Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL GENIO

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
L'organizzatore di un network di televendite in crisi (Jeff Goldblum) raccoglie casualmente dalla strada un carismatico e genuino santone (Eddie Murphy). Scopertolo abile catalizzatore d’interesse lo piazza in tv e, sfruttandone l'immagine, gli fa vendere prodotti. Il santone, che si fa chiamare solo “G” e regala sempre a chiunque il sorriso contagioso di Eddie Murphy, in tv parla di tutt'altro, filosofeggia e racconta parabole moderne, ma comunque vende tantissimo. Dietro a questo si nasconde la solita stucchevole storia d'amore, mentre ogni cosa si tinge di quei buoni sentimenti che nelle produzioni “Buena Vista” (legata alla Walt Disney) non mancano mai. Il problema è che il film è proprio mal girato. Parte anche da una discreta idea, a dire il vero, ma è sceneggiato male e accumula frasi su frasi in un crescendo estenuante che dovrebbe dare l'idea dei tempi di lavorazione televisivi mentre invece crea solo una fastidiosa confusione. Si aggiunga poi che vorrebbe essere una commedia, però a fare da protagonista non è il simpatico Murphy quanto l’ex “Brundle-mosca” Jeff Goldblum, che sebbene sia un ottimo attore la faccia e i tempi comici non li ha mai avuti. È impacciato, fuori parte e il film ne risente fin da subito. La comparsa di Murphy migliora un po' le cose, ma gli si crea addosso un personaggio così banale e vuoto che il risultato è deprimente. Ne è uscita una favola tipicamente americana (anche i volti degli “addetti alle televendite” sono ben noti al pubblico televisivo statunitense), dai toni soft, confezionata alla bell’e meglio con quell'aria da film prodotto in serie senza alcunché che possa distinguerlo dalla massa informe di commedie americane senza mordente. Non si rida praticamente mai, quanto a riflettere nemmeno a parlarne. Da dimenticare senza rimpianti.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Rambo90 4/9/18 17:04 - 5731 commenti

Poteva essere un film divertente, perché le idee ci sono, ma lo svolgimento è fiacco e la sceneggiatura, dopo una partenza promettente, si arena in una serie di ripetitive televendite costruite senza molta verve. Goldblum sopperisce ai momenti più infelici con una performance riuscita, mentre Murphy è imbrigliato in un ruolo che non gli consente di scatentarsi troppo nè di essere davvero comico. Qui e là alcuni momenti fanno sorridere, ma il tutto è dimenticabile.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Panza   27/9/14 20:07 - 1400 commenti

La storia è una riproposizione delle solite dinamiche della maggior parte delle commedie americane condite con sentimentalismi, un briciolo di filosofia spicciola e una satira stinta. È per questo che il film non funziona, con un finale imbarazzante e tutte le televendite con G. incredibilmente dilatate e che portano la durata a quasi due ore (!). Mi spiace abbatterlo del tutto perché del primo tempo salvo l'incontro con Eddie Murphy e lo scherzo del tè, anche se vecchissimo. Magari con Landis al posto di Herek...
I gusti di Panza (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Almicione 28/6/15 1:45 - 765 commenti

Si contano sulle dita di una mano i sorrisi che scappano durante la visione e nessuno di questi è da attribuire a Eddie Murphy, il quale si trova fuori forma e in un ruolo ridicolo. Di stampo comico, il film cede a toni drammatici e anche romantici (finale più scontato dei prodotti in vendita) fallendo comunque in ogni direzione, dopo aver costruito una sceneggiatura su un'idea alquanto sciocca. L'eventualità di conferire a questa pellicola un qualsiasi valore di critica al sistema capitalistico materialistico fa più ridere dell'intero film.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La telefonata mimata.
I gusti di Almicione (Drammatico - Gangster - Thriller)