACULA, MARY SHELLEY’S FRANKENSTEIN eccetera) è la saga del PADRINO, rivista con inaspettata accuratezza e una riproposizione attenta di moltissimi dei personaggi visti nei miei primi due film di Coppola. Naturalmente il Marlon Brando della situazione non poteva che essere Lloyd Bridges, l'altro grande vecchio che ha conteso a Leslie Nielsen la palma di miglior alfiere (anziano) della demenzialità made in USA (e che è morto poco dopo le riprese guadagnandosi la dedica finale). Imbranatissimo, purtroppo non ha modo di brillare quanto ci si aspetterebbe, imprigionato da un personaggio penalizzato da un soggetto eccessivamente confuso. Le citazioni da CASINO, IL POSTINO, C’ERA UNA VOLTA IN AMERICA, JURASSIC PARK, IL PAZIENTE INGLESE, STRIPTEASE sono spesso inserite forzatamente e impediscono di apprezzare la rilettura meticolosa del PADRINO parte I e II, con tanto di flashback. L'inizio è fenomenale, con i titoli di testa a scorrere su una scena geniale; poi lentamente il film si affloscia, perde di ritmo risollevandosi comunque molto spesso grazie all'abilità di chi la moderna parodia demenziale l'ha quasi creata dal nulla. Alcune trovate sono notevolissime (troppe per ricordarle qui) e il novello Al Pacino (Jay Mohr), pur in possesso di un viso inespressivo, riesce a far ridere. È vero, da un maestro del genere come Abrahams era lecito aspettarsi di più, soprattutto visto il dispendio di mezzi ed energie, ma in mezzo a tante parodie da quattro soldi anche solo qualche sprazzo di autentica classe a volte può bastare.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 6/4/11 16:24 - 4468 commenti

Curiosissimo demenziale, qua e là assai divertente. Le citazioni dai primi due film della saga Corleone sono talora accuratissime (si pensi al lento zoom sul giovane che si assume il ruolo di killer). Notevole l'inizio in Sicilia (ma quel poster del Duce nel 1901...) ed altre citazioni. Oltre ai film ricordati dal Davinotti, vanno citati almeno Il bacio della pantera e Forrest Gump. Qua e là il tono cala e la battuta si fa grossolana, ma resta sempre alto l'interesse, nonostante anche alcuni cali. Cast azzeccato. Carino.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Puppigallo 18/1/07 10:43 - 4343 commenti

Riuscita solo in parte questa parodia della mafia. Molti colpi a segno: l’anello del padrino che fischia quando lo baciano, l’albero che muore colpito da un proiettile, il padre povero che vende carne usata e calzini da zuppa, un uomo a pranzo colpito in faccia che ingoia il boccone, si pulisce la bocca, rutta e muore. Ma purtroppo anche molti colpi a vuoto e umorismo di grana grossa, a tratti grossissima. Questo alla fine pesa, ma resta comunque piuttosto divertente.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Schramm 12/1/08 14:56 - 2345 commenti

Desolante perdita di smalto e di tono muscolare per Jim Abrahams, che parodizza il meno stancamente possibile la trilogia del padrino e scorsese con risultati intermittenti, tempi comici ai limiti del moribondo, ritmo discontinuo, trovate grossolane e umorismo malridotto a imperante freddura. Si ride poco, perlopiù si sorride, e molto spesso con imbarazzo. Gli allori e i picchi del dirompente Top secret! (ma anche di un Hot shots!) sono ahinoi distanti galassie
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Lovejoy 7/8/10 15:51 - 1825 commenti

Nonostante dietro la macchina da presa vi sia un autentico specialista del genere quale è Abrahams, ci sono fin troppi momenti di stanca, in questa presa per in giro dei mafia-movies. Diverse scene non raggiungono il bersaglio e il protagonista non è granché. Questo per dire dei difetti. A salvare la baracca ci pensa l'inimitabile Lloyd Bridges nel ruolo del Padrino. Cameo a sorpresa di Sherman Hensley e Isabel Sanford.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La prima apparizione del Padrino/Bridges: "Ho convocato tutte le Famiglie. Anche la Famiglia Jefferson".
I gusti di Lovejoy (Comico - Horror - Western)