Cerca per genere
Attori/registi più presenti

ALTRI UOMINI

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 7
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 4/3/08 7:34 - 10881 commenti

Debutto alla regia del produttore Bonivento, Altri uomini è la storia romanzata del boss Epaminonda che imperversò nella metropoli lombarda negli anni '70 e '80. Il regista ne ha tratto un discreto film di genere, in cui risulta apprezzabile la ricostruziine ambientale della Milano di quegli anni, vista come ambiente grigio ed ostile perfetto sfondo per le vicende narrate. I personaggi sono resi un po' stereotipati dalla sceneggiatura ma nel complesso il film è godibile anche grazie alle buone interpretazioni di Amendola e Fantastichini.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Schramm 17/6/13 10:36 - 2260 commenti

Fotoromanzo criminale? Caratteristi che si muovono disinvolti nel macchiettismo cui sono condannati (il Memphis coatto, l'Amendola antieroe che più umano non si può, lo Sperandeo stereotipo del picciotto consigliori, un Fantastichini a tinta unita opaco il giusto); un taglio narrativo che non disdegna di sporgersi pericolosamente dal finestrino del telenovelismo, in cui affiora tutto il Bonivento commediarolo degli 80's; una maniera registica che fa crawl tra reminiscenze poliziottesche e l'incipiente fiction Mediaset. Ovvero tutti i dovuti annessi e connessi per un ideale guilty pleasure. **
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Cotola 15/5/10 15:21 - 6927 commenti

Un noto malavitoso ormai in galera ripercorre con il giudice che lo interroga la sua carriera criminale. Signore e signori ecco a voi il Quei bravi ragazzi dei poveri. Ovviamente il paragone è impietoso e non regge. Bonivento, infatti, non sa far altro che infarcire la sua pellicola di luoghi comuni sulla criminalità e di elementi visti in altri grandi film del genere senza riuscire a dare spessore nè a quello che racconta nè ai suoi personaggi. A peggiorare le cose un epilogo a dir poco ridicolo e del tutto inverosimile. Buoni gli attori.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Tarabas 6/3/12 16:46 - 1595 commenti

Storia romanzata della Milano della mala, Turatello ed Epaminonda, qui mimetizzati sotto altri nomi. Il film si concentra sui caratteri, specialmente su quello di Croce/Epaminonda/Amendola, proletario rabbioso e affamato di successo. Ma il ritratto dell'epoca si ferma ai colletti delle camicie, il contesto storico e sociale è inesistente. Nulla si dice sui rapporti tra i gangster e la mafia, altro tassello importante di quella storia. Un film uguale a tanti altri che spreca un buon cast. Inutili i personaggi femminili.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Mco 4/1/10 0:20 - 2048 commenti

Bellissimo film sulla malavita, pregno di sanguigna voglia di rapportarsi alla realtà delle cose, con crudezze facenti capo a una gang che vede a capo Amendola. Lui, Iuorio e Sperandeo governano prima il settore delle bische clandestine, poi si tuffano in affari troppo garndi stringendo un accordo con il boss Fantastichini e mal gliene incoglie. Cast ottimo, con un'insolita Pivetti (che pare addirittura carina) e una Montorsi conturbante. Per gli amanti del bis.
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)

Nicola81 14/12/16 17:50 - 1645 commenti

Al suo debutto dietro la macchina da presa, il produttore Claudio Bonivento si ispira a fatti e personaggi della malavita milanese anni ’70: se Fantastichini è un alter ego di Francis Turatello, Amendola ricalca Angelo Epaminonda, tragica fine a parte. Buona l'idea ma deludente il risultato: la città si vede pochissimo, l'atmosfera del periodo è praticamente assente, la messa in scena troppo scarna e gli attori non possono certo fare miracoli. Chi ama il genere può trovarlo non del tutto indigeribile, ma chi lo evita non si perde nulla.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Alex1988 14/10/15 20:32 - 528 commenti

Claudio Bonivento esordisce alla regia con questa sorta di Quei bravi ragazzi in miniatura. Il risultato è piuttosto modesto. Ispirato al libro "Io, il tebano" di Epaminonda, non riesce a evitare la retorica e i personaggi appaiono abbastanza stereotipati. Per quanto riguarda le interpretazioni, Amendola e Memphis non aggiungono altro ai precedenti film interpretati insieme.
I gusti di Alex1988 (Azione - Poliziesco - Western)