Cerca per genere
Attori/registi più presenti

BILLY MADISON

All'interno del forum, per questo film:
Billy Madison
Titolo originale:Billy Madison
Dati:Anno: 1995Genere: commedia (colore)
Regia:Tamra Davis
Cast:Adam Sandler, Darren McGavin, Bradley Whitford, Bridgette Wilson, Josh Mostel
Visite:179
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 1
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Tremenda commediaccia simil-demenziale con un protagonista (Adam Sandler) che è anche co-sceneggiatore (con Tim Herlihy) nonché mattatore assoluto nel ruolo di un Arturo versione bamboccio americano: figlio di imprenditore potentissimo, se la spassa nel villone con piscina facendo smorfie e comportandosi da perfetto idiota. Ma non fa ridere, purtroppo. Anzi, il suo umorismo è infantile e davvero di difficile sopportazione, per i maggiorenni. Gag prive di inventiva, esagerate e caricaturali oltre ogni sopportazione. Non possono bastare due espressioni da provetto imbecille, qualche gridolino alla vista di un giornalino porno e un paio di trovate sull'alcolismo per divertire. L'idea poi di ritornare a scuola fuori tempo massimo (dalle elementari al liceo con un esame “di fine anno” ogni due settimane) è delle più vetuste e senza arricchirla di un briciolo di fantasia si affloscia tra le spire di una sceneggiatura imbevibile e di una regia (di Tamra Davis) che poco può fare per salvare il film dal disastro. La qualità media delle battute è tremendamente bassa, l'idiozia programmatica ovviamente rimpinzata dal solito carico di buonismo da bancarella (e vissero felici e contenti) irritante; Adam Sandler, almeno qui, non mostra proprio niente dell'espressività che solitamente caratterizza i comici cresciuti al mitico “Saturday Night Live” (Belushi, Aykroyd, Chase, Martin...) rischiando di farci la figura del figlio degenere, che appare scialbo e convenzionale, forse più adatto alla commedia adolescenziale che a quella dichiaratamente comica. E Steve Buscemi, che compare in un cameo dai venti secondi, che ci fa in un film così? Da evitare con cura!
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

Magnetti 19/3/09 11:25 - 1103 commenti

La simpatia che nutro per Adam Sandler non mi dissuade dal bocciarlo. Vero che si tratta di uno dei suoi primi film ma quello che esce dallo schermo è una tale scemenza che a tratti fin irrita. Proprio Sandler e la sua interpretazione sono i principali indiziati. Il suo personaggio è il prototipo di quelli che, nel seguito della sua carriera, avranno esiti per lo meno decenti. Un film inguardabile da evitare accuratamente.
I gusti di Magnetti (Animali assassini - Avventura - Horror)