Cerca per genere
Attori/registi più presenti

CURE

All'interno del forum, per questo film:
Cure
Titolo originale:Kyua
Dati:Anno: 1997Genere: drammatico (colore)
Regia:Kiyoshi Kurosawa
Cast:Kôji Yakusho, Masato Hagiwara, Tsuyoshi Ujiki, Anna Nakagawa, Yoriko Douguchi, Yukijiro Hotaru, Denden
Visite:540
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Cotola 13/2/18 13:50 - 6728 commenti

Thriller metafisico che affronta il mistero del Male che da un momento all'altro può entrare nelle nostre vite e sconvolgerle. Kurosawa sa angosciare lo spettatore e coinvolgerlo in una spirale mefitica da cui non ci sono facili scappatoie. Il livello di tensione ed interesse è notevole nonostante i ritmi non siano di quelli frenetici. Gli sviluppi e le soluzioni non sono mai facili o scontate ma potrebbero infastidire chi cerca solo razionalità o spiegazioni più tradizionali. Tra l'altro, visti i toni dell'opera, alla fine i conti tornano. Consigliatissimo.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 28/2/18 21:34 - 7353 commenti

Una serie di delitti efferati portati a termine da persone diverse che non ricordano nulla delle loro azioni. Hanno agito sotto ipnosi? E'l'ipotesi su cui lavora il commissario incaricato delle indagini... L'inizio trae in inganno, facendo pensare alla solita trama incentrata su un serial killer che segue bizzarri rituali, ma ben presto il filo del racconto si ingarguglia e dal groviglio di fatti inspiegabili emerge il vero soggetto: l'irrazionalità del male, capace di diffondersi come una malattia e di contagiare chi cerca di spiegarlo. Horror originale, filosofico, insinuante.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rufus68 13/5/17 21:35 - 2017 commenti

Uno dei migliori horror dell'ultimo ventennio. Il male consiste solo nell'evocazione delle più segrete pulsioni e i suoi messaggeri non fanno che rivelarci a noi stessi. Kurosawa, rigettando ogni facile soluzione, genera un'atmosfera di schiacciante inquietudine (accumulando unicamente indizi e allusioni) in cui una semplice fiammella o un rivolo d'acqua sono la spia di una ferita nel tessuto della normalità. Notevoli le scenografie post-industriali, bravissimi i due protagonisti.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Ryo 9/11/16 3:51 - 1678 commenti

Grandiosa e tenebrosa atmosfera; è un thriller che scorre lento e con tempi molto diversi da quelli del cinema occidentale. Ma contiene numerosi elementi degni di nota: la violenza che può arrivare da chiunque e in qualunque momento, la metafora sulla mancanza di certezze e di come anche le persone di cui ci si fida di più possano rappresentare un pericolo. Meritevole di una distribuzione più ampia.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Jdelarge 28/6/18 12:06 - 635 commenti

Kiyoshi Kurosawa dà vita a un thriller dal ritmo estremamente dilatato e ricco di piani lunghi in cui a farla da padrone sono i suoni, i quali, a ritmo regolare, suggeriscono il tema dell'ipnosi. Le ricerche del detective Takabe per scoprire la verità che si nasconde dietro gli omicidi vanno di pari passo con la scoperta di sé. In questo senso Mamiya, attraverso la sua azione ipnotica, sembra voler liberare le sue vittime dall'ingombrante presenza delle loro fittizie personalità. Esistenzialista, interessante, ma non troppo coinvolgente.
I gusti di Jdelarge (Drammatico - Giallo - Horror)

Metuant 6/4/11 20:30 - 447 commenti

Rarefatto e asettico, questo thriller tipicamente orientale mescola una convincente trama gialla con elementi di soprannaturale e metafisico che lasciano più volte spiazzati: lunghi silenzi, dialoghi enigmatici e una onnipresente attenzione per il particolare. Non facile da capire, ma il bello di certi film è proprio il fatto di lasciare allo spettatore il compito di decifrare quanto visto e sentito secondo il proprio punto di vista. Decisamente riuscito, ma non per tutti.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La sequenza nella stazione di polizia di notte; l'acqua che scorre lentamente sul pavimento.
I gusti di Metuant (Commedia - Giallo - Horror)