Cerca per genere
Attori/registi più presenti

CROCEVIA PER L'INFERNO

All'interno del forum, per questo film:
Crocevia per l'inferno
Titolo originale:Normal life
Dati:Anno: 1996Genere: drammatico (colore)
Regia:John McNaughton
Cast:Luke Perry, Ashley Judd, Bruke Young, Jim True, Dawn Maxey, Penelope Milford, Tom Towles
Visite:438
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Ancora una volta l'ironico titolo originale (NORMAL LIFE) fotografava meglio di quello italiano l’intento propositivo del regista. John McNaughton è famoso per aver raccontato, con occhio insolitamente distaccato e cinico, l’attività di un serial killer nel controverso HENRY - PIOGGIA DI SANGUE. Ora, per stravolgere la normale vita di coppia di due giovani dei nostri tempi, ha avuto sotto le mani un simbolo del “politically correct” come Luke Perry (il Dylan del telefilm BEVERLY HILLS 90210) e l'ha condannato, nella parte del poliziotto sposato con una giovane mezza matta, a una grande escalation di violenza autodistruttiva. Perry si adatta, recita come può (ma chi l’ha affrettatamente definito il James Dean degli anni 90 dovrebbe rivedersi prima GIOVENTU’ BRUCIATA o IL GIGANTE…), asseconda le esplosioni di follia di Pam (Ashley Judd, non certo bella ma conturbante) fino a diventarne schiavo. Fin troppo scontati i rimandi a Bonnie e Clyde, ma a dire il vero la storia di CROCEVIA PER L’INFERNO tocca solo marginalmente, nella parte finale, i rapporti della coppia con le autorità costituite, concentrandosi invece sulle difficoltà sociali della ragazza, sui continui cambi di comportamento di entrambi (ma sempre causati dalle irragionevoli reazioni di lei) e lasciando emergere così uno spaccato generazionale dai sottintesi preoccupanti. Nulla di particolarmente nuovo, e anzi il film è diretto con uno stile sobrio e abbastanza dozzinale, ma si respira quella stessa forza iperrealista presente in HENRY - PIOGGIA DI SANGUE: è un modo diretto di imporsi al pubblico; senza fronzoli, elementare ma a suo modo efficace. Il produttore è lo Spelling di BEVERLY HILLS 90210!
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Cotola 7/12/15 12:33 - 7011 commenti

Rispetto ad altre prove del regista, Harry ma anche il Cacciatore di teste, l'ho trovato piuttosto ordinario seppure non brutto. La scheggia impazzita che crepa un quadro di assoluta e grigia normalità non è certo una novità, così come non ci sono particolari soprese nello sviluppo della storia (d'altronde il quasi finale è noto sin dall'inizio). Perry non è un granché ma è adatto al ruolo, mentre la Judd è una bomba che sa dare anima e corpo al suo personaggio.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 24/12/08 19:14 - 8088 commenti

Interessante variazione sul tema "coppie criminali". Chris, poliziotto per caso, diventa rapinatore per necessità, in quanto è l'unica maniera per assecondare i desideri della moglie Pam, nevrotica psicolabile che pretende ben presto di avere un ruolo attivo nei colpi, per avidità ma anche per un infantile bisogno di avventura. Film che resta impresso soprattutto per l'interpretazione di Ashley Judd, bellissima e mentalmente disturbata, mentre il televisivo Luke Perry recita credibilmente ma senza guizzi il ruolo del mediocre marito.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il rapporto fra Pam e la pistola.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Giacomovie 26/6/11 9:22 - 1319 commenti

Film da non sottovalutare per la sua trama intensa e per lo sviluppo di interessanti contenuti collaterali come le problematiche del rapporto di coppia, l'instabilità psicologica e la voglia di andare sempre oltre. Tratto da un episodio reale, ha un efficace soggetto che dimostra come basta poco (un incontro sbagliato) per trasformare una vita normale (la "normal life" del titolo originale) in un inferno. In bilico tra il romantico dramma pessimista ed il thriller, ha una regia precisa e scorrevole. Bene Ashley Judd in un ruolo difficile. ***!
I gusti di Giacomovie (Drammatico - Erotico - Sentimentale)

Rocchiola 16/8/18 9:00 - 622 commenti

Senza dubbio il miglior film di McNaughton, che mette in scena uno spaccato della provincia americana da brividi riuscendo a catturare l’orrore del quotidiano molto meglio che nel precedente Henry, grazie soprattutto a una descrizione ambientale semplice e diretta che ricorda il miglior cinema di genere degli anni 70. La Judd è una vera e propria forza della natura, ma anche Perry proveniente dalla TV se la cava in un ruolo controtendenza. E alla fine resta anche e soprattutto un’efficace ritratto della Generazione X degli anni 90.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L’urlo finale: “Paaaaaam”; L’apparizione sui pattini di Pam al funerale; La cattura da parte dell’FBI; Pam che si sfregia il corpo con un coltello.
I gusti di Rocchiola (Guerra - Poliziesco - Western)