Cerca per genere
Attori/registi più presenti

UN NATALE STUPEFACENTE

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 10
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 22/12/14 DAL DAVINOTTI
Ormai del caratteristico spirito natalizio che ornava di regola ogni cinepanettone "ufficiale" è scomparsa ogni traccia; a meno che non ci si accontenti di un albero con palline in salotto o di una tombola possiamo dire che in questo NATALE STUPEFACENTE la parola più importante sia la seconda, riferita alla droga che le solite vecchine "innocenti" coltivano nel giardino di casa. A farne le spese sono però i genitori del piccolo Matteo (Calvagna), condannati ingiustamente a una decina d'anni. Chi si occuperà del ragazzino? Si fanno avanti i due zii (Lillo e Greg), che per ottenerne l'assegnamento dovranno far credere agli ispettori che almeno uno di loro è regolarmente sposato. Ecco come si compone quindi il gruppo di persone in partenza per un casale di campagna dove trascorrere il Natale: oltre a Lillo, Greg e Matteo sono con loro il nuovo fidanzato (Calabresi) della ex-moglie di Lillo, la ex-moglie stessa (Minaccioni), infine una "strappona" (Angiolini) incontrata da Greg in discoteca che avrà il compito di far ingelosire l'ex-moglie per farla tornare con Lillo. Un plot piuttosto caotico, che per colpa di una regia incapace di dettare i ritmi giusti non riesce quasi mai a sopperire col mestiere ai troppi momenti morti. Inizialmente la qualità di alcune singole gag e la bravura di Lillo e Greg copre i difetti, ma quando nella seconda parte ci si avvia a riproporre per l'ennesima volta lo sketch del cibo "drogato" per errore (con conseguenti reazioni - che si vorrebbero comiche - di chi ha assunto le sostanze) si comincia a capire che il finale sarà lungo e indigeribile. E infatti... Gli ultimi venti minuti tendono a cancellare irrimediabilmente quanto di buono visto fin lì chiudendo il film nel peggior modo possibile. Le scenette con i due ispettori (Montanari e De Filippis) che sotto l'effetto degli stupefacenti liberano le loro tendenze gay sono inguardabili almeno quanto quelle in cui Calabresi finisce coll'innamorarsi di una capra, a dimostrazione di una sceneggiatura cui manca la qualità necessaria e di una regia che non fa mai nulla per regalare brillantezza laddove palesemente manca. A dispetto quindi di qualche sketch anche molto divertente (si veda il test con le famose macchie di Rorschach), la cui riuscita è comunque in gran parte da attribuire ai due protagonisti, le fasi di raccordo legano male le scene, le musiche sembrano inserite senza una vera logica e più in generale si ha l'impressione che il genere poco si addica a De Biasi. Dispiace per Lillo e Greg, che lanciati ottimamente nell'arena natalizia da COLPI DI FULMINE si stanno lentamente spegnendo non per colpa loro. Ambra si propone in veste sexy a mostrare un fisico in perfetta forma, la Minaccioni si conferma buona attrice brillante e Calabresi limita stranamente (ma è un bene, una volta tanto) le sue potenzialità coatte. Quando però le idee son così poche la classica formula a episodi (qui abbandonata) è auspicabile: almeno movimenta un po'...
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 3/4/15 20:16 - 10881 commenti

Il cammino verso il "restyling" del cinepanettone continua e a giudicare da questo film è lontano dalla conclusione. Qui inizia meno peggio di altre volte, non tanto per merito dei due protagonisti quanto di buoni comprimari come la Angiolini, la Minaccioni e Calabresi, che assicurano momenti di discreta comicità. Questo esile equilibrio naufraga miseramente nell'ultima parte del film nel quale la sceneggiatura (o quello che la sostituisce) naufraga miseramente e nemmeno Chaplin la risolleverebbe, figuriamoci Lillo e Greg.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Markus 22/12/14 15:47 - 2850 commenti

L’eccellente exploit nel cinepanettone di Lillo e Greg (Colpi di fulmine) sembrò due anni fa una boccata d'ossigeno per un genere moribondo; il passo falso di Colpi di fortuna dello scorso Natale ci fece ricredere; quest’anno, ahimè, è riconfermato il fattore “buccia di banana” (e son due su tre). Il film semplicemente non fa ridere e, salvo pochi istanti in cui si scorge l’indubbio talento del duo, l’esile vicenda non permette al cast situazioni ridanciane convincenti. La scarsa regia di De Biasi (regista del tremendo Iago) si avverte.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

124c 2/2/15 15:20 - 2660 commenti

Fra bambini da accudire, Ambra Angiolini in cerca di fidanzati, assistenti sociali che fanno outing e pizze "particolari", Lillo e Greg interpretano un film di Natale d'ambientazione campagnola. Aurelio de Laurentiis, in cerca del cine-panettone alternativo alla classica formula de Sica/Boldi, propone questa bizzarra commedia, forse meno cattiva del contemporaneo Ogni maledetto Natale, che si lascia comunque vedere con simnpatia. Le buone gag ci sono, specie quelle di Lillo e Paolo Calabresi. Ambra sempre brava e bella (e dire che quando iniziò in tv...).
I gusti di 124c (Commedia - Fantastico - Poliziesco)

Rambo90 2/1/15 18:32 - 5729 commenti

Sicuramente migliore del precedente cinepanettone Filmauro, ma ancora non troppo convincente. Si ride spesso soprattutto grazie alla verve di Lillo e Greg e di Calabresi, ma la storia è troppo esile per reggere l'intera pellicola. Buono il ritmo, simpatica la Angiolini. Per una serata disimpegnata può anche funzionare, ma mi aspettavo molto di più.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Nando 31/8/15 23:00 - 3290 commenti

Commediola natalizia di bassa lega che cerca di sfruttare la demenziale comicità di Lillo e Greg con risultati approssimativi. Simpatica la Minaccioni e in parte l'Angiolini, ma purtroppo è lo sviluppo narrativo che appare sterile, con un improbabile e finto Montanari nella parte di un assistente sociale presunto omosessuale. Qualche sorriso emerge, ma il livello è infimo.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Piero68 1/9/15 10:16 - 2632 commenti

Lillo e Greg sono una coppia con un buon potenziale comico anche sul grande schermo; è un peccato vederli coinvolti in questi progetti senza capo né coda. Anche perché, per l'ennesima volta, si sfrutta il Natale nel titolo salvo poi non trattarlo nemmeno di striscio nel contesto narrativo del film, che parte con un incipit improbabile e continua con uno svolgimento senza una storia reale di base. De Biasi non convince né come sceneggiatore né come regista e vedere persino Montanari su certi standard irrita. Solo Calabresi strappa il sorriso.
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Gabrius79 24/4/15 23:32 - 1097 commenti

Cinepanettone non troppo esaltante che arriva un po' affastellato verso il finale. Tutto questo è dovuto al fatto che la sceneggiatura e la trama sono piuttosto esili, nonostante gli attori ce la mettano tutta per tirare fuori verve e sorrisi. Lillo e Greg divertono meno rispetto ai due precedenti cinepanettoni, la Angiolini appare più tenuta a freno ma diverte, Calabresi e la Minaccioni sufficienti.
I gusti di Gabrius79 (Comico - Commedia - Drammatico)

Almicione 14/1/17 2:14 - 765 commenti

Dimenticabilissimo se non fosse per Lillo & Greg, che riescono a mandare avanti la baracca. La storia non è originale, ma non è quello il problema; piuttosto, molte battute e sketch sono davvero scadenti, giustificabili forse in un film per bambini o un comico di trent'anni fa. Più che altro si esagera troppo con il personaggio della Angiolini, con i due ispettori, con le vecchiette pusher... Ad ogni modo qualche risata scappa, non ci si annoia certo, ma si può dire che sia un altro di quei filmetti comici dimenticati e non proprio goduti.
I gusti di Almicione (Drammatico - Gangster - Thriller)

Maxx g 6/1/15 15:21 - 423 commenti

Onestamente non nutrivo grandi aspettative; invece mi sono divertito. Al di là della trama, che ovviamente è piuttosto prevedibile (nonostante manchi un po' di logica, stupisce ad esempio il pretesto per cui i genitori del bimbo vengono arrestati). Si ride e la coppia Lillo e Greg funziona senza problemi né intoppi e senza fare troppo ricorso a volgarità. Definirlo cinepanettone parrebbe offensivo. Merita una visione per una serata spensierata.
I gusti di Maxx g (Comico - Horror - Western)

Manfrin   16/12/15 14:29 - 299 commenti

Lillo e Greg cavalcano l'onda di un certo successo cinematografico a cui sono arrivati forse un po' tardi. Qui i nostri sono protagonisti di una commediola dove si sorride a tratti e che sfrutta (purtroppo anche con qualche parolaccia di troppo e situazioni al limite) la presenza di un nipote di 8 anni affidato loro malgrado. Il tutto risulta passabile e abbastanza godibile solo grazie alla simpatia del cast (brava la Minaccioni).
I gusti di Manfrin (Giallo - Poliziesco - Thriller)