Cerca per genere
Attori/registi più presenti

ADOLFO CELI, UN UOMO PER DUE CULTURE

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 1
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 9/6/14 DAL BENEMERITO 124C

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    124c


124c 9/6/14 17:13 - 2661 commenti

Chi crede che la carriera di Adolfo Celi sia riassumibile solo con Thunderball, Sandokan e Amici miei è smentito, grazie a questo documentario sulla sua vita, visto che il nostro ha avuto un grande passato da attore e da regista a Rio de Janeiro, negli anni '50/60. Tutto è interessante, le interviste si susseguono senza annoiare, ottimi sopratutto gli interventi degli attori brasiliani. Il figlio Leonardo, in occasione del ventennale della morte del grande attore, gira un discreto documentario intervistando anche la sorella maggiore e la madre.
I gusti di 124c (Commedia - Fantastico - Poliziesco)